Calciomercato, il Manchester City ha provato a prendere Messi

Il presidente dei Citizens, Khaldoon al Mubarak, ammette il tentativo: "Abbiamo anche chiesto a Guardiola di provare a convincerlo. Ecco quanto gli abbiamo offerto".

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

"Il Manchester City vuole provare a prendere Messi". Se n'era parlato, sembrava una delle tante voci di calciomercato che arricchiscono in ogni sessione le varie pagine dei giornali e siti internet specializzati.

Il rapporto straordinario tra Guardiola e la Pulce e l'altrettanto straordinaria capacità economica dei Citizens erano oggettivamente due elementi che avrebbero potuto favorire l'eventuale operazione.

Poi, però, a spegnere tutte quelle indiscrezioni di calciomercato ci ha pensato lo stesso Messi, rinnovando il suo contratto con il Barcellona e chiudendo di fatto ogni possibile discorso d'addio. Erano quindi solamente rumors? Stavolta no. Lo conferma il presidente del Manchester City in persona, Khaldoon al Mubarak, parlando in conferenza stampa negli Emirati Arabi.

Calciomercato, Khaldoon al Mubarak ha provato a prendere MessiGetty Images
Obiettivo Messi: Khaldoon al Mubarak ha provato il colpo di calciomercato del secolo.

Calciomercato, il Manchester City ci ha provato per Messi

In questa circostanza, il patron della squadra allenata da Guardiola ha rivelato di aver provato a realizzare il colpo di calciomercato del secolo: 

È vero, abbiamo anche chiesto a Guardiola di tentare di convincere Messi ad accettare la nostra offerta. Gli abbiamo offerto il triplo di quello che guadagna attualmente al Barcellona, purtroppo per noi ha sempre detto di no.

Sì, avete letto bene. Il triplo. Considerando che oggi Leo guadagna ben 43 milioni di euro a stagione al Barcellona, significa che in Premier League il suo potenziale stipendio sarebbe lievitato a quasi 130 milioni netti.

La Pulce, che evidentemente non ha problemi già adesso ad arrivare a fine mese, ha risposto no. Ha fatto una scelta di vita prima che professionale, decidendo di rimanere nel club che lo ha fatto diventare quello che è oggi. Anche con oltre 80 milioni di euro annui in meno sul conto corrente.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.