Formula 1, Briatore attacca Vettel e la Ferrari: "Errori incomprensibili"

L'ex manager della Renault ha criticato pubblicamente sia il pilota tedesco che la casa automobilistica italiana: "Devono domare lo stress".

Dopo gli ultimi risultati in Formula 1 Briatore attacca Vettel e la Ferrari Getty Images

34 condivisioni 0 commenti

di

Share

Quasi due mesi senza vittorie. Non solo tanti, ma troppi per uno come Sebastian Vettel. L'ultimo successo è datato 26 agosto in Belgio, quando dominò la gara arrivando davanti a Lewis Hamilton. Quel giorno sembrava che il tedesco potesse competere per il titolo iridato della Formula 1. Nella classifica piloti era infatti secondo a -17 dal pilota della Mercedes.

Da quel momento però le cose sono peggiorate di giorno in giorno. O meglio: sono peggiorate di Gran Premio in Gran Premio. In questo finale di stagione di Formula 1 Hamilton non sembra avere rivali. Viene da quattro successi di fila e, viste le recenti difficoltà di Vettel e della Ferrari, è scappato a +67 in classifica. Di fatto ha guadagnato 60 punti sul tedesco in appena quattro gare.

Aumenta anche la distanza fra Mercedes e Ferrari nella classifica costruttori: la casa tedesca ha infatti 78 punti di vantaggio su quella italiana. Per Flavio Briatore, storico ex manager della Renault, si poteva fare meglio. Lo afferma nel botta e risposta organizzato da Nico Rosberg che intervista i protagonisti (attuali o del passato) della Formula 1 nel suo programma internet “Beyond the Victory”.

Briatore durante una Gran Premio della Formula 1Getty Images
Briatore durante una Gran Premio della Formula 1

Formula 1, Briatore attacca Vettel e la Ferrari

A sbagliare, nelle ultime settimane, secondo Briatore sarebbe stato principalmente il pilota tedesco, che nel Gran Premio di Monza, successivo a quello che vinse in Belgio, è stato protagonista di un incidente con Hamilton che ha però danneggiato solo il ferrarista:

Sebastian è stato il primo nemico di se stesso. Deve capire che la gara è su 53 giri, non su uno solo. Il suo incidente di Monza è stato senza senso. Sai di avere la macchina migliore, freni e stai dietro. Hai altri 50 giri per recuperare, se invece finisci fuori non ci puoi più riuscire. Se vuoi diventare campione del mondo devi saperti accontentare ance di secondi e terzi posti...

Vota anche tu!

Vettel avrebbe potuto diventare campione del mondo se fosse stato più attento?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

A sbagliare in queste settimane non è però stato solo Vettel. Anche la Ferrari avrebbe potuto fare di più secondo Briatore, adottando una strategia più lungimirante: 

Ultimamente sono stati commessi errori di strategia difficili da comprendere. Alcuni campionati vanno vinti gestendoli. Se invece si cerca sempre lo scontro diretto con uno come Hamilton si perde. Questa storia l'ho vissuta con Alonso. Quando lotti per il titolo, vivi un livello di stress incredibile, bisogna riuscire a domarlo.

Evidentemente invece la Ferrari e Vettel, che vengono da quasi due mesi senza vittorie, hanno difficoltà a gestirla la pressione. Proprio quando si è entrati nella fase più calda del campionato sono venuti meno i risultati. Per questo quattro Gran Premi senza vittorie sono troppi e denotano diversi errori. Parola di Briatore.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.