Calciomercato Juventus: obiettivo Ndombele, ma il Lione spara alto

Per il centrocampista, fresco debuttante in Nazionale, oltre ai bianconeri ci sarebbero Tottenham e Manchester CIty. Così il Lione fissa la base d'asta: 80 milioni.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

La nuova stella del calcio francese si chiama Tanguy Ndombele, ha 21 anni, è fresco d'esordio nella Nazionale campione del mondo e gioca nel Lione, anche se presto potrebbe cambiare aria: il centrocampista di origine congolese pare infatti essere al momento l'obiettivo principale del calciomercato Juventus, con il ds Fabio Paratici che da tempo segue i progressi del ragazzo e che nell'ultimo fine settimana si sarebbe recato a Parigi per vederlo all'opera contro il PSG.

Se la prestazione di Ndombele e dell'intero Lione è stata tutt'altro che indimenticabile (Les Gones sono stati sconfitti con un netto 5-0) certo questo non ha fatto sfumare l'interesse che circonda un calciatore giovane ma che sembra già straordinariamente completo e a un passo dalla definitiva consacrazione e che pur essendosi unito all'attuale club da appena una stagione sembra già prossimo a lasciare la Ligue 1 per misurarsi con realtà più importanti.

I resoconti degli osservatori del calciomercato Juventus su Tanguy Ndombele sono entusiasti, ma nonostante si sia mosso con grande decisione il club bianconero sembrerebbe tutt'altro che vicino all'acquisto del giovane, che piace molto anche a Tottenham Hotspur e Manchester City, una situazione che avrebbe spinto il Lione, che notoriamente non cede mai i propri talenti a prezzo di favore, a fissare una base d'asta molto importante: si partirà infatti da 80 milioni di euro.

Obiettivo del calciomercato Juventus, Ndombele ha esordito con la Francia nella gara contro l'IslandaGetty Images

Calciomercato Juventus, chi è Tanguy Ndombele

Un prezzo che può apparire estremamente esagerato per un giovane che fino a oggi ha giocato soltanto in Francia e che soltanto da un anno si misura con la Ligue 1, e che invece può essere in buona parte giustificato dopo aver visto Tanguy Ndombele all'opera, come accaduto agli uomini del calciomercato Juventus e a Didier Deschamps, che lo ha voluto lanciare in Nazionale contro l'Islanda facendolo subentrare al posto di Pogba.

Quella ventina di minuti con la maglia dei Bleus campioni del mondo rappresentano il punto più alto della ancor brevissima carriera di Tanguy Ndombele, che il prossimo 28 dicembre festeggerà il 22esimo compleanno e che è appena alla sua terza stagione da professionista. Nato nei dintorni di Parigi, cresciuto in una serie di squadre minori e quindi nel Guingamp, nel 2014 si trasferisce all'Amiens.

Trascorse quasi due intere stagioni nella squadra riserve del club, viene promosso tra i titolari all'inizio della stagione 2016/2017 e diventa immediatamente un punto di forza della squadra: nonostante all'esordio assoluto operi come terzino destro, presto viene inquadrato dall'allenatore, Cristophe Pellissier, come un centrocampista centrale libero di agire a tutto campo. Nel 4-4-1-1 con cui il tecnico schiera la propria squadra in campo Ndombele agisce prevalentemente nella coppia mediana, ma data la sua straordinaria completezza finirà per giostrare anche come ala destra o trequartista alle spalle della punta centrale. 

Nell'Amiens che conclude al secondo posto la Ligue 2 2016/2017 guadagnandosi per un punto la prima storica promozione in massima serie Tanguy Ndombele è uno dei protagonisti se non il protagonista principale, tanto che bastano appena 2 gare in Ligue 1 per spingere il Lione a prelevarlo con un'operazione che prevede un prestito oneroso del costo di 2 milioni di euro più un diritto di riscatto fissato a 8 che puntualmente, dopo una stagione giocata ad altissimo livello, viene esercitato.

Tanguy Ndombele sembra oggi un giocatore che sembra già pronto per misurarsi con un livello calcistico superiore: rapido di gambe e di pensiero, instancabile, è tenace nel pressing, coraggioso nel contrasto, abbina queste qualità difensive importanti a un dribbling portentoso, bravura negli inserimenti e un gran tiro - finora ha segnato 6-7 gol a stagione - ottime qualità tecniche che gli permettono precisi lanci di 30-40 metri e una visione di gioco che a qualcuno ha fatto persino tirare fuori lo scomodo paragone con il leggendario Zinedine Zidane.

Un paragone sicuramente azzardato, al giorno d'oggi, ma che non può essere escluso in futuro vista la straordinaria rapidità con cui questo ragazzo si è imposto nel mondo del calcio: dotato di una forte personalità, che gli ha permesso di rialzarsi dopo ogni caduta e di non smettere mai di credere in se stesso, Ndombele rappresenterà sicuramente un acquisto importante per il club che riuscirà ad aggiudicarselo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.