I gol più belli di Ciro Immobile: dalle rovesciate ai colpi di tacco

Nella sua carriera ha segnato in tutti i modi: rovesciate, colpi di tacco volanti, slalom tra i difensori. Ecco l'elenco delle prodezze per battere i portieri avversari.

23 condivisioni 0 commenti

di

Share

L'ha fatto esplodere Zeman al Pescara. Se l'è coccolato il Torino dopo l'esperienza al Genoa. Ora se lo gode la Lazio: Ciro Immobile negli anni si è confermato - e affermato - come cecchino implacabile. Capocannoniere della Serie A in maglia granata (22 reti), bis servito con quella biancoceleste (29): un senso del gol che corre di pari passo con la sua generosità e i suoi scatti brucianti. L'attaccante ha "steccato" soltanto le esperienze all'estero al Borussa Dormund e al Siviglia. Ma è tornato in Italia più maturo e più... bomber. L'elenco dei i gol più belli di Ciro Immobile è una vasta gamma di prodezze: dai colpi di tacco volanti agli slalom tra gli avversari, passando per le rovesciate, bordate da fuori e altri gesti acrobatici. 

Per informazioni chiedere conto al Cagliari, al Napoli o al Torino stesso. Chi ha fame sotto porta non fa sconti e non bada alle ex squadre di turno. Immobile scende in campo con il sangue agli occhi e il mirino puntato.

Si sacrifica, si danna l'anima, è uno che non gioca le partite ma le vive: sfianca le difese, poi le colpisce. Destro, sinistro, colpo di testa: in questo articolo viene messo in mostra il suo ampio repertorio.  

I gol più belli di Ciro Immobile

Eccoli, i gol più belli di Ciro Immobile. Ve li proponiamo di seguito, scegliete voi il migliore: è complicato, noi non ci azzardiamo mica. Ce n'è per tutti i gusti. Ma sono solo per palati fini...

2017/2018, Cagliari-Lazio 2-2: il tacco volante al 95'

Minuto 95, il cronometro corre come un centometrista verso la fine della partita. Per la precisione mancano trentacinque secondi al termine quando parte il cross di Felipe Anderson dalla sinistra. La Lazio sta perdendo 2-1 a Cagliari, è l'ultimo tentativo (disperato) di riacciuffare almeno il pareggio. Che arriva per merito di Immobile: colpo di tacco al volo, quasi in avvitamento, palla che scavalca Cragno e si infila alle sue spalle. Una perla assoluta. 

2016/2017 Torino-Lazio 2-2: il gol dell'ex... in rovesciata

Nessuna pietà per l'ex squadra. Prima stagione con la maglia della Lazio, Immobile si presenta a Torino e viene bersagliato dai fischi dei tifosi granata. La rivincita se la prende in rovesciata nel secondo tempo, anche se non esulterà per rispetto al passato. Sempre Felipe Anderson in versione assist-man: fuga sulla destra, traversone lungo sul secondo palo, Immobile si coordina e da posizione defilata buca Hart schiacciando a terra. 

2018/2019 Lazio-Napoli 1-2: lo slalom d'autore

Un dribbling per prendersi gioco di tre difensori in un colpo solo. Acerbi lo lancia dalla difesa, Immobile sterza e con un tocco taglia la strada a Koulibaly, Albiol e Mario Rui, mica tre qualsiasi: il sinistro è preciso e finisce sotto l'incrocio, non lascia scampo a Karnezis. È la prima giornata del campionato 2018-2019, l'attaccante inizia in modo "soft" la sua stagione...

2017, Lazio-Juventus 3-2: l'arrampicata in Supercoppa Italiana

Cross di Parolo e arrampicata tra Benatia e Berzagli. Un gol tanto bello, quanto importante: 13 agosto 2017 e Supercoppa Italiana alla Lazio grazie alla doppietta di Immobile (poi chiusa 3-2 di Murgia a tempo scaduto). L'attaccante, in questo caso, dimostra di saperci fare anche con la testa: stacco imperioso e palla all'incrocio. Buffon osserva entrare senza nemmeno abbozzare l'intervento. 

