Cristiano Ronaldo sceglie "la difesa": contattato l'avvocato di Tyson

Per rispondere alle accuse di stupro, l'attaccante della Juventus si affida al legale dei vip di Hollywood: ha già difeso Shaquille O’Neal, Leonardo DiCaprio e Paris Hilton. E intano la Nike prende le distanze...

1k condivisioni 2 commenti

di

Share

Cristiano Ronaldo era certo che quell'episodio in cui venne accusato di violenza sessuale da Kathryn Mayorga fosse ormai superato, ma proprio nei giorni scorsi la Polizia di Las Vegas ha deciso di riaprire il caso, a seguito di nuove richieste da parte della ragazza statunitense originaria del Nevada. I fatti risalgono al 2009, cioè a quando i due si sono conosciuti nel privé di un locale americano (con tanto di video diffuso online).

A seguire, secondo il racconto di Kathryn, la conoscenza è stata "approfondita" in una stanza del Palms Hotel, dove a suo giudizio Cristiano Ronaldo si sarebbe reso protagonista di quello che ha definito un "assalto a sfondo sessuale".

Il portoghese ha rispedito immediatamente al mittente le accuse, che si sono tramutate in beghe legali, risolte (almeno così sembrava) da un accordo extragiudiziale che ha portato nelle tasche della statunitense ben 375mila dollari. Il caso ora si è però riaperto, perché la Mayorga ha intentato una nuova causa civile, per "coercizione, frode, abuso, diffamazione, violazione del contratto", con richiesta di ulteriori 200mila dollari quale somma stabilita come risarcimento danni.

Cristiano Ronaldo sceglie il suo avvocato: David Chesnoff

Fino a oggi CR7 si è limitato a un commento sui social network, in cui ha smentito le accuse, definendole "fake news" e sottolineando come lo stupro sia un "crimine abominevole, che va contro tutto quello che sono e in cui credo".

Adesso però è arrivato anche per lui il momento di difendersi come si deve e per farlo, ovviamente, ha scelto il meglio che c'è sulla piazza: Cristiano Ronaldo ha contattato l'avvocato delle star, David Chesnoff.

Si tratta di uno dei legali più famosi del pianeta, specializzato in casi di diritto penale e che nel suo curriculum vanta le difese di nomi importanti come quelli di Shaquille O’Neal, Mike Tyson, André Agassi, Bruno Mars, Leonardo DiCaprio, Paris Hilton, Jamie Foxx e i familiari di Michael Jackson. David Chesnoff, con sede a Las Vegas, è stato contattato mercoledì scorso e si è messo subito al lavoro: poche ore dopo è stato emesso il comunicato in vui venivano smentite categoricamente tutte le accuse ricevute da parte di Kathryn Mayorga.

Gli sponsor prendono le distanze dal portoghese

Sia che l'eventuale causa venga vinta, sia che venga persa, di certo questa vicenda sta generando non pochi problemi a livello d'immagine al fuoriclasse portoghese. A parte la Juventus, che si è schierata subito dalla sua parte, tutti gli sponsor stanno momenteneamente prendendo le distanze.

È il caso ad esempio della Nike, che con il portoghese ha un contratto a vita (sullo stile di altre due icone dello sport come Michael Jordan e LeBron James). La multinazionale americana, in una nota rilasciata all'Associated Press ha manifestato tutti i suoi dubbi: 

Siamo profondamente preoccupati per le accuse inquietanti e continueremo a monitorare da vicino la situazione.

A seguire anche la EA Sports ha adottato lo stesso atteggiamento: 

Stiamo monitorando attentamente la situazione, perché ci aspettiamo che i nostri ambasciatori incarnino i valori della nostra azienda.

Infine, pure Save the Children, l'Ong che si occupa dei bambini e di cui è testimonial CR7, ha manifestato tutto il suo disappunto per la situazione:

Siamo demoralizzati da quanto trapelato finora e lavoriamo per raccogliere nuove informazioni.

A livello di immagine, insomma, il danno per il portoghese è già altissimo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.