UFC, McGregor e le MMA: "Avevo perso l'amore per questo sport"

L'irlandese svela i motivi che lo hanno portato ad allontanarsi dall'ottagono per quasi due anni, chiarendo anche cosa lo ha spinto a tornare.

302 condivisioni 0 commenti

di

Share

Conor McGregor svela perché è rimasto lontano dall'ottagono delle grandi MMA per oltre due anni. L'irlandese, che tornerà in azione a UFC 229 dopo aver marcato la sua ultima apparizione al Madison Square Garden di New York il 12 novembre del 2016, è pronto ad affrontare Khabib Nurmagomedov in quello che sarà senza se e senza ma il match più atteso della storia recente delle arti marziali miste. Notorius che aveva momentaneamente lasciato le scene per dedicarsi con costanza alle sue nuove attività imprenditoriali - tra cui la linea di whisky da lui lanciata, co-promotrice dell'evento -, a cui va aggiunta una breve sortita nella boxe nell'ormai celebre dream match con Floyd Mayweather.

Ciò nonostante, una domanda ha perseguitato tutti i fans di McGregor negli ultimi anni: perché l'ex champ champ è rimasto fuori così tanto tempo? Semplice, a causa di una disaffezione pesante nei confronti delle MMA. Un sentimento spiegato dal diretto interessato ai microfoni di The Mac Life, portale d'informazione da lui stesso fondato.

Se sono qui è per l'amore che ho nei confronti delle MMA. Mi ero disaffezionato di tutto il gioco per un po', ragion per cui mi sono fatto da parte per sbrigare alcuni miei affari. Ora sono tornato e sono affamato. Ho impiegato tutto me stesso per conquistare due titoli UFC, spingendo e sacrificando tutto. Poco dopo aver vinto la cintura dei leggeri, quella dei piuma mi è stata tolta per essere restituita ad un uomo con cui ho avuto dei trascorsi assurdi. Ho costruito due anni di legacy, stendendolo in 13 secondi, e UFC gli ha ridato la cintura non appena ho messo un piede fuori dall'MSG

Tanta la rabbia anche per come gli è stata tolta la cintura dei pesi leggeri, passata ufficialmente tra le mani di Khabib Nurmagomedov dopo che quest'ultimo sconfisse Al Iaquinta a UFC 223. Proprio in occasione di quell'evento, inoltre, il combattente di Dublino si rese protagonista della vile aggressione al bus che tanto destò scalpore nei mesi scorsi.

Dopo tutto quello che ho già raccontato, cosa è successo con il titolo dei leggeri? Un mese o due e mi è stato tolto pure quello! Queste cose mi hanno irritato non poco, vedendo soprattutto a chi sono state date quelle cinture. Ci sono stati tanti fattori che mi hanno urtato, e quando ho visto il quadro completo avevo ancora più fame di tornare per dimostrare chi è il vero re!

UFC, le verità di Conor McGregor

Al netto di quanto dichiarato da McGregor bisogna sottolineare come, in realtà, le cose stiano in maniera leggermente diversa. Per quanto riguarda il titolo pesi leggeri, nella fattispecie, UFC attese per diversi mesi il ritorno di Notorius: onde evitare di bloccare la divisione, però, si decise di istituire un titolo pesi leggeri ad interim che Tony Ferguson conquistò contro Kevin Lee a UFC 216. Il conseguente infortunio occorso a El Cucuy, che gli costò la cintura e portò alla stipula last minute di Khabib vs Iaquinta - dopo che il sostituto iniziale Max Holloway fu dichiarato inabile a combattere -, fu soltanto frutto delle conseguenze di due anni di stop da parte dell'irlandese. Ciò nonostante, McGregor avrà modo di riscrivere la propria storia nel weekend, provando a mandare KO un Nurmagomedov mai domato in 26 incontri da professionista.

Vota anche tu!

MMA: chi vincerà tra Khabib Nurmagomedov e Conor McGregor?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.