WWE Raw, review 8 ottobre 2018: tutti i risultati e gli highlights

Grandi novità e colpi di scena nella All State Arena di ChIcaro, in Illinois. La prima puntata dopo Super Show-Down è quella della rinascita della D-Generation X.

Dean Ambrose abbandona The Shield a WWE Raw 8 ottobre 2018 WWE

37 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dalla All State Arena di Chicago, in Illinois, è tutto pronto per un nuovo appuntamento con il grande wrestling WWE, che vi racconteremo qui su WWE-ek Raw, la rubrica a cura di FOXSports, dove potrete trovare la review con tutti i risultati e gli highlights di questa puntata di Raw di lunedì 8 ottobre 2018.

Si tratta della prima puntata di Raw dopo il Super Show-Down in Australia di sabato scorso e visto l’epilogo del PPV di Melbourne sono previste ancora scintille. 

Non a caso la WWE ha già annunciato la presenza in questo show di Triple H e Shawn Michaels, attaccati da The Undertaker e Kane al termine del main event di SSD. Allo stesso tempo è programmata la presenza della Hall of Famer Trish Stratus, che risponderà alle accuse di Alexa Bliss, con la quale si dovrà scontrare nel prossimo PPV, Evolution.

Review WWE Raw 8 ottobre 2018, risultati e highlights

Ci sarà anche la rivincita tra The Shield e il trio composto da Braun Strowman, Dolph Ziggler e Drew McIntyre, così come molti altri match. Non ci resta che partire con la nostra review della puntata di Raw di lunedì 8 ottobre 2018, con tutti i risultati e gli highlights di questo nuovo show di grande wrestling.

La D-Generation X torna per sfidare i Brothers of Destruction

Lo show si apre proprio da dove si era concluso Super Show-Down, quando con un assist prezioso di Shawn Michaels, Triple H è riuscito a sconfiggere The Undertaker nel loro Last Time Ever Match. I due poi sono stati attaccati dai Brothers of Destruction al termine dell'incontro, ma questo non significa che non possano avere l'ultima parola.

L'evento in Australia è stato duro da digerire per Shawn Michaels, che ha mantenuto fede alla sua parola data nel giorno del suo ritiro datata ormai otto anni e mezzo fa. Nel corso del volo di ritorno ha avuto l'occasione di analizzare bene la mancanza di rispetto ricevuta e così è stato semplice rispondere alla semplice domanda che gli ha posto Triple H: "Sei pronto?".

Naturalmente, come si aspettava The King of Kings, la risposta di HBK non ha avuto dubbi, a maggior ragione dopo gli eventi di Super Show-Down. La vera domanda secondo Shawn Michaels ora è un'altra: saranno pronti The Undertaker e Kane per il prossimo 2 novembre a Crown Jewels? E chi saranno i loro avversari? La D-Generation X.

Bobby Lashley sconfigge Kevin Owens

Fino a questo momento Lio Rush non aveva mai smesso di parlare al microfono per incitare il suo cliente Bobby Lashley, ma a Chicago è andato anche oltre, umiliando letteralmente Kevin Owens, in un modo che non aveva mai fatto in precedenza.

Il 23enne Piece of Gold ha fatto benissimo il suo lavoro, perché Bobby Lashley non era solo eccitato dall'allenamento motivazionale del Cruiserweight, ma era anche molto più aggressivo del solito, tanto da continuare a infierire il Picchiatore canadese anche a match ormai concluso.

Questo si è chiuso quando Kevin Owens ha provato a salire sulla terza corda, ma Lio Rush lo ha distratto facendo sì che Bobby Lashley lo facesse cadere e incastrare, per poi andarlo a colpire ed eseguire la Dominator. Nel momento della successiva aggressione a KO, Lashley è stato pesantemente fischiato dal pubblico.

