Fantacalcio, le probabili formazioni dell'8^ giornata di Serie A

La Juventus punta all'ottavo successo su otto gare con Cristiano Ronaldo e Dybala, il Napoli se la vedrà con il Sassuolo affidandosi al duo Insigne-Mertens.

50 condivisioni 0 commenti

di

Share

Primo turno di ottobre per la Serie A, che si prepara alla pausa dovuta agli impegni delle rappresentative nazionali con una giornata interlocutoria in cui però non mancano sfide interessanti e squadre chiamate a confermarsi.

Per gli appassionati di Fantacalcio l'ottava giornata di campionato potrebbe essere estremamente prolifica, dato che sono previsti diversi incontri che promettono spettacolo e che le probabili formazioni che circolano alla vigilia sembrano indicare nella maggior parte dei casi l'utilizzo da parte degli allenatori della "squadra-tipo".

Ecco dunque che se il Napoli, per stendere il Sassuolo e continuare a inseguire la vetta della classifica, potrebbe affidarsi a Mertens in luogo di Milik, la Juventus capolista non tirerà il fiato in casa della pericolante Udinese: nelle probabili formazioni sembra che Allegri intenda schierare dal primo minuto Bernardeschi, Mandzukic, Dybala e Cristiano Ronaldo.

Le probabili formazioni dell'ottavo turno di Serie A

Dries MertensGetty Images
Il belga Dries Mertens: nei piani di Ancelotti sembra favorito su Milik per affiancare Insigne.

Torino-Frosinone (venerdì 5 ottobre, ore 20:30, Sky)

Nelle probabili formazioni di Mazzarri i dubbi principali riguardano l'utilizzo di Iago Falque, in ballottaggio con Zaza per affiancare Belotti oppure con Soriano nel ruolo di trequartista. L'ex-Moreno Longo, tecnico del Frosinone penultimo in classifica, si affiderà a un 3-5-2 speculare con in attacco la coppia Ciofani-Campbell.

  • Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, N'Koulou, Moretti; Aina, Meité, Rincon, Soriano, Berenguer; Zaza, Belotti.
  • Frosinone (3-5-2): Sportiello; Brighenti, Salamon, Krajnc; Zampano, Chibsah, Halfredsson, Cassata, Molinaro; Campbell, Ciofani.
Andrea Belotti e Simone ZazaGetty Images
Simone Zaza (a destra) ha deciso l'ultima sfida di campionato contro il Chievo regalando tre punti al Torino con un gol all'88esimo.

Cagliari-Bologna (sabato 6 ottobre, ore 15:00, Sky)

Rispetto alla formazione vista a San Siro contro l'Inter il Cagliari rinuncia a Klavan in difesa e ritrova dal primo minuto Castro e Joao Pedro in luogo di Dessena e Ionita. Nel Bologna di Pippo Inzaghi i dubbi sono a centrocampo, con Svanberg e Dijks favoriti nei ballottaggi con Pulgar e Krejci per una maglia da titolare: ancora fuori gli infortunati Helander, Poli e Palacio.

  • Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Srna, Pisacane, Romagna, Padoin; Castro, Bradaric, Barella; Joao Pedro; Sau, Pavoletti.
  • Bologna (3-5-2): Skorupski; Calabresi, Danilo, De Maio; Mattiello, Svanberg, Nagy, Dzemaili, Dijks; Falcinelli, Santander.
Joao PedroGetty Images
Joao Pedro, 26 anni, è al Cagliari dal 2014: in precedenza aveva vissuto un'esperienza di sei mesi al Palermo tra l'estate 2010 e gennaio 2011.

Udinese-Juventus (sabato 6 ottobre, ore 18:00, Sky)

Coppia argentina Pussetto-De Paul per affiancare Lasagna nel tridente dell'Udinese, chiamata a una sfida proibitiva contro la Juventus capolista a punteggio pieno: Allegri potrebbe concedere un turno di riposo a Pjanic, sostituendolo con Bentancur o arretrando Matuidi per lasciare spazio a Bernardeschi sulla fascia.

