Italia-Ucraina: probabili formazioni, quote e dove vederla in TV

Mancini non deve perdere nemmeno un secondo per definire modulo, calciatori adatti e strategie da qui ai prossimi Europei. In questo senso anche l’amichevole contro l’Ucraina è un test importante.

41 condivisioni 0 commenti

di

Share

Per l’Italia di Mancini torna finalmente una cara amica, la buona e vecchia amichevole che può far giocare con minore tensione addosso e magari provare in corsa un po’ di uomini, se non anche moduli differenti, senza l’assillo della vittoria e della paura di perdere in Nations League e avere poi ripercussioni pesanti per le qualificazioni europee e mondiali. La nostra avversaria sarà l’Ucraina di nostre vecchie conoscenze, Schevchenko-Tassotti in panchina, che schiera calciatori interessanti, soprattutto sulle fasce, come Konoplyanka e Yarmolenko.

Non sarà di sicuro una partita facile per la nostra Nazionale, anche se rispetto alle uscite di settembre questa volta un paio di giocatori cardine mostrano segni di crescita molto evidenti, fra tutti Insigne, che ha giocato molto bene anche contro il Liverpool in Champions League, Chiesa, sempre più imprendibile con la Fiorentina e Pellegrini, nelle ultime partite decisivo per le sorti romaniste.

Mancini dovrebbe usare questa amichevole soprattutto per indicare un modulo con cui vorrebbe affrontare le avversarie, partendo dalle risorse umane che ha a disposizione. Contro Polonia e Portogallo a settembre ha alternato il 4-3-3 e il 4-4-2, con momenti di 4-2-4 per recuperare situazioni disperate. Forse la prima decisione netta e chiara che il ct deve prendere riguarda proprio il modulo. Così facendo, i calciatori possono avere ben chiaro cosa chiede l’allenatore nel suo assetto di squadra e pensare al proprio ruolo in un modo diverso. Basti vedere quello che Ancelotti sta tirando fuori da Insigne, per capire quanto mettere un calciatore nelle condizioni ottimali per esprimersi in campo, può cambiare tutto.

Dopo buone prove con la Roma, Pellegrini nelle probabili formazioni titolari di Italia-UcrainaGetty Images
Lorenzo Pellegrini è ad una prova di maturità importante con la Nazionale nella partita contro l'Ucraina

Probabili formazioni di Italia-Ucraina

A differenza di Ancelotti al Napoli che ha avvicinato Insigne alla porta, in un 4-4-2 mai provato da Sarri prima, in Nazionale il napoletano dovrebbe ripartire dalla sua posizione ormai classica, quella di mezzapunta esterna a sinistra, con compiti di rifinitura per le altre due punta. Al centro dovrebbe esserci Immobile, anche per l’accantonamento temporaneo di Belotti, che in realtà sa di bocciatura, mentre a destra va Chiesa, il ragazzo a cui dare fiducia, come fa Pioli con la Fiorentina.

A centrocampo ci sono un po’ di uomini interessanti da poter vedere insieme. L’idea del doppio play Jorginho-Verratti, con Chiesa che si abbassa quando subiamo la manovra avversaria, formando poi un centrocampo a 4, è un’idea percorribile, soprattutto per avere maggiore qualità e ritmo nella manovra, ma è più probabile la scelta di un solo regista, magari Verratti, accompagnato da due mezzali di corsa non tenute solo alla copertura, come Pellegrini e Barella. Hanno lasciato il ritiro per infortunio Cutrone, Romagnoli, D'Ambrosio e Zaza. 

Addirittura Mancini potrebbe optare per un centrocampo a cinque, togliendo un attaccante, e in quel caso Verratti farebbe la mezzala centrale e a sostenere la manovra offensiva potrebbe essere chiamato Bernardeschi, molto a suo agio quando invece di essere isolato in fascia, viene impiegato più al centro del campo.

Poiché però la scelta 4-3-3 è molto più probabile, la difesa a 4 dovrebbe essere composta dal duo juventino Bonucci-Chiellini al centro e dalla coppia di terzini Florenzi a destra e Criscito a sinistra, anche se l’idea di far partire Emerson Palmieri contro una squadra che ha ottimi laterali, al fine di testarlo contro buoni avversari, sarebbe una scelta sensata.

L’ucraina infatti ha un trio di mezzepunte molto pericolose, perché abbinano la bravura nel dribbling e nel puntare la porta di Konoplyanka, al genio intermittente ma sempre lucente di Yarmolenko, a cui da poco è stato aggiunto anche il brasiliano naturalizzato Marlos. Per il resto solo onesti calciatori che vanno a definire una squadra facilmente attaccabile soprattutto sul ritmo.

Italia (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Criscito; Barella, Verratti, Pellegrini; Chiesa, Immobile, Insigne

Ucraina (4-2-3-1): Pyatov; Karavaev, Burda, Rakitskiy, Matvienko; Stepanenko, Malinowski; Yarmolenko, Marlos, Konoplyanka; Yaremchuk

Dove vedere Italia-Ucraina in TV e streaming

Il match tra Italia e Ucraina è in programma mercoledì 10 alle 20.45 e sarà trasmesso in TV da Rai 1, anche sul canale in HD. Il match è disponibile in streaming su Rai Play.

1x2: le quote dei bookmakers

Nonostante siamo una delle nazionali più in crisi del panorama mondiale, almeno in amichevole contro l’Ucraina siamo favoriti per la vittoria. L’1 è dato intorno all’1,70, mentre il 2 supera sempre quota 5. Con tutte le sostituzioni che ci saranno, magari un pensiero ad un X/2 però potrebbe essere corretto e la quota a 2,15 è allettante. Di sicuro i bookmakers pensano che non ci saranno tanti gol, tanto che l’Under 2,5 è dato solo a 1,68, mentre può essere interessante il gol per entrambe le squadre a 1,95. Con la difesa che ci troviamo, capace di prendere sempre gol anche contro l’Arabia Saudita, la possibilità che entrambe le squadre segnino nel primo tempo con una quota a 5,20 è molto interessante.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.