Entella risponde Cassano: "Sapevamo che fosse una scommessa difficile"

Il presidente Gozzi scrive una lettera per salutare Fantantonio: "Era giusto provarci"

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ci hanno provato. È andata male. La Virtus Entella per un po' ci ha sperato, ma dopo appena una settimana ha dovuto desistere. Antonio Cassano ci ha già ripensato e ha annunciato (di nuovo) il suo addio al calcio. Lo ha annunciato lo stesso calciatore con una lettera e, poche ore dopo, è arrivata anche la replica del club che aveva deciso di scommettere su di lui, dandogli una nuova occasione. 

Anche in questa occasione è stata una nota scritta la modalità usata per esprimere il proprio pensiero, in questo caso quello del presidente dell'Entella Antonio Gozzi:

Caro Antonio, sapevo che sarebbe stata una scommessa difficile da vincere, ma era giusto provarci, perché ti sei dimostrato un amico, offrendo il tuo aiuto nel momento più difficile della mia Entella, perché valeva la pena tentare di recuperare un campione che in una famiglia come la nostra avrebbe potuto chiudere la carriera raccontando a Christopher e Lionel una pagina a lieto fine.

Cassano ha dato di nuovo l'addio al calcioGetty Images
Antonio Cassano, ha dato di nuovo l'addio al calcio

Cassano, l'Entella lo saluta con una lettera

Il pensiero su Cassano del presidente Gozzi prosegue, spiegando quali fossero gli accordi e cercando di vedere (per quanto possibile) il bicchiere mezzo pieno:

In pochissimo tempo hai ridato entusiasmo e unità ad un ambiente che vive questa incredibile incertezza con tanta rabbia e disperazione. Da parte nostra abbiamo fatto tutto il possibile. Non è bastato, giusto separarsi subito in amicizia, senza rancore. I patti erano chiari, mettiamoci alla prova senza vincoli. Per una settimana il nostro e il tuo sogno hanno costeggiato la realtà e tutto il mondo ha parlato di noi.

Magra consolazione. Sia per il presidente del club ligure che per gli addetti ai lavori, sarebbe stato molto più interessante vedere Cassano davvero in azione (a prescindere dal campionato di appartenenza). Stavolta, però, dovrebbe essere finita veramente.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.