Ladies and gentlemen... Elias

Arriva il momento di Elias, che dopo aver detto come non sia stata colpa sua la sconfitta di Melbourne, inizia a prendersela con i Chicago Bulls, venendo sommerso dai fischi. A interromperli ci pensa l'ingresso di Ronda Rousey.

Ronda Rousey tradita dalle Bella Twins

Le Bella Twins hanno vinto un nuovo match insieme a Ronda Rousey contro la Riott Squad. E iniziamente tutto questo sembra essere sufficiente per descrivere questo incontro.

Qualche momento dopo essersi ripetute rispetto a quanto accaduto a Super Show-Down e con la sottomissione di Ronda Rousey ai danni di Ruby Riott via Armbar, però, le Bellas hanno attaccato la campionessa di Raw nel corso della celebrazione per la vittoria. Nikki è stata la prima a colpirla, dando poi vita a un pestaggio due contro una. Ronda non si è arresa subito, ma alla fine ha pagato l'inferiorità numerica contro le due ex Divas Champions.

L'attacco è finito con i piedi di Nikki e Brie sopra Ronda Rousey per umiliarla, del tutto impassibili di fronte ai fischi del pubblico. Il loro tradimento è stato ampiamente ripagato: la campionessa di WWE Raw è al tappeto e le Bellas sembrano essersi innalzate a donne più cattive del pianeta.

Finn Bálor e Bayley sconfiggono Jinder Mahal e Alicia Fox

La rivalità tra queste due coppie miste era troppo alta per non finire oltre il Mixed Match Challenge Match. Così, anche se si sono già affrontati in modo selvaggio martedì sera, Alicia Fox e Jinder Mahal hanno ottenuto una rivincita a Raw.

L'incontro si è chiuso in favore della coppia B'N'B, quando il team "Mahalicia" ha iniziato a commettere delle scorrettezze e così Bayley ha trascinato fuori dal ring Alicia prendendola per le caviglie. A quel punto Mahal si è ritrovato in "zona di lancio" e Bálor ha eseguito il suo Coup de Grâce decisivo.

Kurt Angle vince una Global Battle Royal e si qualifica alla WWE World Cup

Nella WWE World Cup che si terrà a Crown Jewel ci saranno 4 superstar di Raw e 4 di SmackDown, in un torneo a eliminazione cui prenderanno parte appunto 8 atleti, da cui sarà determinato il "campione del mondo". John Cena è stato inserito d'ufficio all'interno di questa contesa, e anche il prossimo concorrente di Raw è un altro atleta di fama mondiale.

No, non è Baron Corbin, nonostante il piano del General Manager possa lasciarlo pensare. Il Constable infatti ha indetto una Battle Royal a cui ha partecipato lui stesso e un gruppo di concorrenti selezionati in giro per il mondo, impedendo anche che Heath Slater possa partecipare. A vincere però è a sorpresa Kurt Angle, entrato nel match sotto le spoglie del Conquistador mascherato. L'Hall of Famer è scivolato fuori dal ring appena il match è cominciato, per poi tornarci non appena Corbin ha finito di decimare il suoi avversari.

Dopo l'ultima eliminazione del Constable nei confronti del lussemburghese Thunder Montgomery, il Conquistador è salito sul ring e ha eseguito un German Suplex e un Angle Slam, per poi eliminare The Lone Wolf e svelare a tutti la sua identità.

Ember Moon batte Nia Jax per count-out

Quattro mesi dopo la sua perdita del titolo di campionessa di Raw proprio a Chicago, Nia Jax ritorna a combattere contro Ember Moon. Vista la loro collaborazione nelle ultime settimane, il match è cominciato in modo amichevole.

Ma l'intensità è aumentata con il passare dei minuti, soprattutto dopo una serie di Suicide Dive dell'ex NXT Women's Champion. Uno di questi ha fatto terminare Nia contro l'apron e ha consentito a Ember Moon di vincere per count-out. Al termine della sfida le due si sono comunque abbracciate in segno di rispetto.

