MotoGP, prime schermaglie Lorenzo-Marquez: "Devi chiedermi scusa"

Jorge Lorenzo punta il dito contro Marc Marquez dopo la caduta allo start di Aragon. Una bella grana per il team Repsol Honda in vista della stagione 2019 di MotoGP.

65 condivisioni 0 commenti

di

Share

Sin dal momento dell'annuncio ufficiale del passaggio di Jorge Lorenzo in Honda, il rapporto con Marc Marquez si preannunciava difficile e scintillante. Due fuoriclasse della MotoGP nel medesimo box è il sogno di tutti i manager e tifosi, ma basta una scintilla per scatenare un incendio dalle imprevedibili conseguenze. Quello che nessuno avrebbe mai immaginato è che le prime schermaglie sorgessero ancor prima che il maiorchino mettesse piede nel box HRC. Ad Aragon è bastato un sorpasso azzardato, una manovra sbagliata, una caduta che ha portato ad un infortunio di lieve intensità affinchè uno dei due alzasse la voce per pretendere scuse.

Jorge Lorenzo partiva dalla pole, un sorpasso azzardato con arresto dell'anteriore da parte del Cabroncito lo costringe ad allargare traiettoria, a finire sul lato sporco della pista, restando vittima di un high-side che lo porta a chiudere anzitempo il Gran Premio. Dal centro medico arriva un referto che inizialmente sembrava ancora più pesante: lussazione dell'alluce del piede destro e microfrattura del metacarpo del secondo dito. La partecipazione al prossimo appuntamento in Thailandia è per adesso in dubbio, anche se probabilmente il pilota Ducati sarà regolarmente in pista. Ma il rapporto tra Marquez e Lorenzo inizia già a vacillare.

Stavolta il fenomeno di Cervera non aveva nessuna intenzione di lasciar scappare Andrea Dovizioso, ha montato la gomma soft al posteriore contro ogni previsione, ha combattuto con l'inseguitore di classifica fino agli ultimi due giri. Dopo di che è stata una marcia trionfale che ha definitivamente azzerato le speranze della Ducati. E ha scatenato la rabbia del prossimo compagno di squadra con un sorpasso al limite del regolamento. Per Honda e Alberto Puig i grattacapi cominciano da subito: adesso dovranno convincere Marc a porgere le sue scuse, anche se in privato e senza annunci mediatici. Altrimenti la stagione MotoGP 2019 comincerà già con una macchia indelebile.

Jorge Lorenzo cade ad AragonGetty Images

MotoGP, primi grattacapi nel box Repsol Honda

Fino a questo momento non è arrivata nessuna richiesta di scuse e, secondo fonti spagnole, le dichiarazioni di Jorge Lorenzo sarebbero state considerate eccessive dall'ambiente Repsol Honda.

Sono molto arrabbiato perché quello che è successo, Marc mi ha impedito di entrare in curva e sono andato lungo, per cercare di non farmi passare da quattro o cinque piloti ho aperto il gas in pendenza e sulla zona sporca e sono caduto. Ci sono 23 giri da percorrere, non si vince alla prima curva, ma si dovrebbe dare un po' di spazio. Bisogna essere aggressivi, ma almeno dare un po' di spazio... Spero che venga a chiedermi scusa e sapere come sto, ma soprattutto spero che non lo faccia più... Non penso nemmeno di reclamare, perché so cosa direbbe la Direzione Gara. Quello che mi fa arrabbiare di più è che dall'esterno non vedi quello che è successo, lo sappiamo solo entrambi... Dal di fuori si ritiene che sia stata solo colpa mia.

Marc Marquez ha evitato risposte a caldo su quanto successo, galvanizzato dal successo davanti al suo pubblico, sul circuito che gli ha dedicato la curva 10. La vittoria di Aragon è un'ipoteca sul titolo MotoGP, non merita di essere inficiata da battibecchi, soprattutto se si tratta del futuro compagno di squadra. Probabilmente saranno i vertici HRC a intervenire dietro le quinte per smorzare le dichiarazioni di Lorenzo.

Ho frenato sulla zona sporca e si è bloccato l'anteriore. Qui quando si va sulla zona sporca si scivola molto, è successo anche a me alla curva 14 quando mi sono toccato con Dovizioso e stavo quasi per cadere. Sono cose che capitano durante le gare. Quando vai sulla zona sporca bisogna avere il sangue freddo di non spalancare tutto il gas.

Il primo dei colleghi a sbilanciarsi sull'accaduto dopo il semaforo verde è Aleix Espargarò, alfiere del team Aprilia Racing, in ottimi rapporti con entrambi. probabilmente non servirà a spegnere le prime scintille tra i futuri colleghi di box Honda.

Ho appena visto la replica della gara la mia opinione è che Marc è lontano da Jorge, in nessun momento lo blocca. Sembra più che Jorge dia gas nella zona sporca, ma ancora una volta è solo la mia opinione!

Dai vertici di casa Honda si preferisce non commentare ufficialmente, preferendo risolvere la questione "inter nos". Alberto Puig, in un'intervista allo spagnolo 'AS', ha affermato di non aver visto la replica della gara e di non voler rilasciare commenti sulle dichiarazioni di Lorenzo.

Non mi interessa molto onestamente, l’unica cosa che mi dispiace è che Jorge si sia fatto male… Non posso dire altro, tranne che mi dispiace che sia rimasto ferito, e non perché correrà con la Honda l’anno prossimo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.