Holly e Benji, ecco perché in Spagna e Francia usano la sigla di Lupin

Un vero e proprio trauma: le versioni spagnole e francesi del cartone sul calcio più amato utilizzano la musica che in Italia identifica le avventure di Lupin III.

3 condivisioni 0 commenti

di

Share

Prima di iniziare a scorrere questo articolo, vi invitiamo a sedervi, mettere un bicchiere d'acqua vicino a voi e prepararvi per qualcosa che potrebbe traumatizzarvi in modo indelebile. Già, perché se adesso siete qui a leggere quello che stiamo per descrivervi, saprete certamente dare una chiara intonazione a queste sillabe senza alcun bisogno del pentagramma:

Nanna na na na nanna,

na na nanna na na na naaaa.

Nanna na na na nanna,

na na nanna na na na naaaa.

Giusto no? La stiamo canticchiando tutti insieme nella nostra mente (e se lo state facendo ad alta voce e siete in posti con altre persone, probabilmente qualcuno si sarà anche unito a voi). E tutti sappiamo perfettamente che l'inizio di questo motivetto sia uno, chiarissimo, incontrovertibile: "Due sportivi, due ragazzi, per il calcio sono pazzi". Questa è la musica di Holly e Benji. Punto. Non c'è da aggiungere altro.

Sigle cartoni animati, da Holly e Benji a Lupin

Bene, fatta questa premessa, se come noi che scriviamo appartenete a quell'epoca, quella in cui per vedere il tuo cartone animato preferito dovevi sintonizzarti su Italia1 a un orario preciso davanti alla televisione, altrimenti l'unico rimedio era quello di chiedere successivamente ai tuoi amici cosa fosse successo (non è che potevi poi andare su Youtube o altrove per guardatela "on demand"), allora saprete sicuramente canticchiare questo insieme di vocali messe assieme una dopo l'altra:

Oh ah oh ah oh ah oh

Oh ah oh ah oh ah oh

Oh ah oh ah oh ah oh ah ooooh.

Facile dai. Anche adesso probabilmente la starete canticchiando. E di conseguenza saprete perfettamente che dopo queste vocali, a seguire, c'è una frase: "Di Lupin al mondo uno ce n'è".

Siamo tutti d'accordo, no? Non possono esserci fraintendimenti di alcun genere. La prima sigla è quella di Holly e Benji, la seconda quella del cartone dedicato all'altrettanto famosissimo ladro francese. Benissimo, abbiamo completato la nostra premessa. Ora è il momento di arrivare al succo di questo articolo, quello che potrebbe scioccarvi (almeno per quanto ci riguarda è stato così). 

La destabilizzante versione spagnola

Il caso ha voluto infatti che in questi giorni ricorresse il 35esimo anniversario dell'approdo di Holly e Benji in Spagna e che alcuni portali sportivi iberici abbiano giustamente celebrato la ricorrenza, pubblicando sui social network la sigla del cartone animato.

Ecco, incuriositi da questo amore comune per il celebre anime televisivo tratto dal manga Capitan Tsubasa (che lì chiama Super Campeones, con Oliver y Benji protagonisti. Ma non è certo questo il problema), clicchiamo su quel maledetto tweet (senza immaginare che a partire da quel momento la nostra vita non sarà più la stessa), per sentire che tipo di sigla venisse usata. E mai e poi mai ci saremmo aspettati quello che le nostre orecchie sono si sono ritrovate a sentire.

Sì, avete sentito bene. Non solo non c'è il marchio di fabbrica del "nanna na na na nanna" (che poteva anche starci, effettivamente), ma al suo posto è partito un surreale "oh ah oh ah oh ah oh", proprio quello di Lupin. Ma come è possibile una cosa del genere? Cosa sta succedendo? Questi sono stati inevitabilmente i nostri primi pensieri, vagando con aria interrogativa per casa, senza una meta, con il cellulare in mano.

In Francia vanno addirittura oltre

Pochi secondi e alcune delle più salde certezze della nostra vita sono crollate così, senza neanche un po' di preavviso. Proviamo a trovare una spiegazione sul web. E ci rendiamo conto, attraverso testimonianze di altre persone che hanno subito questo trauma prima di noi, che le sorprese non sono ancora terminate. Anche in Francia, ad esempio succede la stessa cosa.

E non è ancora finita. Perché oltre a utilizzare la sigla di Lupin così come accade in Spagna, i francesi vanno anche oltre, visto che anziché Holly e Benji, il loro cartone animato si chiama "Olive e Tom".

Tom. Ma come Tom? Ma che c'entra Tom? Sarà mica Tom Becker, lo storico compagno d'attacco di Holly (o Olive, come lo chiamano loro)? No, neanche per sogno. Controllando meglio vediamo che per i francesi, colui che è considerato il portiere giapponese più forte di tutti i tempi (non ce ne vogliano gli amanti di Ed Warner), non si chiama Benji Price, bensì Tom Price (e a sua volta Tom Becker si chiama Ben Becker).

Ecco i motivi di questo sacrilegio

Se il vostro cuore ha retto e siete riusciti a leggere fino a questo punto senza perdere i sensi, ora arriva il momento in cui proviamo a darvi una spiegazione di tutta questa blasfemia. Sia chiaro, non è una giustificazione a ciò che avete dovuto subire in questi ultimi minuti. Però almeno quello che state per leggere appagherà leggermente il vostro desiderio di comprendere.

Quella musica celebre che (almeno fino a oggi) abbiamo sempre associato alla sigla di Lupin è stata realizzata dall'italianissimo Ninni Carucci (al secolo Carmelo Carucci), cantante, musicista e compositore di Milano. All'epoca lavorava per il gruppo Mediaset, ed è proprio questo il motivo per il quale ci siamo ritrovati il suo "oh ah oh ah oh ah oh" in Spagna e Francia.

Spieghiamo meglio: la diffusione spagnola e francese di questo cartone animato, rispondeva anche in quel caso a Silvio Berlusconi e alle sue emittenti in loco, rispettivamente Telecinco e La Cinq. Di conseguenza su queste piattaforme è stato possibile riutilizzare i propri prodotti italiani, rielaborandoli però a seconda delle circostanze. E i responsabili dell'epoca, evidentemente, hanno deciso di assegnare la musica di Lupin (perché per noi è e sarà sempre la musica di Lupin) al cartone dedicato a Holly e Benji (perché per noi sono e saranno sempre Holly e Benji) nelle sue declinazioni spagnole e francesi. Ecco dunque svelato il mistero. Anche se, vi capiamo perfettamente, non sarà sufficiente per riprendersi dallo shock. Per quello servirà un po' di tempo. Un bel po'. Per capirci, più o meno quello che serviva per arrivare da una parte all'altra del campo in Holly e Benji.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.