Serie A, Mertens: "Juventus, non mi convinci. Il Napoli c'è"

Il belga è convinto che lo Scudetto non sia solo affare della Juventus: "Loro troveranno delle difficoltà, non dovremo essere bravi ad approfittarne".

Dries Mertens lancia la sfida alla Juventus Getty Images

96 condivisioni 0 commenti

Share

Un big match senza storia. Lo scorso 29 settembre la Juventus ha superato 3-1 il Napoli nella settima giornata di Serie A. Una vittoria convincente, quella dei bianconeri di Allegri, che dopo essere andati sotto per il gol di Mertens hanno reagito e ribaltato il risultato grazie alle reti di Mandzukic (doppietta) e Bonucci. 

Oggi, dopo 8 giornate di campionato, la Juve è prima a punteggio pieno a +6 sul Napoli di Ancelotti. Un vantaggio importante che però secondo Mertens può essere annullato. 

In un'intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, l'attaccante belga ha lanciato la sfida a Cristiano Ronaldo e compagni, convinto che la Vecchia Signora non sia la squadra imbattibile di cui tutti parlano. 

All'Allianz Stadium abbiamo provato a vincere e stiamo stati molto sfortunati. Il Napoli però c'è, lo ha dimostrato. Ce la siamo giocata e quindi dobbiamo puntare al massimo. La Juventus ha comprato grandi giocatori ed è più forte di prima, ma non mi hanno ancora convinto del tutto...

Serie A, Mertens: "Napoli, crediamoci. La Juve avrà difficoltà"

Mertens crede più che mai allo Scudetto:

Sicuramente la Juve troverà delle difficoltà sulla sua stada, noi dovremo essere bravi e pronti ad approfittarne, bisogna crederci. Ci sono altre squadre forti, penso soprattutto all'Inter

Su Sarri:

Se dicessi che mi manca fareste tutti il titolo su questo, ma non ho problemi a dire che mi sono trovato bene con lui? Mi divertivo e il suo gioco era scritto sul mio corpo. E questo discorso non c’entra assolutamente nulla con Ancelotti, anche con lui ho un ottimo rapporto. Con Carlo ho parlato appena tornato dal Mondiale, ero stanco e gli ho detto che avrei preferito essere gestito

Sul rinnovo ha detto:

A Napoli sono contento, ho un contratto fino al 2020. Per ora non abbiamo parlato di rinnovo, ma ho 31 anni e forse qualcuno lo dimentica perché sembro più giovane. Ormai sono un vecchietto...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.