Serie A, Milan: disastro della gestione cinese. Bilancio a -126 milioni

Durante l’anno di gestione di Yonghong Li i costi sono aumentati addirittura del 22.7%. I ricavi invece non tengono il passo.

Il bilancio del Milan, in Serie A, ha subito un passivo di 126 milioni Getty Images

120 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un vero e proprio disastro. Il Milan targato Yonghong Li non ha vissuto un anno facile, da nessun punto di vista. I risultati in Serie A non sono stati soddisfacenti, in Europa League l'avventura è finita non appena i rossoneri hanno incontrato una squadra di livello (l'Arsenal) e anche dal punto di vista economico la situazione non è di certo rassicurante.

Il prossimo 25 ottobre, durante l'Assemblea dei Soci, il fondo Elliott, nuovo propietario del Milan, dovrà approvare il bilancio che registra un rosso di ben 126 milioni di euro, nel periodo che va dal 1 luglio 2017 al 30 giugno 2018. Che l'esercizio si fosse chiuso in rosso era risaputo, ma le previsioni erano ben diverse: le voci trapelate nei giorni scorsi parlavano sì di un passivo, ma contenuto in meno di 70 milioni.

Va sottolineato che in Serie A sono diverse le squadre che hanno chiuso con un passivo pesante (nei giorni scorsi Il Sole 24 Ore ha evidenziato i problemi della Roma), ma la situazione del Milan è comunque molto delicata. Tra agosto e settembre il fondo Elliott ha infatti già fatto una ricapitalizzazione per 170.5 milioni. Sono inoltre stati accantonati 17.5 milioni per fronteggiare un'eventuale causa dell'ex ad Marco Fassone e delle sanzioni Uefa per le violazioni sul Fair Play Finanziario.

Yonghong Li in tribuna durante una partita del Milan in Serie AGetty Images
Yonghong Li in tribuna durante una partita del Milan in Serie A

Serie A, il Milan chiude il bilancio a -126 milioni

Le difficoltà di gestione di Yonghong Li durante l'anno scorso sono evidenziate dal fatto che la perdita di 216 milioni è in aumento di 53 milioni rispetto all’esercizio precedente. Come si legge in un documento pubblicato dal club di Serie A, inoltre, i ricavi sono cresciuti da 212 a 255 milioni, ma i costi ammontano a 354 milioni, in aumento del 22.7% rispetto ai 273.9 del bilancio relativo al periodo che andava dal 1 luglio 2016 al 30 giugno 2017.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.