Calciomercato, tutti pazzi per Piatek: è già asta per il bomber del Genoa

13 gol in 8 partite ufficiali, il centravanti polacco fa già gola a numerosi club italiani e europei, e nonostante le dichiarazioni del Grifone potrebbe cambiare aria già a gennaio.

48 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ma quanto è forte Krysztof Piatek? A giudicare dalle voci di calciomercato che lo circondano la sensazione è che il bomber polacco del Genoa, 13 gol in 8 partite (9 in 7 in Serie A) sia tutt'altro che un exploit, quanto piuttosto una felicissima intuizione del club guidato da Enrico Preziosi che per soli 4 milioni si è aggiudicato quello che al momento è l'attaccante più prolifico in circolazione nei massimi campionati europei.

Arrivato in estate dal Cracovia, Piatek ha impattato benissimo con il campionato italiano e al momento il suo score parla chiaro: con 9 gol realizzati l'attaccante 23enne ha fatto meglio, fino a oggi, di Messi e Neymar, Mbappé e Cavani, Hazard e Cristiano Ronaldo. Naturalmente il numero di gol, a maggior ragione quando ci troviamo ancora a inizio stagione, non è indicatore di valore assoluto, ma certo è che il polacco ha stuzzicato l'interesse di numerosi top club decisi ad acquistarlo già nella prossima sessione di gennaio.

Piatek si trova davvero in un momento di grazia, confermato anche nei recenti impegni con la Nazionale: dopo l'esordio avvenuto a settembre contro l'Irlanda in amichevole, il bomber del Genoa alla seconda occasione ha lasciato il segno contro il Portogallo segnando la sua prima rete con la selezione guidata dal ct Brzeczek e trovandosi ulteriormente al centro delle voci di calciomercato, che raccontano di come sulle sue tracce si siano ormai messi una gran quantità di club italiani ed europei, pronti a sferrare l'attacco a gennaio.

Grazie ai suoi gol Piatek è diventato protagonista delle voci di calciomercatoGetty Images

Calciomercato, quale futuro per Piatek a gennaio?

Nonostante le recenti dichiarazioni del direttore generale del Genoa Giorgio Perinetti, che nei giorni scorsi aveva assicurato che Piatek non si muoverà nel mercato di gennaio, la sensazione di molti addetti ai lavori è che si tratti di dichiarazioni dovute, di facciata: in realtà sarebbe davvero difficile per un club come quello rossoblù resistere all'assalto di vere e proprie corazzate, pronte a fare vere e proprie follie per assicurarsi l'attuale capocannoniere della Serie A.

La lista delle pretendenti è del resto lunga e di assoluta qualità: a Inter, Juventus, Napoli e Roma si sarebbero aggiunte realtà straniere importantissime quali Barcellona, Bayern Monaco, Chelsea, Liverpool, Manchester City e Tottenham. Evidente che sarebbe praticamente impossibile per il Genoa fronteggiare certe realtà, soprattutto se lo stesso Piatek spingesse per un trasferimento deciso a sfruttare un momento di grazia che si è guadagnato a suon di gol e che in appena sei mesi lo catapulterebbe dalla modesta massima serie polacca nell'élite del calcio italiano se non mondiale.

La base d'asta, comunque, sarà tutt'altro che bassa: dichiarando il calciatore virtualmente incedibile il Genoa avrebbe infatti di fatto stabilito una cifra minima per la trattativa di 40 milioni, dieci volte quanto il polacco è stato pagato appena l'8 giugno scorso. Le ultime voci di calciomercato raccontano comunque che constatato l'interesse di tanti grandi club il Grifone sarebbe deciso ad alzare la posta, non accontentandosi di meno di 60 milioni.

Ma chi lo acquisterà? In pole position, per ovvie ragioni di spessore internazionale ed economico, si trovano al momento Barcellona e Manchester City, club che proietterebbero Piatek al top del calcio europeo ma dove potrebbe faticare molto, almeno inizialmente, a trovare spazio. E se il Bayern Monaco è una meta assolutamente prestigiosa, altrettanto importanti sono le voci che avvicinano il polacco alla Roma - che potrebbe anche aspettare giugno per poi nominarlo erede di Dzeko - e al Napoli, uno dei primi club a mettersi sulle sue tracce e che già avrebbe presentato un'offerta, respinta, di 25 milioni.

Krysztof Piatek festeggia un golGetty Images

Il possibile effetto domino

E mentre Liverpool e Tottenham seguono defilati l'evolversi della situazione, Inter e Juventus sembrano indietro più che altro per motivi di opportunità: bianconeri e nerazzurri sono infatti ben coperti nel ruolo, e lavorerebbero più in prospettiva futura che nell'immediato, mossa che però potrebbe rimetterle in corsa se il Genoa dovesse decidere di trattenere il proprio centravanti fino a fine stagione sicuro del suo rendimento sul medio-lungo termine.

A cambiare le carte in tavola potrebbe essere un'altra trattativa di calciomercato di cui si parla moltissimo in questi ultimi giorni e che vedrebbe il Real Madrid sulle tracce di Eden Hazard per gennaio: se il belga dovesse lasciare il Chelsea i Blues si troverebbero ad avere in cassa quei milioni necessari per sferrare l'assalto a Piatek, che nella corsa alla vittoria della Premier League rappresenterebbe per Sarri un'alternativa decisamente migliore ai fin qui deludenti Morata e Giroud.

Così, mentre con la sua Polonia si prepara ad affrontare l'Italia in una gara che potrebbe dire moltissimo sul futuro in Nations League delle due selezioni, Krysztof Piatek si trova protagonista in tutti i quotidiani sportivi italiani e internazionali, un ruolo che si è guadagnato a suon di gol e che potrebbe presto portarlo a indossare la maglia di uno dei club più importanti al mondo. Per sapere quale non resta che aspettare gennaio, quando l'asta avrà inizio.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.