Gonzalo Higuain: i gol più belli con Real, Napoli, Juve e Milan

El Pipita, negli anni, ha dimostrato un feeling con la porta decisamente fuori dal comune: ecco le sue reti memorabili, realizzate con le diverse maglie con le quali ha giocato.

Gonzalo Higuain e i suoi gol più belli Getty Images

30 condivisioni 0 commenti

di

Share

Si è affermato sul palcoscenico internazionale come uno degli attaccanti più forti in circolazione; gli allenatori che ha avuto lo hanno stimato, apprezzato, e spesso e volentieri (soprattutto volentieri) schierato in campo. Come ai tempi del Real Madrid, quando un certo Van Nistelrooy era infortunato. Allora è toccato a lui guidare l’attacco dei Blancos. Tutti in piedi, ecco i gol di Gonzalo Higuain.

È partito da lontano, dall’Argentina, nato e cresciuto in una famiglia di calciatori (padre e fratello hanno dedicato la vita al futbol). Da giovanissimo si è unito al River Plate, maglia con la quale ha subito dimostrato tutte le sue qualità: una forza fisica sorprendente, il furore dentro, una voglia di vincere decisamente fuori dal comune. E poi la tecnica, il lavoro per la squadra. E i gol, ovviamente.

Gonzalo Higuain è più di un normale attaccante. È un uomo-squadra, capace di fare reparto da solo. Uno che non riesce a farsi scivolare addosso i fallimenti: l’argentino vuole vincere, sempre e comunque. E in carriera ha vinto tanto, e fatto vincere tanto alle squadre nelle quali ha militato. Il tutto grazie a una marea di gol, alcuni dei quali davvero stupendi.

Gol Higuain: pallonetti, tiri al volo e istinto. Le reti più belleGetty Images

Potenza, tecnica, istinto: i gol più belli di Gonzalo Higuain

I gol e Higuain: in carriera ha segnato più o meno in tutti i modi. È un po’ la legge dei grandi numeri: tra tutti quei gol segnati, ce ne sarà almeno uno al volo. Tra tutte quelle reti realizzate, ci sarà almeno un pallonetto. Dal River Plate in poi, Gonzalo Higuain ha cominciato a segnare. E non si è fermato più. Ecco alcuni dei suoi gol più belli:

2006, River Plate-Boca-Juniors: Gonzalo la furia

Implacabile già agli inizi della sua carriera. Higuain, con la maglia del River Plate addosso, decide di lasciare il segno nel match contro il Boca Juniors. Non una partita qualunque, non una rete qualunque: dialogo con i compagni, portiere saltato, palla depositata in rete con facilità. E pubblico in delirio. Il primo Gonzalo sapeva già stupire, aveva appena 18 anni e segnava una doppietta contro gli eterni rivali. Ah: l'altro gol lo ha segnato di tacco...

2009/2010, Real Madrid-Espanyol 3-0: gol totale

Un volo per la Spagna, sull’aereo c’è Higuain, che ha la sua grande occasione. E non la spreca. Una volta, per esempio, Real Madrid stava vincendo per 2-0 e la partita sta per finire. Eppure il numero 20 voleva segnare. E lo ha fatto in grande stile: lancio lungo, l’argentino ha controllato al volo un pallone che arriva dallo spazio e allo stesso tempo ha saltato il diretto avversario. Poi ha scartato anche il portiere, appoggiando il pallone in rete.

2009/2010, Real Madrid-Valladolid 4-2: pallonetto magico

Higuain, perfettamente servito da un filtrante di Xabi Alonso, in questo caso tocca il pallone soltanto una volta. Lo lascia scorrere, lo accompagna con dolcezza, lo segue come un padre segue il proprio figlio per strada, senza mai perderlo d’occhio. Poi, la magia.

2015/2016, Legia Varsavia-Napoli 0-2: la rete premiata

L’argentino lascia Madrid e sceglie Napoli come sua nuova casa. E lascia il segno anche lì, segnando a raffica e trascinando la squadra partenopea. Uno delle sue reti memorabili è stata realizzata contro il Legia Varsavia, dopo una danza sul pallone al limite dell’area di rigore. Nella compilation Gol più belli di Gonzalo Higuain non poteva certo mancare quello che è stato nominato il gol più bello dell’Europa League nel 2016.

2015/2016, Napoli-Frosinone 4-0: rovesciata da record

Se batti il record di gol in una sola stagione in Serie A entri nella storia. E se lo batti con una rovesciata, lo fai in grande stile. Gonzalo Higuain ha concluso la stagione 2015/2016 con 36 gol all’attivo. Questo il suo ultimo gol, che ha fatto impazzire Maurizio Compagnoni e Daniele Adani: “Ditemi che è un copione, è impossibile”.

2016/2017, Torino-Juventus 1-2: protezione più bomba

Sembrano scene già viste e in effetti è così: Higuain cambia maglia, passa a Torino e continua ad auto-copiarsi, segnando gol sempre bellissimi. In questo caso lascia scorrere il pallone proteggendolo, poi tira una bomba sapendo esattamente dove si trova la porta. E trafiggendo Hart.

2016/2017, Juventus-Roma 1-0: strapotere argentino

Contro un’intera difesa, con quella sensazione di incertezza: Higuain sembra sempre a un passo dal perdere il pallone, invece ogni volta lo aggancia e salta l’avversario. La convinzione di farcela, la noncuranza delle difficoltà di affrontare una difesa forte come quella della Roma. Nel gol dell’argentino contro i giallorossi c’è un misto di incoscienza e strapotere che non lascia scampo.

2018/2019, Milan-Atalanta 2-2: tiro al volo

Higuain passa al Milan, il Milan passa da Higuain e dal suo senso del gol: la prima rete casalinga del Pipita con la maglia rossonera è una perla. La giocata di chi sa massimizzare gli sforzi della squadra concentrandoli in un solo colpo bellissimo, al volo.

2016, Argentina-Venezuela 4-1: la spaccata

La carriera di club da una parte, quella con la maglia della Nazionale dall’altra: in gol Higuain ci va spesso anche con l’Albiceleste, e questo suo gol parla di un lato in particolare di Gonzalo, che segna anche quando c’è un solo modo per segnare. In corsa, in spaccata, difficilissimo.

2012, Cile-Argentina 1-2: la serpentina

La forza nelle gambe applicata al calcio: Higuain raccoglie palla sull’out di destra, con il pallone incollato al piede fa partire un’azione di sfondamento che conclude in bellezza. Un gol scritto, diretto e interpretato da Gonzalo Higuain. Capolavoro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.