Premier League, Pochettino: "A Natale pronto lo stadio del Tottenham"

Dopo problemi e rinvii, il nuovo impianto potrebbe essere inaugurato entro la fine dell'anno. Il manager: "Se serve vado anche io ad aiutare dopo gli allenamenti".

114 condivisioni 0 commenti

di

Share

Problemi su problemi, ma forse, finalmente, si vede la luce in fondo al tunnel. Lo stadio del Tottenham potrebbe essere pronto prima di Natale, parola del manager Mauricio Pochettino. Dopo due anni di lavori, polemiche, problemi giudiziari e ritardi, il nuovo gioiello calcistico della Premier League sarà inaugurato.

Le ultime notizie non erano di certo confortanti: fine dei lavori a febbraio, strani giri di alcol e droga tra i circa 4mila operai impegnati nell’impianto. Poi risse, lavori eseguiti male, polemiche. L’arena, che conterrà 62mila posti, è partita con il piede sbagliato continuando a navigare in acque agitate.

Ora però si inizia a sorridere: per Natale lo stadio ci sarà, Pochettino ne è convinto, la seconda metà della Premier League e gli altri impegni avranno un nuovissimo scenario. Esultano i tifosi: ad oggi le partite casalinghe del Tottenham si sono giocate sempre a Wembley, casa temporanea degli Spurs. E occhio all'ultima scintilla: il Watford, obbligato a giocare a Milton Keynes per il terzo turno della Carabao Cup, ha acceso la miccia prima della partita di questa sera.

Premier League, Pochettino tecnico del TottenhamGetty Images
Premier League, Pochettino: entro Natale si gioca nel nuovo stadio

Premier League, lo stadio del Tottenham entro Natale

Il Tottenham potrebbe iniziare a giocare nel nuovo stadio a fine 2018. Parola di Mauricio Pochettino. Il tecnico degli Spurs, sempre costretti a scendere in campo a Wembley nei match di Premier League e di Coppa, parla chiaro:

Sono felici i giocatori, il presidente, i tifosi. Chiedo scusa io in persona, stiamo facendo di tutto per finire i lavori. Il presidente è molto impegnato, non dorme per cercare soluzioni. Ho parlato con lui, siamo fiduciosi: prima di Natale sarà pronto.

Ormai per il Tottenham lo stadio è diventato un chiodo fisso. Il tecnico argentino è pronto anche lui a sporcarsi le mani:

Se serve, sono pronto anche io ad aiutare gli operai dopo l’allenamento. Lo prometto, ci andrò.

In tutto ciò non vanno dimenticati anche i polveroni esterni. I tifosi dell’Arsenal, qualche settimana fa, hanno fatto partire online una petizione chiedendo una penalizzazione del Tottenham in classifica. La rivalità tra i due club è aspra. Ma non solo. In occasione proprio del match di Carabao Cup con il Watford di stasera, gli Hornets avevano chiesto di giocare in casa loro, a Vicarage Road. Niente da fare, nonostante Wembley non fosse disponibile. Appuntamento a Milton Keynes, l’impianto che ha fatto da scenario alle prime grandi giocate di Dele Alli. Un vantaggio forse in più per gli Spurs. L’inglesino già lo ha annunciato: ci tiene davvero a fare una grande partita davanti ai suoi ex tifosi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.