Calciomercato, Longo rischia: i nomi per la panchina del Frosinone

Ancora a secco di vittorie e virtualmente ultimo in classifica, il club ciociaro valuta l'esonero del tecnico per inseguire una salvezza che sembra già impossibile.

Moreno Longo Getty Images

55 condivisioni 0 commenti

di

Share

La crisi che coinvolge il Frosinone non sembra avere fine: iniziata la stagione con una precoce eliminazione in Coppa Italia - dove all'esordio è stato sconfitto 0-2 in casa dal Sudtirol militante in Serie C - il club ciociaro è stato poi protagonista di un avvio da incubo in Serie A, dove ha raccolto appena un punto in 8 partite e dove occupa attualmente il 19esimo posto in classifica soltanto a causa della penalizzazione che ha colpito il Chievo in estate.

Virtualmente ultimi, incapaci di segnare un solo gol nelle prime sei giornate di campionato, i ragazzi guidati da Moreno Longo erano sembrati già prima dell'inizio della stagione tra i principali candidati alla retrocessione: il calciomercato estivo aveva infatti consegnato al tecnico una rosa in gran parte rinnovata ma piena zeppa di scommesse e al contempo con pochissime certezze.

La speranza era che Longo, l'uomo che aveva riportato il Frosinone in Serie A a distanza di tre anni dalla prima storica promozione in massima serie, fosse capace di compattare una squadra tecnicamente modesta e di guidarla verso la salvezza trovando una quadratura del cerchio che però, dopo due mesi, non è ancora arrivata. Anzi, nonostante i ciociari abbiano finalmente trovato il gol (uno al Genoa, due al Torino nell'ultimo turno) le sconfitte sono continuate senza sosta e i giocatori non sono quasi mai sembrati all'altezza degli avversari.

Calciomercato, chi al posto di Longo sulla panchina del Frosinone?

Quella contro il Torino era per molti l'ultima chance che la società avrebbe concesso a Moreno Longo di salvare la propria panchina: confermato dopo la sconfitta casalinga contro il Genoa, dove perlomeno era arrivato il primo gol in campionato - segnato da Ciano su rigore - il tecnico avrebbe dovuto cercare l'impresa in trasferta contro il club granata, che per lui ha rappresentato moltissimo.

Non è andata bene: il Frosinone è caduto ancora, sconfitto 3-2 dopo essere stato capace di recuperare un doppio svantaggio con le reti di Goldaniga e ancora Ciano, ed ecco quindi che con la pausa che arriverà dopo questo turno di campionato il destino del tecnico potrebbe essere segnato. È ferma convinzione del presidente Stirpe che la rosa assemblata nell'ultimo calciomercato non sia così debole da meritare risultati così poveri e che l'obiettivo-salvezza, a ottobre, sia ancora perfettamente raggiungibile.

Se Longo dovesse essere allontanato, ipotesi che ormai sembra più che probabile, il club andrà alla ricerca di un nuovo tecnico, qualcuno che nelle intenzioni della società abbia le qualità necessarie per trovare la quadratura del cerchio di una rosa che continuando di questo passo rischierebbe di battere diversi record negativi in Serie A.

Davide NicolaGetty Images
Davide Nicola, tecnico protagonista di una miracolosa salvezza in Serie A con il Crotone nel campionato 2016/2017: dopo essersi dimesso nel dicembre successivo non è ancora tornato in pista.

I nomi accostati in queste ultime ore dai diversi esperti di calciomercato alla panchina del Frosinone sono numerosi e di vario spessore: si va dal croato Ivan Juric, che bene ha fatto a Crotone (promozione in A) e già visto al Genoa in massima serie per una stagione e poco più, a Davide Nicola, 45 anni, autore di una miracolosa salvezza in rimonta con il Crotone due anni fa e che al Frosinone sarebbe chiamato a ripetere quello che fu un vero e proprio miracolo.

Altri nomi accostati alla panchina dei frusinati sono quelli di Beppe Iachini e Gianni De Blasi, quest'ultimo reduce da un'esperienza negativa all'Alaves ma capace di trasformare l'Albania in una vera e propria squadra permettendole di qualificarsi per la prima volta nella storia ai Campionati Europei del 2016. Suggestiva anche la possibile candidatura di Walter Zenga, che porterebbe entusiasmo e determinazione e forse quel pizzico di incoscienza di cui ha bisogno una squadra che sembra aver già perso fiducia e convinzione.

Il nome più importante accostato alla panchina del Frosinone resta però quello di Giampiero Ventura, ex commissario tecnico della Nazionale e protagonista in negativo della mancata qualificazione da parte degli azzurri ai Mondiali di Russia 2018: Ventura, 70 anni, avrebbe così la possibilità di tornare ad allenare, mestiere che svolge ormai da oltre quarant'anni e che non intende abbandonare.

Giampiero VenturaGetty Images
Giampiero Ventura, 70 anni: e se fosse l'ex ct il sostituto di Longo al Frosinone?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.