  • Udinese (4-3-2-1): Scuffet; Stryger Larsen, Nuytinck, Troost-Ekong, Samir; Fofana, Behrami, Mandragora; Pussetto, De Paul; Lasagna.
  • Juventus (4-2-3-1): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Matuidi, Pjanic; Bernardeschi, Dybala, Cristiano Ronaldo; Mandzukic.
Cristiano RonaldoGetty Images
Cristiano Ronaldo ci sarà anche contro l'Udinese: il 33enne portoghese rinuncerà alla Nazionale nella pausa per affinare l'inserimento nella Juventus.

Empoli-Roma (sabato 6 ottobre, ore 20:30, DAZN)

L'ex-Roma Andreazzoli, tecnico dell'Empoli, recupera Acquah e lo schiererà al posto di uno tra Bennacer e Capezzi, mentre in attacco il dubbio è su chi affiancherà bomber Caputo: Mraz o La Gumina? Di Francesco potrebbe non rischiare De Rossi e dovrebbe lasciare ancora in panchina Kluivert in luogo di El Sharaawy, mentre per sostituire Kolarov il dubbio è tra Santon e il giovane Luca Pellegrini.

  • Empoli (4-3-1-2): Terracciano; Di Lorenzo, Maietta, Silvestre, Veseli; Acquah, Bennacer, Krunic; Zajc; La Gumina, Caputo.
  • Roma (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Manolas, Fazio, Lu. Pellegrini; Cristante, Nzonzi; Under, Lo. Pellegrini, El Sharaawy; Dzeko.
Luca PellegriniGetty Images
Classe 1999, dopo un brutto infortunio il giovane Luca Pellegrini è pronto ad affacciarsi in prima squadra alla Roma: contro l'Empoli sostituirà Kolarov.

Genoa-Parma (domenica 7 ottobre, ore 12:20, DAZN)

Il Genoa sesto in classifica vuole continuare a volare e Ballardini si affiderà alla formazione-tipo, con Radu ancora preferito a Marchetti come portiere titolare e l'unico dubbio legato a Biraschi, che potrebbe saltare la gara per infortunio. Il Parma non sarà un cliente facile, anche se dovrà rinunciare a Gervinho e forse anche al bomber Inglese: al loro posto pronti Ciciretti e Ceravolo.

  • Genoa (3-4-1-2): Radu; Zukanovic, Spolli, Criscito; Romulo, Sandro, Hiljemark, Lazovic; Pandev; Kouamé, Piatek.
  • Parma (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Gagliolo, Bruno Alves, Gobbi; L. Rigoni, Stulac, Barillà; Ciciretti, Ceravolo, Di Gaudio. 
Krysztof PiatekGetty Images
Il polacco Krysztof Piatek è uno dei protagonisti più attesi di giornata: 8 gol in 6 gare, tifosi e addetti ai lavori si chiedono se potrà reggere la pressione che lo circonda.

Atalanta-Sampdoria (domenica 7 ottobre, ore 15:00, Sky)

Tutti disponibili nell'Atalanta di mister Gasperini, che è chiamato ad assegnare i due posti sulle fasce a tre uomini: Hateboer e Castagne sono in vantaggio su Gosens. La Sampdoria recupera Tonelli in difesa e Defrel in attacco e deve scegliere sulla trequarti: favorito Ramirez su Caprari, opzione Praet avanzato (con ingresso di Barreto) ancora fuori per infortunio Saponara.

  • Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, Freuler, De Roon, Castagne; Gomez, Rigoni; D. Zapata.
  • Sampdoria (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Tonelli, Andersen, Murru; Linetty, Ekdal, Praet; Ramirez; Quagliarella, Defrel.

Lazio-Fiorentina (domenica 7 ottobre, ore 15:00, DAZN)

In quello che forse può essere definito il big-match di giornata insieme a Napoli-Sassuolo, la Lazio recupera Radu in difesa e potrebbe escludere Luis Alberto in luogo di uno tra Correa e Caicedo, passando in quest'ultimo caso al 3-5-2. La Fiorentina di Pioli schiererà la formazione-tipo, con il solito dubbio tra il tecnico Gerson o il più solido Edmilson.

  • Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Correa; Immobile.
  • Fiorentina (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Edmilson; Pjaca, Simeone, Chiesa.
Pioli e Simone InzaghiGetty Images
Tre precedenti tra Stefano Pioli e Simone Inzaghi, bilancio in perfetta parità: un pareggio e una vittoria per parte.

Milan-Chievo (domenica 7 ottobre, ore 15:00, Sky)

Nel Milan che dovrebbe recuperare Higuain al centro dell'attacco e che preferisce Abate e Laxalt a Calabria e Rodriguez la notizia è il ritorno in gruppo di Andrea Conti, che intanto riassaporerà il campo dalla panchina. Il Chievo ultimo in classifica e ancora senza vittorie ha numerosi infortunati e dovrà fare a meno di Cacciatore, Tomovic Obi, Djordjevic e forse persino Giaccherini, sostituito dal giovane francese Leris, 4 presenze nello scorso campionato.

  • Milan (4-3-3): G. Donnarumma; Abate, Musacchio, Romagnoli, Laxalt; Kessié, Biglia, Bonaventura; Suso, Higuain, Calhanoglu.
  • Chievo (4-3-2-1): Sorrentino; Depaoli, Bani, Rossettini, Barba; N. Rigoni, Radovanovic, Hetemaj; Leris, Birsa; Stepinski.
Gonzalo HiguainGetty Images
Colpo principale dell'ultimo mercato rossonero, per adesso Gonzalo Higuain non ha deluso le aspettative segnando 4 gol in 6 partite tra campionato e Europa.

Napoli-Sassuolo (domenica 7 ottobre, ore 18:00, Sky)

Reduce dall'esaltante vittoria in Champions League contro il Liverpool, il Napoli cerca di ripartire anche in campionato dopo la sconfitta patita nell'ultimo turno contro la Juventus. Ancelotti conferma il 4-4-2 e concede un turno di riposo a Hamsik, sostituito da Diawara, con Malcuit a destra e Hysaj spostato a sinistra al posto dello squalificato Mario Rui. Il Sassuolo potrebbe rispondere con il 3-4-3, con Magnanelli preferito a Locatelli in regia.

  • Napoli (4-4-2): Ospina; Malcuit, Albiol, Koulibaly, Hysaj; Callejon, Allan, Diawara, Zielinski; Insigne, Mertens.
  • Sassuolo (3-4-3): Consigli; Marlon, Magnani, G. Ferrari; Lirola, Magnanelli, Bourabia, Rogerio; Berardi, Boateng, Di Francesco. 
Insigne e MertensGetty Images
Lorenzo Insigne e Dries Mertens: sono loro, nonostante la valida concorrenza del polacco Milik, la coppia d'attacco del Napoli di Ancelotti.

SPAL-Inter (domenica 7 ottobre, ore 20:30, Sky)

Nei padroni di casa pesanti assenze in difesa: fuori Djorou e Bonifazi, Semplici rinuncerà anche a Valdifiori per schierare un robusto 3-5-2 dove il dubbio è se rinunciare a Antenucci in luogo della coppia Petagna-Paloschi. L'Inter, galvanizzata dalla recente striscia di successi, rinuncia a Vrsaljko, Gagliardini e Politano preferendogli D'Ambrosio, Brozovic e Candreva. In panchina Lautaro Martinez, torna titolare in campionato capitan Icardi.

  • SPAL (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Missiroli, Schiattarella, Everton, Fares; Paloschi, Petagna.
  • Inter (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, De Vrij, Asamoah; Brozovic, Vecino; Candreva, Nainggolan, Perisic; Icardi.
InterGetty Images
Con quella ottenuta mercoledì in Champions League sul PSV l'Inter ha festeggiato 5 vittorie consecutive.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.