NFL: Los Angeles Rams tra spettacolo e vittorie sognando il Super Bowl

Altra partita dei Rams e altro spettacolo splendido con Goff che orchestra il miglior attacco NFL per la quarta vittoria consecutiva.

Goff orchestra il miglior attacco NFL Getty Images

6 condivisioni 0 commenti

di

Share

L’inizio di stagione NFL porta con sé sempre alcune sorprese, perché il mese di settembre ha la stessa prevedibilità di un cielo marzolino londinese. I Patriots sono 1-2, i Dolphins sono imbattuti dopo tre partite e i Cleveland Browns potrebbero addirittura essere 3-0 con qualche giocata migliore degli special team. Chi non si assesta tra le sorprese di stagione, ma ha impressionato notevolmente, è la Los Angeles sponda Rams, che con la vittoria per 38-31 contro i Minnesota Vikings nel Thursday Night Football della quarta giornata, mantiene il suo record immacolato ma soprattutto impressiona tutto il resto della lega che dovrà trovare un modo per fermare un attacco esplosivo come se ne sono visti pochi nell'era recente.

Il singolo touchdown di separazione con i Vikings è il minor scarto inflitto dai Rams agli avversari nelle prime quattro giornate e questo ha proiettato la squadra di McVay dall’essere una delle favorite a essere la vera lepre della NFC nella corsa al Super Bowl. I 140 punti segnati in queste prime partite non sono nemmeno vicini al record ogni epoca in questo periodo, perché i Denver Broncos del 2013 ne totalizzarono addirittura 179. Sebbene contro Raiders e Cardinals i test non fossero così provanti, le vittorie, si può dire in scioltezza, contro Chargers e Vikings hanno legittimato i gradi di favorita.

Goff e compagni hanno prodotto 1874 yards complessive mettendo letteralmente a ferro e fuoco le quattro difese avversarie. Solamente cinque squadre nella storia NFL hanno fatto meglio da questo punto di vista e tre sono arrivate sino al Super Bowl. I detentori del record sono i Patriots del 2011 con sole 156 yards macinate in più rispetto ai Rams, che sarebbero in ritmo per rompere il muro delle settemila yards stagionali con 7496. Per dare l’idea del terrificante attacco a disposizione, hanno avuto solo due three and out nella partita contro i Vikings e il primo di questi era solo il secondo assoluto di stagione dopo il primo possesso dell’opening night. Questi sono numeri terrificanti in ottica avversaria.

NFL: Jared Goff=Mr.MVP

Le armi a disposizione tra ricevitori e running back sono d’incredibile valore e se a questo aggiungiamo la maniacalità di Sean McVay che ha riferito in un’intervista di conoscere a memoria tutti gli schemi offensivi utilizzati in carriera, è facile pensare a un team di successo. Il video realizzato da Bleacher Report con il qui al giovane coach dei Rams farà impallidire i grandi mnemonici dei quiz anni novanta.

Jared Goff, dopo un’ottima stagione passata arrivata quasi nello stupore generale, sta leggendo in modo esemplare le difese sfruttando i suoi target più importanti e non sbagliando praticamente mai. Il suo pass rating medio è a quota 127,9, dietro solo a Patrick Mahomes con 137.4, ma ben davanti al record NFL in singola stagione di Aaron Rodgers a 122.5. Nella partita contro i Vikings è arrivato il perfect passer rating con 158.3, frutto di un 26-33 per 465 yards e cinque touchdown. Solo tre giocatori nella storia hanno raggiunto la perfezione con partite da 30 o più passaggi (Kurt Warner nel 2000 e Ken O’Brien nel 1986). Ciò che fa ancor di più stropicciare gli occhi è la difficoltà di almeno tre dei lanci vincenti, siglati contro una difesa dei Vikings tutt'altro che porosa sulla carta.

Tante armi, quale antidoto?

Dietro Jared Goff c’è un campione come Todd Gurley che da solo potrebbe portare sulle spalle un intero attacco, ma per permettere a questi due giocatori di rendere al meglio c’è anche una linea offensiva che merita totale credito, infatti lo stesso Goff nel post partita ha detto:

Sono stato messo a terra solamente tre o quattro volte in queste prime partite. La nostra linea offensiva sta facendo un lavoro incredibile e per questo stiamo viaggiando a pieno regime.

Fuori a ricevere c’è un Cooper Kupp, che contro i Vikings ha siglato i career high in un singolo tempo per yards ricevute (129), TD ricevuti (2) e ricezione più lunga (70 yards). Se a questo aggiungiamo uno dei leading receivers NFL per yards guadagnate come Brandin Cooks e un Robert Woods che si sta sempre più ergendo a protagonista, è facile capire che al momento bisogna ancora trovare la kryptonite per questo attacco. Cosa può fermare questi Rams? La difesa? Forse no, perché dopo tre giornate aveva concesso solo 36 punti, salvo poi venire torchiata da Krik Cousins e gli esterni dei Vikings. Senza Aqib Talib in IR manca un pezzo importante del puzzle e l’unico modo attualmente per vincere contro L.A. sembra essere quello di uno shootout che solo i Chiefs possono sostenere con Mahomes, Hill, Hunt e tutti gli altri. La stagione è lunga, i numeri ragionevolmente cambieranno e ritorneranno su standard più normali, ma da come i Rams gestiranno il fisiologico momento di difficoltà che arriverà in una stagione, capiremo molto di dove potrà finire questa regina delle contender. Al momento il vero spettacolo NFL sono loro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.