MMA, Khabib: "McGregor la pagherà, lo renderò umile"

Il russo non dimentica l'aggressione di Brooklyn, e promette di far tappare l'irlandese nel main event di UFC 229.

240 condivisioni 1 commento

di

Share

Meno di cinque giorni al match di cui tutto il mondo parlerà. Le MMA, per una volta, diverranno lo sport più importante del weekend nella notte tra sabato 6 e domenica 7 ottobre. Hype alle stelle per la sfida tra Khabib Nurmagomedov, campione pesi leggeri UFC ed imbattuto in 26 incontri da professionista, e Conor McGregor. Su quest'ultimo, probabilmente, ogni presentazione apparrebbe superflua: parliamo, infatti, dello sportivo europeo più in voga al momento assieme a Cristiano Ronaldo. Se pensate che il nostro paragone sia ardito, vi chiediamo: chi non conosce Notorius? No perché se chiedete alla cassiera, al calzolaio, all'orologiaio e all'impiegato bancario è probabile che tutti sappiano dirvi chi è. Più difficile, magari, che riescano a spiegare cosa faccia di preciso.

Comunque sia, è palese come le MMA stiano vivendo una fase di crescita enorme, dovuta anche al fenomeno mediatico che è diventato McGregor: battute sempre al limite dell'offesa - anche razziale, alle volte -, atteggiamento strafottente e, soprattutto, un sinistro pazzesco con il quale è riuscito a stendere chiunque si sia messo sulla sua strada. Un po' l'esatto opposto di Khabib, insomma: un fighter, il russo, che a 9 anni faceva wrestling con gli orsi. Perché? Perché in Daghestan si usa così, ragazzi. Noi inseguiamo le galline e portiamo al parco i carlini, loro lottano con gli orsi. Il record di The Eagle parla per lui, così come il suo grappling asfissiante e il suo ground and pound. Il suo striking, però, lascia decisamente più perplessi rispetto al grappling dell'avversario.

Uno striker vs grappler 2.0, insomma: sta di fatto però che Nurmagomedov si è detto certo delle proprie possibilità. Come chiarito ai microfoni di ESPN, infatti, il daghestano ha in mente un trattamento al quanto particolare per il suo prossimo avversario.

Voglio far stancare quel ragazzo e poi portarlo al tap: questi sono i piani. Voglio che la paghi. E la pagherà per tutto quello che ha detto e fatto. Non si tratta solo di vincere, ma di schiantarlo. Renderò Conor umile, insegnandogli qualcosa e prendendolo a schiaffi un paio di volte. Gli chiederò: dov'è il tuo autobus ora? Dove sono i tuoi amici? Portali tutti qui. Io posso controllare le mie emozioni, ragion per cui lui può dire quello che vuole. Se un ubriaco parla di certe robe, la gente non gli dà retta. Vorrebbe farmi innervosire, è parte del suo gioco. Chiaramente sono un po' arrabbiato, ci mancherebbe, ma bisogna tenere a bada le proprie emozioni.

MMA: Khabib proverà a fare lo striker a UFC 229?

La domanda che tutti si fanno adesso è: Khabib Nurmagomedov proverà a fare lo striker a UFC 229? D'altronde, lo stand-up game messo in mostra con un Al Iaquinta palesemente scosso dal grappling dell'avversario prevedeva un buon utilizzo del jab, seppur molto grezzo e riuscito solo per via delle ottime condizioni ambientali del match. Probabile che, in quello che sarà il suo ventisettesimo incontro nelle MMA, il daghestano non possa permettersi un giochino simile: già contro Michael Johnson, infatti, la sua mascella fu scossa in quel di UFC 205. Un rischio che potrebbe costargli l'imbattibilità contro McGregor, il cui counterstriking non ha eguali al limite delle 155 libbre.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.