Juventus, Nedved: "Marotta mi ha insegnato tanto, difficile sostituirlo"

Il vicepresidente del club bianconero ha parlato per la prima volta dell'imminente addio di Beppe Marotta: "Non è facile immaginare la Juventus senza di lui".

Agnelli, Nedved e Marotta Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

Share

La Juventus fa nove su nove. Sì, contro lo Young Boys arriva il nono successo stagionale dei bianconeri (sette in Serie A e due in Champions League) che non accennano a fermarsi. Ultimi a cadere i malcapitato svizzerri, sotterrati con un netto 3-0 a firma Paulo Dybala. 

Prima del match valido per la seconda giornata del giorone H di Champions League si era però parlato anche di questioni extra campo, in particolare dell'imminente addio di Beppe Marotta. 

A Sky Sport era infatti intervenuto il vicepresidente della Juventus, Pavel Nedved: 

Non è semplice immaginare una Juventus senza Marotta. Parliamo di una figura molto importante per la nostra società e non solo, visto anche per noi dirigenti giovani è stato fondamentale. Abbiamo imparato molto da lui e vorrei ringraziarlo pubblicamente, con me è stato grandioso. Mi ha aiutato in qualsiasi momento e spiegato quelo che non capivo. La Juventus però va avanti, noi siamo solo di passaggio. Arriverà anche il nostro giorno dell'addio. Questa situazione va accettata e si deve andare avanti, la Juve ci sarà sempre

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.