Champions League, le pagelle di Roma-Viktoria Plzen 5-0: Dzeko domina

L'attaccante bosniaco segna una tripletta e si prende la scena. Nessuna bocciatura per la Roma, degne di nota anche la prove di Under e Pellegrini.

34 condivisioni 0 commenti

di

Share

La Roma scende in campo con motivazioni raddoppiate: c'è la voglia di dare continuità ai risultati (e all'entusiasmo) dopo la vittoria del derby, c'è la voglia di dimenticare il disastroso esordio in Champions League contro il Real Madrid. Dall'altra parte, il Viktoria Plzen arriva all'Olimpico per giocarsela, consapevole del fatto che non sarà facile evitare l'ultimo posto in un girone di fuoco.

La Roma è in fiducia e si vede subito: non passano neanche tre minuti e i giallorossi passano subito in vantaggio con Dzeko. L'undici di Di Francesco dopo l'1-0 non si ferma e continua a macinare gioco, pressando alto e mettendo alle corde la squadra di Vrba. Gli ospiti in qualche occasione hanno provato ad alzare la testa, senza riuscire però a concretizzare gli attacchi. Cosa che invece riesce a fare la Roma: prima l'incrocio di Under, poi il raddoppio di Dzeko, che stoppa di petto dentro l'area e spacca la porta. Tutto troppo facile.

La Roma gestisce senza troppi problemi il vantaggio nella ripresa, trovando in successione il gol del 3-0 con Under, poi il poker con Kluivert. Al 92' arriva anche il terzo gol di Dzeko, che sorride e porta a casa il pallone. Una vittoria in scioltezza per mettere in tasca i primi tre punti in Champions League: serata perfetta per la squadra di Di Francesco, che fa il suo dovere. E lo fa alla grande, con un Dzeko in forma strepitosa.

Champions League, le pagelle di Roma-Viktoria Plzen 5-0

  • Roma (4-3-3): Olsen 6; Florenzi 6 , Fazio 6.5, Juan Jesus 6, Kolarov 6.5 (74' L. Pellegrini 6.5); Cristante 6, Nzonzi 6.5, Pellegrini 7 (74' Zaniolo 6); Under 7 (74' Schick 6), Dzeko 8, Kluivert 6.5. All. Di Francesco 7
  • Viktoria Plzen (4-2-3-1): Kozacik 6; Reznik 5, Hejda 5, Hubnik 5.5, Limbersky 5.5; Hrosovsky 6, Prochazka 5.5; Zeman 5.5 (71' Ekpai 6), Horava 5.5 (64' Kolar 6), Kovarik 5.5; Krmencik 5 (78' Reznicek s.v.). All. Vrba 5

I migliori

Dzeko 8

Impiega solo due minuti e mezzo per sbloccare il match, dopo una quarantina di minuti segna anche il raddoppio: è Dzeko-show all'Olimpico, che lo applaude e gli dedica cori. Ovazioni meritatissime: la prestazione del numero 9 è praticamente perfetta, decisamente da Champions League. Il bosniaco è ovunque, svaria sul fronte offensivo e colpisce senza pietà. Anche a tempo ormai scaduto, quando realizza la tripletta.

Under 7

Bella prestazione del turco, che sin dalle prime battute di gioco dimostra di essere informa: semina il panico sulla fascia destra, mette in mezzo palloni, colpisce l'incrocio dei pali, serve a Dzeko l'assist del 2-0, segna il gol del 3-0 nella ripresa. Applausi anche per lui.

Pellegrini 7

Buonissima anche la prova del numero 7, ancora protagonista del centrocampo giallorosso dopo la rete nel derby. Pellegrini detta i tempi della mediana e rifinisce le azioni. Ha anche il merito di servire l'assist del 3-0 a Under.

Champions League, Dzeko abbracciato dai compagniGetty Images

I peggiori

Reznik 5

Lascia sguarnita senza motivo la sua zona di competenza in occasione del vantaggio di Dzeko, fatica a contenere le avanzate giallorosse sul suo lato. Non una serata indimenticabile per Reznik. 

Hejda 5

Discorso simile (se non identico) per Hejda, chiamato a contenere Edin Dzeko. Tutta la difesa del Viktoria Plzen fatica, lui in particolare si mette in mostra negativamente abbandonando il 9 giallorosso da solo in area di rigore. E il 2-0 è servito.

Krmencik 5

Prestazione da dimenticare anche per Krmencik: il terminale offensivo del Viktoria Plzen, dopo la doppietta europea realizzata contro il CSKA Mosca, non riesce a ripetersi a Roma: Krmencik sparisce tra Fazio e Juan Jesus e la squadra di Vrba accusa la sua mancanza.

Champions League, Dzeko realizza il gol del 2-0Getty Images

Gli allenatori

Di Francesco 7

I giallorossi dovevano vincere e lo hanno fatto agilmente: risultato sbloccato quasi immediatamente, degno di nota l'atteggiamento dopo il gol segnato. La Roma di Di Francesco ha continuato a produrre gioco per tutto il match, senza fermarsi mai. Prestazione e mentalità da 7.

Vrba 5

Al Viktoria Plzen non si chiedeva certo di vincere all'Olimpico, ma neanche di alzare bandiera bianca dopo 2 minuti e mezzo: i cechi non sono mai stati in partita, servirà molto di più per evitare l'ultimo posto nel Gruppo G.

Champions League, la Roma di Di Francesco supera l'ostacolo Viktoria PlzenGetty Images

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.