È tornato Paco Alcacer: numeri da record con il Borussia Dortmund

Arrivato in estate dal Barcellona, l'attaccante spagnolo in campionato ha segnato 6 gol in appena 81 minuti giocati, numeri che valgono un ritorno in Nazionale.

139 condivisioni 0 commenti

di

Share

Sicuramente uno degli attaccanti più sottovalutati nell'intero panorama calcistico mondiale, Paco Alcacer è tornato a far parlare di sé ergendosi a protagonista assoluto dell'ultimo turno di Bundesliga, dove ha trascinato il Borussia Dortmund - che lo ha acquistato la scorsa estate in prestito oneroso con diritto di riscatto dal Barcellona - a un'importantissima vittoria per 4-3 sull'Augsburg che ha sancito il primato in classifica dei giallo-neri allenati da Lucien Favre.

Entrato al 59esimo minuto di gioco, con i suoi sotto 0-1 a causa del gol segnato da Finnbogason, Alcacer ha letteralmente trasformato la gara segnando una spettacolare tripletta nel giro di poco più di mezz'ora sotto gli occhi esterrefatti del pubblico del Signal Iduna Park: il primo gol è arrivato quando non erano ancora trascorsi due giri di lancetta dal suo ingresso in campo su assist del giovanissimo Sancho, poi con la squadra nuovamente in svantaggio ha trovato ancora il pari con un bel destro sul primo palo.

Infine, con le squadre nuovamente in parità (3-2 di Gotze all'84esimo, 3-3 di Gregoritsch all'87esimo) ha chiuso definitivamente i giochi in pieno recupero, al 96esimo, con un calcio di punizione dalla distanza di rara precisione e potenza. Tre gol memorabili, che vanno ad aggiungersi a quello segnato alla terza giornata contro l'Eintracht Francoforte e ai due rifilati al Bayer Leverkusen, quando ancora una volta subentrando dalla panchina regalò una vittoria 2-4 al Borussia Dortmund, anche in quella occasione protagonista di una spettacolare rimonta come quella avvenuta contro l'Augsburg.

Paco Alcacer, numeri da record in Bundesliga: 6 gol in 81 minuti!

Con la Bundesliga cominciata quando ancora doveva definire il trasferimento a Dortmund, avendo poi saltato due partite per infortunio, i conti sarebbero presto fatti: 3 presenze e 6 gol, numeri davvero notevoli che diventano ancora più impressionanti constatando che in nessuna di queste partite lo spagnolo è partito come titolare. Scendendo nel dettaglio scopriamo quindi che Paco Alcacer finora ha segnato in campionato 6 gol in appena 81 minuti giocati, un record che certifica la rinascita di un talento che sembrava essersi un po' perso per strada e che in Germania potrebbe avere iniziato un nuovo corso della propria carriera.

Cresciuto nel Valencia, Paco Alcacer si afferma giovanissimo nel mondo del calcio grazie a qualità davvero eccezionali: ambidestro, rapidissimo e dotato di un tiro secco e molto preciso, il giovane arriva poco più che ventenne a vestire la maglia della Spagna dopo aver fatto faville nelle selezioni giovanili - capocannoniere agli Europei under 17 del 2010, campione europeo under 19 nel 2011 e nel 2012 - e si conferma segnando 3 reti nelle prime 4 presenze.

Contemporaneamente emerge definitivamente in tutto il suo splendore nel Valencia, per 3 stagioni consecutive finisce la stagione in doppia cifra e infine viene acquistato dal Barcellona, che per averlo alle proprie dipendenze sborsa 30 milioni di euro. Siamo nell'estate del 2016, le aspettative del ragazzo sono altissime: quello blaugrana, però, si rivelerà un sogno e poco più. Nei due anni trascorsi in Catalogna Paco Alcacer non andrà mai oltre il ruolo di riserva, giocando soltanto scampoli di gara fatica a lasciare il segno, perde il treno della Spagna (dove finora ha giocato 13 partite condite da 6 gol) e finisce quasi per essere dimenticato dal mondo del calcio.

View this post on Instagram

Team!🐝 @bvb09 ⚽️😁 #happy #bvb

A post shared by Paco Alcacer (@paco93alcacer) on

Il ritorno, prepotente, è storia di queste ultime settimane: 6 gol in 81 minuti in campionato, uno in una partita - l'unica giocata per intero in questa stagione - di Champions League contro il Monaco, un totale di 7 gol - quanto realizzato nell'intera stagione scorsa al Barcellona - e il primo posto nella classifica cannonieri di una Bundesliga che ha riscoperto un campione di appena 25 anni, compiuti lo scorso 30 agosto, che forse aveva bisogno soltanto di sentire intorno a sé un po' di fiducia.

Il giorno precedente l'impresa di Augsburg la notizia che forse lo ha reso così carico e ansioso di spaccare il mondo: per il nuovo corso della Spagna il ct Luis Enrique ha pensato a lui, a quel fiuto del gol ritrovato ma forse davvero mai perso, alla sua fame. Dopo quasi tre anni Alcacer potrebbe ritrovare la maglia delle Furie Rossnei prossimi impegni di Nations League, ideale coronazione di un momento davvero magico. Le difese tedesche e europee sono avvertite: Paco è finalmente tornato, e fermarlo non sarà facile.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.