UFC, mano leggera dei giudici per Khabib e McGregor: stop di 10 giorni

La commissione atletica del Nevada darà una squalifica molto breve ai 2 fighter: la rivincita nell'ottagono è sempre più probabile.

494 condivisioni 0 commenti

di

Share

Quanto successo alla T-Mobile Arena di Las Vegas nella notte fra il 6 e il 7 ottobre non smette di far parlare il mondo delle arti marziali miste. L'epilogo dell'incontro fra Conor McGregor e Khabib Nurmagomedov (ma soprattutto la rissa arrivata dopo la fine del match) ha fatto il giro del mondo.

Tutti gli appassionati della disciplina si stanno chiedendo cosa succederà ora ai 2 fighter, rei di aver partecipato alla clamorosa rissa che ha coinvolto anche i rispettivi entourage subito dopo la vittoria del russo all'evento UFC 229.

Il prossimo passo, quasi obbligato, sembra essere un rematch in futuro data anche la pazzesca esposizione che l'accaduto ha avuto su tutti i media, anche non sportivi. Però prima c'è da capire quali saranno le conseguenze legali per le azioni di McGregor e Khabib dopo l'incontro. E a quanto pare la squalifica per i due sarà decisamente minima.

UFC, squalifica di 10 giorni per McGregor e Khabib

Proprio in queste ore, il patron della UFC Dana White aveva dichiarato che avrebbe dovuto aspettare il giudizio della commissione atletica del Nevada nei confronti dell'attuale campione dei pesi leggeri per capire il futuro della cintura.

Ebbene, stando a quanto riportato da Lance Pugmire del Los Angeles Times, sia Khabib che McGregor dovrebbero ricevere una sospensione di soltanto 10 giorni dalla giuria. La commissione si riunirà a fine mese per finalizzare la decisione e fino a quel giorno tratterrà il compenso di circa 2 milioni di dollari che sarebbe spettato al russo.

Un verdetto abbastanza clemente in particolare per The Eagle, reo di aver dato il via alla pazzesca rissa dopo la fine dell'incontro vinto contro McGregor. L'irlandese dal canto suo è stato ufficialmente sospeso da UFC fino al 6 novembre ma non per il suo comportamento: lo stop a The Notorious infatti è una procedura medica del tutto normale e non ha nulla a che vedere con i fatti di Las Vegas ma soltanto con le sue condizioni fisiche. In attesa dell'ufficialità delle squalifica, c'è da capire il futuro della cintura dei pesi leggeri e dei due lottatori. La rivincita sembra inevitabile e un membro dell'entourage di Nurmagomedov ha già fatto capire che l'attuale campione chiederebbe una cifra record per rientrare nell'ottagono contro l'irlandese.

Anche Dana White ha lasciato intendere che il rematch si farà ma nel frattempo Khabib potrebbe difendere la sua cintura contro Tony Ferguson mentre a McGregor potrebbe essere offerto un ricco compenso per il "rubber match" contro Nate Diaz. Quel che è certo è che il proprietario di UFC si sta già sfregando le mani per il grande numero di marquee match che si prospettano nei prossimi mesi nella sua compagnia.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.