Serie A, le pagelle di Milan-Chievo: doppio Higuain, bene Suso

L'argentino segna una doppietta e trascina di nuovo il Milan, ottima prova anche dello spagnolo autore di due assist. Nel Chievo si salvano solo Sorrentino e Pellissier.

193 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il Milan per dare continuità alle vittorie contro Sassuolo e Olympiakos, il Chievo per cercare di abbandonare l'ultimo posto in classifica: a San Siro gli uomini di Gattuso affrontano il fanalino di coda della Serie A in una partita che può significare molto per entrambe le squadre, tra motivazioni europee e lotta salvezza. E le prime, a conti fatti, sembrano aver avuto decisamente la meglio.

I rossoneri nel primo tempo spingono subito sull'acceleratore: Chievo chiuso nella sua metà campo, il Milan colleziona occasioni a ripetizione e sfiora più volte il vantaggio. Dopo un paio di grandi interventi di Sorrentino, arriva l'1-0: misunderstanding tra Bani e Sorrentino, il pallone sporco viene pulito da Suso che pesca Higuian in area al 27'. Il duetto si ripete 7 minuti più tardi: lo spagnolo serve l'argentino liberissimo al centro dell'area. E il numero 9 non sbaglia: a fine primo tempo è 2-0.

Nella ripresa il copione non cambia: il Milan continua ad attaccare e centra il 3-0 grazie a un tiro di Bonaventura deviato da Rossettini al 56', poi il Chievo riesce ad accorciare le distanze grazie alla rete del sempreverde Pellissier al minuto 63. Ma è solo un'illusione: gli ospiti non sono mai veramente in partita ed escono sconfitti per 3-1. Sorride il Milan, mentre il Chievo resta all'ultimo posto in Serie A. 

Serie A, le pagelle di Milan-Chievo

  • Milan (4-3-3): Donnarumma 6; Abate 6, Musacchio 6, Zapata 6.5, Rodriguez 6 (87' Laxalt s.v.); Kessié 5.5, Biglia 7, Bonaventura 6.5 (76' Cutrone s.v.); Suso 7.5 (90' Castillejo s.v.), Higuain 7.5, Calhanoglu 5.5. All. Gattuso 6.5
  • Chievo (4-4-2): Sorrentino 6.5; Depaoli 5.5, Bani 5, Rossettini 5.5, Barba 5.5; Birsa 5.5, Rigoni 5 (69' Kiyine 6), Radovanovic 5.5, Leris 5.5 (78' Jaroszynski s.v.); Stepinski 5, Pellissier 6.5 (67' Pucciarelli 6). All. D'anna 5

I miglioriSerie A

Higuain 7.5

Ancora una volta, sempre lui: Higuain ha sbloccato il match con un gol da attaccate vero, con freddezza, astuzia e tempi giusti. Poi segna anche il raddoppio, approfittando di uno svarione della difesa del Chievo. Adesso i gol con la maglia del Milan sono 6 in 7 presenze, di cui 5 in Serie A, più l'assist per Cutrone contro la Roma. Semplicemente decisivo.

Suso 7.5

I due gol di Higuain vanno a braccetto con i due assist di Suso: lo spagnolo è sempre nel vivo del gioco, si rende pericoloso con i soliti cross col sinistro a tagliare l'area. Ottima partita. 

Biglia 7

Un altro argentino tra i migliori in campo: sin dalle prime battute del match, Biglia dimostra un'ottima forma fisica con chiusure importanti e testa sempre alta. Una delle sue migliori prove con la maglia rossonera.

Serie A, Biglia domina a centrocampoGetty Images

I peggiori

Bani 5

Fermare Higuain non è facile per nessuno, vero, ma il difensore centrale del Chievo mette in scena una resistenza fin troppo morbida: tra deviazioni sporche e mancate coperture, l'argentino viene lasciato troppo libero. E non perdona.

Stepinski 5

Poco incisivo il giovane attaccante di D'Anna, che resta schiacciato tra Zapata e Musacchio e non riesce a pungere. Perde il confronto diretto con il suo compagno di reparto, che nonostante le trentanove primavere continua a segnare. Chapeu per Pellissier, Stepinski rimandato.

Rigoni 5

Il fratello segna a Genova, lui stecca a Milano: prestazione inconsistente del centrocampista del Chievo, praticamente invisibile a San Siro. Niente copertura, niente inserimenti: prestazione da dimenticare.

Serie A, brutta prova di BaniGetty Images

Gli allenatori

Gattuso 6.5

Buona prova del Milan contro un avversario non proprio irresistibile. I tre punti comunque sono arrivati, la vittoria non è stata praticamente mai in dubbio. È arrivato però il tredicesimo gol subito di fila in Serie A: Ringhio non sarà di certo contento.

D'Anna 5

Panchina più che a rischio: il Chievo perde a San Siro senza mai essere veramente in partita e resta inchiodato all'ultimo posto in classifica. Urge una svolta, in un modo o nell'altro. E in questi casi spesso è l'allenatore a pagare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.