WWE Super Show-Down - Risultati e Highlights del PPV in Australia

Dal Melbourne Cricket Ground va in scena lo show australiano della WWE: The Undertaker sfida Triple H. Ecco tutti i risultati degli incontri in diretta scritta.

49 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ci siamo, è arrivato il momento dell’appuntamento con il grande wrestling, quello che ci porta al più grande WWE Live Event di sempre in Australia. Tutto è pronto per Super Show-Down, il PPV della società di sport-entertainment di Vince McMahon, per l’occasione nella terra dei canguri.

Precisamente sarà ospitato questo 6 ottobre dal Melbourne Cricket Ground di Melbourne (con 70309 tifosi presenti) e come sempre noi di FOXSports.it vi racconteremo in diretta scritta tutto quello che accadrà, svelandovi match dopo match tutti i risultati.

Lo show WWE inizierà ufficialmente alle 11 (con il fuso orario australiano questa volta eviteremo di fare nottata) e come sempre noi saremo collegati per raccontarvi tutto, a partire da ciò che accadrà durante il kickoff di Super Show-Down.

WWE Super Show-Down, tutti i risultati

Davvero match molto interessanti nella card del programma, il più atteso ovviamente quello tra Triple H e The Undertaker, con Shawn Michaels e Kane ai rispettivi angoli per dare il loro sostegno. Insomma, sarà un sabato mattina all’insegna del grande wrestling. Meglio dunque mettersi comodi e iniziare a gustarsi tutti i risultati dello show in Australia della WWE, Super Show-Down.

The Bar vs New Day (C)

SmackDown Tag Team Championship Match

Si parte con la sfida che mette in palio i titoli di coppia di SmackDown: i campioni del New Day difendono le cinture con la formazione composta da Xavier Woods e Kofi Kingston (e Big E all'angolo). Cesaro e Sheamus possono quindi contare su più muscoli e centimetri rispetto ai due rivali, che invece la mettono sull'agilità.

Ad avere la meglio sono proprio i campioni in carica, che riescono a vincere dopo lo schienamento di Kofi sul Superman svizzero, che segue il suo Back Stabber Double Stomp.

New Day vince e conserva il titolo.

Charlotte vs Becky Lynch (C)

SmackDown Women's Championship Match

Si passa subito a un altro titolo di SmackDown in palio, è quello di campionessa femminile detenuto da Becky Lynch. Di fronte ovviamente la sua ex amica Charlotte Flair. La sfida è molto dura, a tratti si trasfoma in una vera e propria rissa. La figlia del Nature Boy va a segno con la Spear ma non basta per il conteggio di tre. Prova poi con il Moonsault ma Becky lo respinge.

Dopo un tentativo di sottomissione da parte di Charlotte, la Lynch ne esce e fa come per andarsene insieme alla sua cintura. L'ex campionessa la ferma e va a segno con un'altra Spear, connettendo poi la sua Figura 8. Becky però non cede, perché prende la cintura e colpisce l'avversaria, facendo scattare la squalifica e conservando così il titolo.

Al termine dell'incontro Charlotte prova a vendicarsi, ma Becky riesce a ribaltare subito l'inerzia e infierisce su di lei, per poi andarsene con la cintura.

Charlotte vince per squalifica, Becky rimane campionessa.

Ladies and Gentlemen, Elias... and Kevin Owens

Elias parte bene stavolta (dando prima sfoggio delle sue doti artistiche alla chitarra), parlando in termini positivi dell'Australia. Poi però ovviamente, insieme a Kevin Owens, inizia a provocare, con il picchiatore canadese che dice quanto sarebbe stato meglio se lo show si fosse sviluppato in Canada. I due vengono interrotti dall'ingresso prima di Bobby Lashley, poi di John Cena. È il momento di iniziare il loro match.

Elias e Kevin Owens vs Bobby Lashley e John Cena

Parte il match e la strategia di Kevin Owens ed Elias consiste nel non consentire a John Cena di entrare in gioco, concentrandosi esclusivamente su Bobby Lashley. I due riescono a portala avanti per un bel po', ma alla fine il leader della Cenation riesce a prendere il tag dal Dominatore e in pochi secondi si sbarazza di Elias con 5 Knuckle Shuffle prima e AA dopo.

A seguire il conteggio di tre, con John Cena che prende il microfono e si prende qualche secondo per parlare e dire che la sua vita adesso è diversa rispetto a prima, ma lui non dimenticherà mai da dove proviene, ribadendo come la WWE sia e resti per sempre la sua casa.

John Cena e Bobby Lashley battono Kevin Owens ed Elias

The IIconics vs Asuka e Naomi

È il momento degli idoli di casa, le due australiana Peyton Royce e Billie Kay, che al momento del loro ingresso sottolineano subito quanto sia bello essere a casa, di fronte al proprio pubblico. Le due riescono a vincere, quando Billie Kay impedisce a Naomi di colpire Peyton Royce e le permette di andare a chiudere subito dopo.

