Milan, Donnarumma tende la mano ai tifosi: "Sono stati stupendi"

Il portiere, che in passato ha avuto contrasti con la tifoseria, analizza ai microfoni di Milan TV la vittoria sul Sassuolo e ringrazia per il sostegno ricevuto dalla squadra.

48 condivisioni 0 commenti

di

Share

Torna a splendere il sereno in casa Milan: il merito è della convincente vittoria ottenuta domenica sera al MAPEI Stadium contro il Sassuolo, un 4-1 che ha rilanciato le ambizioni di alta classifica dei rossoneri e messo fine a un periodo opaco che aveva visto gli uomini di Gattuso vincere una sola gara nelle ultime quattro, peraltro una vittoria striminzita contro i modesti lussemburghesi del Dudelange in Europa League.

La vittoria contro il Sassuolo è stata invece netta, importante, un'affermazione che potrebbe rappresentare la svolta di una stagione che tanti tifosi rossoneri avevano temuto nelle ultime settimane potesse avere le sembianze di quella appena conclusa. Ed è della gara, e del rapporto tra squadra e pubblico, che parla il portiere Gianluigi Donnarumma ai microfoni di Milan TV.

Si tratta di un risultato importante, che ci dà morale dopo un periodo non positivo. Il Sassuolo è una buona squadra che gioca bene, siamo stati bravi e non era semplice. Ci sono momenti in cui devi stare lì, difendere tutti insieme, noi siamo stati bravi in questo e cinici davanti e oggi ci godiamo questo successo, che per noi potrebbe rappresentare una svolta. Adesso pensiamo a una gara dopo l'altra. Ringrazio i tifosi, ci hanno sostenuto fin dal riscaldamento, sono stati stupendi.

Donnarumma, pace fatta con i tifosi del Milan?

Un chiaro messaggio di attaccamento alla causa e un gesto distensivo nei confronti della tifoseria da parte di un ragazzo che nell'estate 2017 rischiò di compromettere per sempre un rapporto con quei colori rossoneri con cui è cresciuto, e che adesso sembra pronto a ricucire dopo le tante incomprensioni venute fuori durante un rinnovo contrattuale che divenne una specie di telenovela.

Accusato di pensare troppo a questioni di ingaggio, Donnarumma rinnovò il contratto in scadenza e restò in rossonero soltanto dopo una lunga trattativa e una serie di pressioni difficili da gestire per un ragazzo così giovane. Pur non distinguendosi particolarmente in negativo nella scorsa stagione, i risultati poco brillanti ottenuti dal Milan coinvolsero anche lui, disastroso nella finale di Coppa Italia persa con la Juventus e poi non irreprensibile sul gol subito nella gara pareggiata 1-1 con l'Atalanta a Bergamo.

Un punto che aveva garantito l'Europa al Milan e che Donnarumma aveva pensato con i compagni di festeggiare con i tifosi lanciando loro le maglie: un gesto apprezzato dalla curva ma non nel suo caso. La sua maglia era tornata indietro, un rifiuto dal significato inequivocabile: i milanisti non avevano dimenticato.

Oggi, dopo un inizio di campionato tutt'altro che brillante, dopo i pareggi ottenuti contro Cagliari, Empoli e Atalanta, il Milan è risorto improvvisamente contro il Sassuolo, una delle squadre più in forma di questo inizio di Serie A: un risultato importante, che restituisce morale e punti a Gattuso e ai suoi, che adesso saranno chiamati a confermarsi in Europa contro l'Olympiacos e poi in campionato contro il pericolante Chievo prima di una pausa che al ritorno vedrà in scena il derby della Madonnina.

Nuovo guardiano dei pali dell'Italia dopo l'addio di Gigi Buffon, Donnarumma non ha mai perso il Milan nonostante l'arrivo in estate di un concorrente come Reina e adesso vuole riconquistare definitivamente i tifosi: l'unico modo per farlo, ne è consapevole, sarà attraverso il duro lavoro e i risultati, quelli che in tanti si aspettano da un club che da anni vuole tornare grande senza riuscirci. Gigio, 19 anni appena ma già da tempo punto fermo della squadra, è pronto a ricominciare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.