Premier League, Mourinho show: la conferenza stampa dura 3 minuti

Lo Special One provoca i giornalisti con una conferenza stama surreale convocata alle 8 di mattina: risposte laconiche e vaghe. E il club pensa a Pochettino.

315 condivisioni 0 commenti

di

Share

Una provocazione. Solo così si può spiegare. José Mourinho torna a far parlare di sé. Il suo Manchester United è in piena crisi. I Red Devils sono decimi in campionato, segnano poco, entusiasmano poco. Ci sono problemi interpersonali (su tutti fra il tecnico e Pogba), tatticamente la squadra ha poche alternative. E i risultati non sono sufficienti.

Per questo la società, negli ultimi giorni, sta pensando a Pochettino. A rivelarlo è l'Independent, secondo cui il vice presidente esecutivo del club Ed Woodward avrebbe individuato nell'attuale allenatore del Tottenham l'uomo giusto per sostituire Mourinho. Le regole della Premier League permetterebbero anche un cambio di panchina in corsa, ma la situazione, ovviamente, è complicata. C'è comunque sempre più pressione sul tecnico portoghese che, non a caso, stamattina ha dato vita a uno dei suoi soliti show.

Mourinho, infatti, è molto bravo a spostare l'attenzione. Lo ha sempre fatto. In Italia, nel momento di difficoltà della sua Inter, si prese i titoli dei giornali con il gesto delle manette e con la famosa conferenza stampa degli "zeru tituli". Mercoledì pomeriggio lo Special One ha quindi indetto una conferenza stampa alle 8 del mattino. Orario insolito, scomodo per i giornalisti (ultimamente critici con il portoghese) che la sera lavorano fino a tardi. Ma la provocazione non era questa.

Vota anche tu!

Il Manchester United deve licenziare Mourinho?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Premier League, Mourinho provoca i giornalisti: conferenza stampa di 3' alle 8 

Alle otto del mattino quindi i giornalisti si sono presentati in sala stampa. Puntuale anche Mourinho che poi però nelle risposte è stato particolarmente laconico e vago.

Siamo in difficoltà per diversi motivi. Non spiegherò quali.

MourinhoGetty Images
Mourinho

A chi gli chiede il perché il Manchester United non riesca più a vincere in casa il tecnico ha risposto quasi con superficialità:

All'Old Trafford abbiamo giocato tre partite e ottenuto tre pareggi, non abbiamo assaggiato la sconfitta ma neanche assaporato la vittoria. Accetto di essere in bilico.

E dopo soli tre minuti e con meno di 300 parole pronunciate, Mourinho si è alzato e se ne è andato, abbandonando la conferenza stampa che lui stesso aveva fissato per le prime ore del mattino. Una provocazione verso chi lo critica. Solo così si può spiegare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.