Le IIconics battono Asuka e Naomi

Samoa Joe vs AJ Styles (C)

WWE Champioship No Disqualification and No Count-Out Match

AJ Styles e Samoa Joe iniziano a picchiarsi ancora prima di salire sul ring, poi lo raggiungono e l'incontro può iniziare ufficialmente. Un match in cui non sono previste squalifiche, né conteggi fuori dal ring: insomma, ci dovrà essere un vincitore. La parte dell'incontro si sviluppa interamente sul quadrato, senza ricorrere ad alcun oggetto contundente nonostante la stipulazione senza squalifiche.

Poi Samoa Joe va a prendere una sedia, ma gli si ritorce contro perché AJ Styles lo colpisce con un Dropkick facendogliela sbattere addosso. Il campione WWE impugna così la sedia e la ysa più volte contro il suo avversario. L'inerzia si capovolge e la Submission Machine porta anche un tavolo sul quadrato.

Prova un Superplex, ma anche stavolta la sua mossa si rivela sbagliata, perché The Phenomenal ci fa cadere il samoano, mandandolo in frantumi. Joe dice all'arbitro che il ginocchio sinistro "è saltato fuori", ma vuole comunque continuare. Styles allora infierisce, provando ad applicare la Calf Crusher. Joe la elude e prova a connettere la sua Coquina Clutch, da cui però il campione esce subito e continua a colpire sul ginocchio infortunato. Samoa Joe prova di nuovo a imprigionare il campione nella sua mossa di sottomissione, ma alla fine è AJ Styles a farlo cedere, con la sua Calf Crusher proprio sul ginocchio sinistro.

AJ Styles vince e resta campione WWE.

The Riott Squad vs The Bella Twins e Ronda Rousey

Arriva prima la Riott Squad, poi le Bella Twins con Ronda Rousey, che si abbracciano più volte. Con l'inizio del match c'è però un momento di incomprensione tra Nikki e la campionessa di Raw, visto che entrambe vorrebbero cominciare la sfida. Alla fine Ronda lascia che sia l'altra a partire. Nikki e Brie si danno continuamente Tag tra di loro, escludendo l'ex UFC.

Finalmente Ronda Rousey riesce a entrare sul ring ed è una furia, combattendo praticamente da sola. Addirittura va a chiudere con una doppia Armbar su Sarah Logan e Liv Morgan, che cedono simultaneamente. Le Bella Twins salgono di nuovo sul ring per festeggiare insieme.

Cedric Alexander (C) vs Buddy Murphy

Cruiserweight Championship Match

Passiamo a un nuovo match titolato, l'ultimo di WWE Super Show Down. In palio la cintura dei pesi leggeri, con il campione Cedric Alexander che deve difendersi dall'osannato australiano Buddy Murphy, entrato nel tripudio generale e con la bandiera attorno a sé.

L'epilogo sembra scontato e un ulteriore indizio (con annessa ovazione) si capisce quando Buddy Murphy interrompe a due il conteggio dopo aver subito il Lumbar Check. A seguire arriva anche la Murphy's Law che gli consente di schienare Cedric e diventare così il nuovo campione dei Cruiserweight.

Buddy Murphy batte Cedric Alexander e diventa campione dei Cruiserweight.

Braun Strowman, Dolph Ziggler e Drew McIntyre vs The Shield

Siamo arrivati al 6-Man Tag Team Match, con i Dogs of Wars da una parte (Braun Strowman e i campioni di coppia di Raw, Dolph Ziggler e Drew McIntyre), The Shield dall'altra. Il campione Universale Roman Reigns, il campione intercontinentale Seth Rollins e il pensiero Dean Ambrose fanno il loro ingresso attraverso il pubblico e indossando una sorta di maschere antigas. Inizia la rissa, ma non il match, che parte solamente dopo, quando Ziggler e McIntyre evitano che Braun Strowman venga lanciato sul tavolo di commento.

La sfida è molto dura ed equilibrata: un errore di valutazione fa sì che Roman Reigns colpisca involontariamente Dean Ambrose con un Superman Punch. Adesso l'incontro è momentaneamente tre contro due, con i tre Dogs of War che si posizionano a tre lati diversi del ring, accerchiando il Big Dog e Seth Rollins. Dean Ambrose si rialza e si posiziona al quarto, sembra stia sul punto di tradire i suoi fratelli, ma poi entra di corsa e attacca Braun Strowman, riportando la situazione in parità numerica.

I tre vanno per la Triple Powerbomb su Drew McIntyre, ma il Monster Among Men riesce a stopparla sul nascere, iniziando poi a fare piazza pulita dello Shield e lasciando il Lunatic Fringe nelle mani di Dolph Ziggler. Lo Showoff lo lancia fuori, Braun Strowman lo carica ma Roman Reigns lo salva colpendo il vincitore dell'ultimo Money in the Bank con la Spear. La sfida si sposta così sul ring, dove i campioni di coppia di Raw provano ad assestare la Claymore-ZigZag su Dean Ambrose. Seth Rollins però colpisce con il Superkick lo scozzese e la Scheggia impazzita va a segno con la Dirty Deeds su Ziggler, subito dopo che questi aveva messo ko The Architect. L'arbitro conta fino a tre e al termine dell'incontro The Shield si mette in posa come sempre. Nessun accenno di tradimento.

