Inter, bye bye Thohir: l'indonesiano incasserà 200 milioni

Il magnate indonesiano si prepara a cedere il 31% delle quote azionarie a Suning, che corrisponderà un lauto bonifico al futuro ex presidente.

737 condivisioni 0 commenti

di

Share

Signore e signori, Erick Thohir è un genio della finanza. Colui che fu il principale attore nel film che portò all'addio della famiglia Moratti all'Inter esce di scena, incassando cifre che lo rendono uno degli imprenditori con più acume degli ultimi anni. A partire dalla prossima assemblea dei soci, fissata per il 26 ottobre, l'era indonesiana dei nerazzurri potrebbe ufficialmente finire.

Al futuro ex patron verranno corrisposti qualcosa come 200 milioni di euro, cifra pattuita per la cessione del restante 31% di azioni ancora nelle sue mani. Ciò frutterà una plusvalenza di ben 157 milioni di euro.

Vota anche tu!

Inter: qual è il giudizio sull'era Thohir?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

A confermare l'imminente addio è stato il Corriere della Sera, che ha anche chiarito come, qualora non vi fossero le tempistiche per completare l'operazione entro il 26 ottobre, il tutto verrà formalizzato in una data successiva. Il destino dell'Inter, però, è tracciato: il Biscione passerà completamente nelle mani di Suning, con Steven Zhang - figlio di Zhang Jindong - che rivestirà la carica di nuovo presidente del club.

Inter, Erick Thohir e Cristian ChivuGetty Images
Inter, Erick Thohir premia Cristian Chivu in uno dei suoi atti formali da presidente. A prendere il suo posto, già dalla prossima assemblea dei soci probabilmente, sarà Steven Zhang.

Inter, addio Thohir: sua la peggior gestione di sempre?

Inter che, dopo aver cambiato tantissimo in sede di calciomercato e aver finalmente trovato il sentiero per tornare ad essere grande, si affiderà dunque ad un presidente giovane, preso dalla causa e con molta voglia di fare. Sono 27, infatti, gli anni di Steven, che è ormai ben addentrato nelle dinamiche della società che si appresta a diventare di sua completa gestione.

Thohir lascerà Milano e l'Italia così come fatto qualche mese fa con il DC United, società di MLS di cui era proprietario. La sua Inter, di certo, non verrà affatto ricordata né come la più bella né tantomeno come la più forte.

Sono ancora tantissimi, infatti, i meme sulle stagioni 2013/2014 - questa parzialmente ereditata da Massimo Moratti - e su quella del 2014/2015, con Jonathan sulla fascia destra e Taider a centrocampo. Un organico, quello, che sembra distante anni luce dalla squadra oggi in mano a Luciano Spalletti, e che ben si sta disimpegnando sia in campionato che in Champions League. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.