Russia, Mamaev e Kokorin rischiano 5 anni di carcere

I due giocatori russi rischiano fino a 5 anni di carcere dopo l'aggressione a un funzionario del Governo e a un autista. L'attaccante dello Zenit è anche ricercato per non essersi presentato all'interrogatorio.

200 condivisioni 0 commenti

Share

Carriere che rischiano di essere rovinate. Pavel Mamaev e Aleksandr Kokorin, rispettivamente giocatore del Krasnodar e dello Zenit, hanno perso la testa. I due, protagonisti di una folle aggressione ai danni di un funzionario del Governo e di un autista di una TV, avrebbero dovuto presentarsi davanti alla polizia per essere interrogati, ma a farsi trovare all'appuntamento è stato solo Mamaev.

Kokorin invece è ricercato, come confermato dal capo della polizia russa Yuriy Titov: "Stiamo preparando i documenti per dichiararlo ufficialmente ricercato". Lo Zenit ha già condannato il suo giocatore definendo “disgustoso” il suo comportamento, la Federazione russa ha invece fatto sapere che nessuno dei due vestirà più la maglia della Nazionale.

Kokorin e Mamaev, 27  e 30 anni, rischiano 5 anni di carcere per lesioni e altri 2 per l’aggressione all'autista (come massimo della pena). Inoltre la Prem’er-Liga, la massima divisione del campionato russo, starebbe pensando a una squalifica a vita in patria per tutti e due i giocatori che sarebbero così costretti ad appendere gli scarpini al chiodo. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.