The Miz vs Daniel Bryan

Winner faces AJ Styles at Crown Jewel

Si passa così al match tra The Miz e Daniel Bryan, con l'Awesome One che fa per primo il suo ingresso e (con AJ Styles a osservare il match dagli spogliatoi) prova a prendere il microfono. Inizia a parlare, dicendo, che poco prima si è visto il match per la WWE Championship e... Suona la musica di Daniel Bryan a interromperlo.

La Faccia da Capra sale sul ring e The Miz lo attacca non appena suona la campana, senza nemmeno dargli il tempo di togliersi la maglietta. Incredibilmente il match dura pochissimi minuti, perché Daniel Bryan riesce a capovolgere in un Roll-up il tentativo di Skull Crashin' Finale di The Miz, prendendosi il conteggio di tre. Lo Yes Man vince e ottiene così la possibilità di affrontare AJ Styles (che sorride compiaciuto nel backstage) a Crown Jewel.

Triple H (con Shawn Michaels) vs The Undertaker (con Kane)

The Last Time Ever Match

Ed eccoci arrivati al main event di WWE Super Show-Down, il Last Time Ever Match che mette di nuovo di fronte Triple H e The Undertaker, con Shawn Michaels e Kane ai loro angoli. I quattro ingressi sono come sempre molto suggestivi e nostalgici, per ultimo viene lasciato quello del Becchino, che lentamente prende il suo posto sul ring. Si tratta di un match senza squalifiche, quindi in teoria è possibile qualsiasi tipo di interferenza.

Shawn Michaels ne approfitta più volte per salvaguardare l'amico distraendo The Undertaker, che però riesce sempre a riprendere il controllo del match, arrivando anche ad avvolgere dei cavi intorno al collo di HHH. Poi se lo porta a spasso in mezzo al pubblico, dominando letteralmente l'incontro.

Di fronte all'ennesimo tentativo di interferire da parte di HBK, questi viene colpito con un pugno dal Becchino, che poi colpisce ripetutamente con la sedia Triple H. A seguire altro Big Boot su Shawn Michaels e The Game ne approfitta per colpire con la sedia. Kane interviene in soccorso del fratello, ma viene colpito prima con la Sweet Chin Music e poi viene lanciato su un tavolo, mandandolo in frantumi. HHH torna sul ring e prova a colpire di nuovo con la sedia, ma subisce una Chokeslam e la Tombstone Piledriver. Tutto sembra pronto per il conteggio di tre, ma il Cerebral Assassin riesce a fermarlo in tempo.

Anche l'arbitro va ko e The Undertaker prosegue il massacro infierendo con la sedia. Triple H è a pezzi, ma Shawn Michaels riesce a fargli prendere tempo, gli consente di andare a segno con una Spinebuster e con il Pedigree. Anche in questo caso non basta però per un conteggio di tre. Ci riprova successivamente, ma Kane prende l'arbitro e lo ferma in tempo.

Shawn Michaels intanto passa il martello al suo amico, The Big Red Machine una sedia al fratello. Ha la meglio il primo, ma non c'è un arbitro che possa conteggiare lo schienamento di Triple H sul Becchino, che ne approfitta per assestare la Hells Gate, fermata da Hunter grazie allo Sledgehammer. I due sono entrambi a terra esausti e prova ad approfittarne HBK, raccogliendo il martello.

Viene fermato da Kane e l'arma la prende proprio The Undertaker, che elude il Pedigree e va a segno con la Chokeslam. Mentre si prepara per la Tombstone Piledriver, Shawn Michaels lo colpisce con la Sweet Chin Music. Il Becchino reagisce e prova ad eseguire la sua mossa finale su HBK, ma Triple H lo colpisce sul volto con lo Sledgehammer. A seguire arriva un'altra Sweet Chin Music e il Pedigree sul Deadman, che non può far altro che arrendersi al conteggio di tre. La vittoria la prende HHH, che festeggia sul ring con il compagno. Poi va a riprendersi il martello, rimasto vicino a The Undertaker. Il Becchino glielo passa in segno di rispetto e The Game gli offre una stretta di mano, abbracciandolo.

Lo show si conclude con tutti e quattro in piedi sul quadrato a prendersi la meritata standing ovatione del pubblico del Melbourne Cricket Ground. Noooo. Non è ancora finita. Quando tutto sembra ormai concluso Kane e The Undertaker attaccano Triple H e Shawn Michaels! Chockslam del Deadman su HBK sul tavolo di commento. E ora sì che lo show è concluso.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.