Serie A, Moratti: "Inter, basta rancore verso la Juventus per Calciopoli"

L'ex presidente nerazzurro vuole la pace con i bianconeri. E su Marotta ammette: "Mi piacerebbe vederlo da noi".

Dopo anni di grande rivalità in Serie A, l'ex presidente dell'Inter vuole la pace con la Juventus Getty Images

33 condivisioni 0 commenti

di

Share

Finalmente è tornato e come al solito si presenta con il cuore in mano. Massimo Moratti, storico presidente dell'Inter, ha parlato dopo un periodo di silenzio. Si è posto da tifoso nerazzurro, come d'altronde è sempre stato. Lui è come qualsiasi altro interista, solo che ha avuto la fortuna, per anni, di vivere la società dall'interno, perfino di rappresentarla. Il momento più bello lo ha vissuto nel 2010, quando ha vinto Coppa Italia, Serie A e Champions League. Il famoso triplete, primo e (fino a oggi) unico della storia del calcio italiano.

Eppure per parecchi anni l'Inter di Moratti ha vinto poco o nulla (solo la Coppa Uefa del 1998 dal 1995 al 2006). Sono state molte di più le polemiche e le accuse alla Juventus. Dal fallo di Iuliano su Ronaldo nel finale della Serie A 1997-98 in in poi, l'atmosfera fra bianconeri e bianconeri è sempre stata tesa. In un'intervista rilasciata a RMC Sport, ha però cercato di seppellire l'ascia di guerra.

Con Andrea Agnelli ho sempre avuto un rapporto civile e affettuoso. Lo conosco da quando era solo un ragazzo.

Non un caso quindi se Agnelli ha fatto il nome di Moratti come nuovo presidente della Federcalcio. Fra i due i rapporti non sono solo distesi, sono perfino amichevoli, come confermato dall'ex presidente dell'Inter:

Continuare con la polemica di Calciopoli era stucchevole. Fare il mio nome per la candidatura in Federcalcio è stata una cosa molto carina da parte sua e molto coraggiosa. Avrebbe potuto trovare il disaccordo dei tifosi, invece è stata una mossa molto simpatica che credo possa cancellare le conseguenti arrabbiature dopo Calciopoli. Rimane la vicenda, non il rancore.

Moratti parla dell'Inter e della Juventus, sua storica rivale in Serie AGetty Images
Moratti parla dell'Inter e della Juventus, sua storica rivale in Serie A

Serie A, Moratti vuole Marotta all'Inter

Moratti però la candidatura l'ha rifiutata. Ci ha pensato in realtà solo per poche ore, poi ha capito che non sarebbe stato rispettoso nei confronti di Gravina (attualmente unico candidato) che per mesi ha raccolto i voti necessari. Oltre alla Federcalcio però Moratti ha parlato anche dell'Inter che, in un futuro piuttosto vicino, potrebbe affidarsi a Beppe Marotta, in uscita dalla Juventus:

La scelta non sta a me, ma stimo molto Marotta. Ha fatto molto bene, non solo alla Juventus ma anche in altre squadre di Serie A. Lo apprezzerei tantissimo all'Inter.

Vota anche tu!

Massimo Moratti è il miglior presidente della storia dell'Inter?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

L'ex presidente dell'Inter, che si dice sollevato dagli ultimi risultati dei nerazzurri dopo le difficoltà di inizio anno, ammette di essere affascinato da Icardi, ormai non solo bomber e capitano ma vero e proprio leader:

Mauro è cresciuto, ha imparato a fare il capitano. Protegge i compagni, dà fiducia agli altri e segna. Averlo è una fortuna.

Dopo un lungo silenzio Massimo Moratti è tornato a parlare della sua Inter. E come al solito lo ha fatto con il cuore in mano.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.