Svizzera, i tifosi dello Young Boys contro gli eSports: joypad in campo

Il match di Super League svizzera tra Young Boys e Basilea è stato sospeso al 15' per lancio di controller e palline da tennis in campo.

Svizzera, joypad in campo durante la partita Young Boys-Basilea Twitter

2 condivisioni 0 commenti

Share

Joypad tirati in campo. Sembra impossibile, eppure è proprio quello che è successo durante la partita di Super League svizzera tra Young Boys e Basilea. Correva il minuto 15, il match era ancora bloccato sullo 0-0 quando sul prato verde sono iniziati a piovere palline di tennis e... joypad che hanno costretto l'arbitro a interrompere momentanamente il gioco.

Sì, parliamo proprio dei controller per console che prima o poi tutti hanno avuto nelle mani. Ora la domanda è: perché sono stati lanciati dagli spalti dello Stade de Suisse? Perché i tifosi svizzeri stanno mettendo in scena una protesta contro l'introduzione degli eSports nel calcio professionistico e contro i piani della Federcalcio svizzera che vorrebbe obbligare tutti i club a dotarsi di una squadra di eSports, così da creare un campionato virtuale parallelo a quello reale.

Ecco spiegato anche lo striscione che recitava "fan***** gli eSports". Per la cronaca, la partita è finita con un clamoroso 7-1 per lo Young Boys, prossimo avversario della Juventus in Champions League, in virtù delle reti segnate da Fassnacht, Sulejmani, Camara, Hoarau, Aebischer, Bertone e Assale. Per il Basilea a segno van Wolfswinkel.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.