2013/2014, Milan-Torino 1-1: la fuga a San Siro

Scatto sul filo del fuorigioco, uno contro uno con Bonera, che viene scherzato in dribbling prima del tiro che supera Abbiati per l'1-0 del Toro. La partita finirà 1-1 per merito di Rami che pareggerà nel secondo tempo. Ma per Immobile quella resterà una serata memorabile: stava stendendo da solo i rossoneri in trasferta. 

2017/2018, Lazio-Milan 4-1: la girata di destro

Ancora il Milan di fronte, stavolta all'Olimpico e con addosso la maglia della Lazio. Tra i gol più belli di Ciro Immobile c'è sicuramente anche quello siglato a Donnarumma il 10 settembre 2017: Lulic guarda in mezzo e crossa, il numero 17 non ci pensa un attimo e spara di prima intenzione con il destro. E dopo quel match si portò a casa proprio il pallone: altri due centri, di cui uno su rigore, distribuiti in novanta minuti eccezionali. 

2013/2014, Roma-Torino 1-1: il Derby anticipato

Un tiro straordinario su un lancio che arriva da centrocampo: uno dei migliori gol in assoluto. Immobile si coordina alla perfezione e con un sinistro al volo fulmina De Sanctis nonostante lo specchio della porta sia veramente ridotto da una posizione del genere.

2013/2014, Sassuolo-Torino 0-2: il tocco morbido

Campo pesantissimo, a dir poco rovinato dalla pioggia che si abbatte su Reggio Emilia. Eppure Immobile va lo stesso al doppio della velocità degli altri: palla recuperata, volata da centrocampo verso la porta del Sassuolo (nel video azione al minuto 1:32) e tocco sotto morbido-morbido per beffare il portiere in uscita.

 

2017/2018, Juventus-Lazioa 1-2: il piazzato allo Stadium

Piede caldo, di nuovo bollente con la Juve. Un gol spettacolare soprattutto per l'azione, tutta in verticale: Leiva-Immobile-Milinkovic-Luis Alberto. E poi ancora Immobile, che si infila tra le maglie di Allegri e piazza il destro all'angolino per il momentaneo 1-1 biancoceleste. Sempre Immobile raddoppierà dal dischetto per la vittoria della Lazio: a Torino, in campionato, non ci riusciva da 15 anni...

2015/2016: Genoa-Torino 3-2: incrocio perfetto

Ci sono incroci pericolosi e incroci perfetti. Come quello dove finisce il pallone scagliato da Immobile in Genoa-Torino, stagione 2015-2016: filtrante di Acquah, taglio perfetto alle spalle dei difensori e botta di destro che non lascia scampo a Perin. Il portiere tocca, ma le sue dita vengono piegate dalla violenza della conclusione di destro. 

2013/2014, Torino-Genoa 2-1: il tiro a... Ciro

Una delle tante reti realizzate da Immobile al Genoa. Bellissima anche questa: Burdisso prova ad anticiparlo, non ci riesce. E quindi l'attaccante può puntare la porta, spostarsi il pallone sul destro prima di fiondarla a giro sotto l'incrocio (nel video 1:38). Cerci concluderà la rimonta con un altro eurogol... 

2013/2014, Torino-Livorno 3-1: la bordata da fuori

Nel bagaglio di Immobile c'è di tutto, pure la bordata dalla distanza. Tipo quella con cui stende definitivamente il Livorno (per vedere l'azione andate direttamente a 1:22 del video): passaggio in orizzontale raccolto, due tocchi e bang, sparo dove è impossibile arrivare. Un'altra partita da incorniciare con una tripletta. 

2011/2012, Pescara-Gubbio 2-1: dalla linea di fondo

Un tuffo nel passato e in Serie B, ai tempi di Pescara. Partita contro il Gubbio, la stagione è la 2011-2012: Immobile salta il portiere, arriva quasi sulla linea di fondo. Ha davanti a sé Cottafava che prova a contrastarlo: l'attaccante dà uno sguardo in mezzo, poi invece calcia in porta e centra lo specchio da posizione complicatissima.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.