Alexa Bliss e Mickie James sfidano Trish Stratus in un Tag Team a Evolution

Trish Stratus ha fatto come annunciato il suo ritorno a Raw, per parlare brevemente di quanto detto da Alexa Bliss la settimana prima. Dopo che The Goddess e Mickie James si sono presentate sul ring per affrontare faccia a faccia la sette volte campionessa del mondo, le hanno prospettato un Tag Team Match a Evolution.

A Trish Stratus è piaciuta subito molto l'idea. E a quanto pare ha già una compagna pronta a unirsi a lei: è Lita! La rossa si è presentata subito è ha aiutato l'ex rivale a buttare fuori dal quadrato Alexa e Mickie.

Bobby Roode e Chad Gable sconfiggono gli Ascensions, ma arrivano gli AOP

Nelle ultime settimane The Ascensions e la coppia composta da Bobby Roode e Chad Gable si sono sfidati tante volte. In alcune occasioni hanno vinto i primi, in altre i secondi. Ma proprio quando sembrava che questa faida potesse volgere al termine, ecco che sono arrivati gli Authors of Pain a scombinare tutti i piani.

Quando Bobby Roode e Chad Gable (pur con qualche piccola incomprensione) sono sembrati sul punto di chiudere il match, tutto si è trasformato in un incubo proprio per via dell'ingresso degli Authors of Pain, con Akam e Rezar che hanno spazzato via brutalmente chiunque si sia trovato sulla loro strada.

Paul Heyman presenta il Triple Threat Match di Crown Jewel

A Crown Jewel c'è chi, come Brock Lesnar, avrà l'occasione di diventare il primo due volte campione Universale della storia, nel caso in cui dovesse vincere il Triple Threat Match con Braun Strowman e Roman Reigns. Per questo Paul Heyman è apparso nell'arena, facendo alcune riflessioni sul suo cliente.

Il suo pensiero è semplice: mentre Roman Reigns e Braun Strowman hanno avuto di che preoccuparsi nei loro scontri delle ultime settimane, Brock Lesnar è rimasto a casa ad allenarsi come un animale, lavorando da solo per raggiungere il suo obiettivo: diventare campione sia in UFC che in WWE. La conclusione, quindi, per Paul Heyman è più che scontata.

I Dogs of War sconfiggono The Shield

Braun Strowman non è molto entusiasta del fatto che lui, Drew McIntyre e Dolph Ziggler abbiano perso contro The Shield a Super Show-Down. Così ha chiesto al suo team una reazione d'orgoglio, che è arrivata e ha lasciato Roman Reigns, Seth Rollins e Dean Ambrose con molti dubbi.

Dolph Ziggler e Drew McIntyre non si sono limitati a dare il loro semplice contributo nella rivincita contro The Hounds of Justice, ma sono riusciti a mantenere sempre il controllo del match, anche quando l'aggressività di Braun Strowman sembrava stesse per prendere il sopravvento su di lui. In un caso in particolare il Monster among Men se l'è presa con lo Showoff e questo ha portato a un faccia a faccia tesissimo con un furioso McIntyre.

Percependo la possibilità di vittoria, The Shield ha dato vita a una rissa intorno al ring, che si è conclusa con una Spear di Roman Reigns su Braun Strowman. Nel mentre Dean Ambrose è rimasto sul ring e Drew McIntyre ne ha approfittato per eseguire a sorpresa la sua Claymore e prendersi così la vittoria.

Questa volta Dean Ambrose non è sembrato molto contento della sconfitta. Mentre Roman Reigns e Seth Rollins recuperavano sul ring, il Lunatic Fringe - che aveva confermato la sua appartenenza a The Shield pochi giorni prima - è rotolato fuori dal quadrato andandosene senza dire una parola e lasciando i suoi fratelli interdetti. Il motivo non è dato sapersi. Lo scopriremo sicuramente nelle prossime puntate di WWE Raw.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.