Golden Boy 2018, i 40 nomi: è caccia a Mbappé

Il francese davanti a tutti, ma anche Alexander-Arnold e Pulisic. Per l'Italia c'è Cutrone, ma anche Kean, Pellegri e Zaniolo: l'elenco dei talenti.

41 condivisioni 0 commenti

di

Share

Penultima curva per il Golden Boy 2018, il premio che Tuttosport consegna al miglior talento dell'anno solare. L'inizio di ottobre fa scendere il numero dei pretendenti da 60 a 40, in attesa di arrivare ai 20 di novembre, tra i quali verrà finalmente eletto il vincitore. Ad individuare il miglior prospetto nato dopo il 1° gennaio 1998 sarà poi una giuria internazionale designata dalla stessa testata.

Caccia aperta, ovviamente, al campione in carica Kylian Mbappé, che però consolida la sua candidatura con la vittoria dei Mondiali in Russia. Ci sono anche gli italiani: Patrick Cutrone, Pietro Pellegri, Moise Kean e Nicolò Zaniolo proveranno a ritagliarsi uno spazio nel sondaggio che selezionerà i superstiti del prossimo mese.

La Serie A si difende anche con Barrow dell'Atalanta, Kluivert della Roma e Lafont della Fiorentina. Si tratta di 3 nomi che l'Italia si riserva di scoprire nel campionato in corso, con la certezza di avere di fronte potenziali protagonisti dei prossimi anni. Tante ambizioni anche in Premier League, con Alexander-Arnold davanti a tutti.

MbappéGetty Images
Mbappé ha vinto il Golden Boy 2017 e va a caccia della riconferma

Golden Boy 2018, Mbappé favorito

Dopo una stagione culminata con la vittoria della Coppa del Mondo, Mbappé viaggia spedito verso la riconferma dopo il successo del 2017. Per l'attaccante francese, che adesso punta alla Champions League, la concorrenza non manca. Trent Alexander-Arnold è salito alla ribalta dopo la cavalcata con il Liverpool, che si è interrotta in finale contro il Real Madrid. Christian Pulisic può inserirsi nella corsa tra i primissimi, nonostante il Borussia Dortmund non abbia brillato nei mesi scorsi, mentre Vinicius è pronto a prendersi le merengues. Nessuno dei 3 avversari nella corsa al Golden Boy, però, ha portato a casa un trofeo internazionale nel 2018.

Alexander-ArnoldGetty Images
Alexander-Arnold può insidiare Mbappé nella corsa al premio?

Italia e Serie A, 7 rappresentanti

Il rilancio dei talenti italiani passa da un poker di promesse che già hanno fatto circolare il proprio nome nel panorama europeo. Patrick Cutrone è il futuro dell'attacco del Milan, Nicolò Zaniolo ha già esordito in Champions League con la Roma, tra l'altro nella cornice da sogno del Santiago Bernabéu. È anche la corsa tra due millennials come Moise Kean, che la Juventus sta preservando da due stagioni, e Pietro Pellegri, già al Monaco e unico nato nel 2001 in lista. A questi 4 nomi si aggiungono Musa Barrow, Justin Kluivert e Alban Lafont: il vivaio dell'Atalanta e l'esperienza sul mercato di Roma e Fiorentina fruttano le candidature per l'edizione 2018.

CutroneGetty Images
Cutrone in lista, può essere il futuro di Milan e Nazionale?

La Francia e il suo tesoro, 8 calciatori in lista

Non solo la vittoria dei Mondiali, ma anche una base su cui costruire nei prossimi anni. La Francia è la più presente nell'elenco del Golden Boy, con 8 nomi su 40 che appartengono alla Nazionale bleu. Mbappé è in compagnia di Amian del Tolosa, Aouar del Lione, il suo compagno di squadra al PSG Diaby, Edouard del Celtic, Kamara del Marsiglia, il già citato Lafont della Fiorentina e Upamecano del Lipsia. Dopo i 4 italiani, ce ne sono 3 per Inghilterra, Olanda, Portogallo e Brasile, solo 2 per la Spagna. Questo l'elenco completo:

  • Trent Alexander-Arnold (Inghilterra), Liverpool, 7 ottobre 1998
  • Kelvin Amian (Francia), Tolosa, 8 febbraio 1998
  • Houssem Aouar (Francia), Olympique Lione, 30 giugno 1998
  • Musa Barrow (Gambia), Atalanta, 14 novembre 1998
  • Justin Bijlow (Olanda), Feyenoord, 22 gennaio 1998
  • Josip Brekalo (Croazia), Wolfsburg, 23 giugno 1998
  • Patrick Cutrone (Italia), Milan, 2 gennaio 1998
  • Dani Olmo (Spagna), Dinamo Zagabria, 7 maggio 1998
  • Thomas Davies (Inghilterra), Everton, 30 giugno 1998
  • Matthijs De Ligt (Olanda), Ajax, 12 agosto 1999
  • Moussa Diaby (Francia), PSG, 7 luglio 1999
  • Diogo Dalot (Portogallo), Manchester United, 18 marzo 1999
  • Moussa Djenepo (Mali), Standard Liegi, 15 giugno 1998
  • Ritsu Doan (Giappone), Groningen, 16 giugno 1998
  • Edér Militao (Brasile), Porto, 18 gennaio 1998
  • Odsonne Edouard (Francia), Celtic, 16 gennaio 1998
  • Evander Ferreira da Silva (Brasile), Midtjylland, 9 giugno 1998
  • Phil Foden (Inghilterra), Manchester City, 28 maggio 2000
  • Achraf Hakimi (Marocco), Borussia Dortmund, 4 novembre 1998
  • Amadou Haidara (Mali), Red Bull Salzburg, 31 gennaio 1998
  • Joao Félix (Portogallo), Benfica, 10 novembre 1999
  • Jota (Portogallo), Benfica, 30 marzo 1999
  • Jovane Cabral (Capo Verde), Sporting Lisbona, 14 giugno 1998
  • Dejan Joveljic (Serbia), Stella Rossa, 7 agosto 1999
  • Boubacar Kamara (Francia), Olympique Marsiglia, 23 novembre 1999
  • Moise Kean (Italia), Juventus, 28 febbraio 2000
  • Jules Keita (Guinea), Dijon, 20 luglio 1998
  • Justin Kluivert (Olanda), Roma, 5 maggio 1999
  • Alban Lafont (Francia), Fiorentina, 23 gennaio 1999
  • Manu Garcia (Spagna), Tolosa, 2 gennaio 1998
  • Kylian Mbappé (Francia), PSG, 20 dicembre 1998
  • Pietro Pellegri (Italia), Monaco, 17 marzo 2001
  • Christian Pulisic (Stati Uniti), Borussia Dortmund, 18 settembre 1998
  • Marcelo Saracchi (Uruguay), RB Leipzig, 23 aprile 1998
  • Ismaila Sarr (Senegal), Rennes, 25 febbraio 1998
  • Dayot Upamecano (Francia), RB Leipzig, 27 ottobre 1998
  • Vinicius jr (Brasile), Real Madrid, 12 luglio 2000
  • Moussa Wagué (Senegal), Barcellona, 4 ottobre 1998
  • Timothy Weah (Stati Uniti), PSG, 22 febbraio 2000
  • Nicolò Zaniolo (Italia), Roma, 2 luglio 1999

Vota anche tu!

Kylian Mbappé vincerà anche nel 2018?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.