Serie A, 5^ giornata, risultati e classifica: Juventus implacabile

La Juventus soffre ma espugna il Benito Stirpe di Frosinone ancora grazie a Ronaldo. Il Napoli tiene il passo, vincono anche Inter e Lazio. Crisi per Milan e Roma.

23 condivisioni 0 commenti

di

Share

Quinto turno in Serie A. Giornata già decisiva per molte squadre, in primis Roma, Inter e Milan. I giallorossi per provare a uscire dalla crisi, Inter e Milan per dare continuità alle vittorie in Europa, anche se di livello completamente opposto (i nerazzurri hanno rimontato il Tottenham, i rossoneri hanno battuto a fatica i lussemburghesi del Dudelange).

Per la Juventus, invece, si trattava del solito weekend di conferme dopo le 4 vittorie nelle prime 4 sfide. L'avversario era il Frosinone, non propriamente una corazzata, che finora aveva raccolto un solo punto in campionato. 

Le sorprese Spal e Sassuolo si trovavano davanti rispettivamente Fiorentina ed Empoli, mentre l'unica vera inseguitrice della Juve, ovvero il Napoli, veniva ospitata dal Torino dell'ex Walter Mazzarri, desideroso di punti. Ma vediamo com'è andata nel dettaglio. 

L'esultanza di InsigneGetty Images
Insigne festeggia la doppietta al Torino

Serie A, i risultati della 5^ giornata

Il weekend di Serie A si apre con la sfida tra Sassuolo ed Empoli. Dopo il gol improvviso di Caputo, gli emiliani rimontano grazie a Boateng, Ferrari e Di Francesco (tacco delizioso) ottenendo altri tre punti preziosissimi. Così come il Parma, che al Tardini contro il Cagliari centrano la seconda vittoria in fila dopo quella di San Siro grazie ad un super Gervinho. Dopo il gol di Inglese nel primo tempo, l'ex romanista fa un gol alla Weah saltando tutti con un coast to coast già entrato nella storia di questo campionato. 

Il sabato continua con Fiorentina-Spal e Sampdoria-Inter. Nella gara del Franchi non c'è storia, e la Viola ne fa tre con Pjaca (primo gol in Italia), Milenkovic e il solito Chiesa. Fatica molto invece l'Inter, che a Marassi la vince al 94' grazie a Brozovic, al termine di una sfida piena zeppa di emozioni. Domenica a pranzo invece il Napoli vince e convince, esprimendo grande calcio all'Olimpico Grande Torino. Doppio Insigne e Verdi piegano gli uomini di Mazzarri, che avevano provato a riaprirla con un rigore di Belotti per il momentaneo 2-1.

Nel pomeriggio l'Udinese trova una vittoria pesantissima sul campo del Chievo, fermo a -1 in classifica, mentre la Lazio stravince con il Genoa 4-1. Due volte Immobile, Milinkovic e Caicedo piegano i rossoblù, crollati nonostante il solito gol di Piatek (quinto in Serie A, nono stagionale). L'altra romana invece crolla vertiginosamente. In casa di un Bologna ancora a secco di vittorie e di gol, la Roma perde 2-0 facendo esplodere una crisi a tratti inspiegabile.

Così come inspiegabile è la mancanza di mentalità del Milan, che contro l'Atalanta va avanti due volte: Higuain porta avanti i rossoneri, Gomez risponde e Bonaventura riporta avanti i Gattuso boys. Ma nel recupero Rigoni firma il pari della Dea, ammutolendo San Siro. Va bene il bel gioco, ma i cali di concentrazione milanisti sono costanti e di questo passo sarà dura fare meglio degli anni passati, nonostante una punta del livello di Higuain.

L'ultimo match in programma è quello tra Frosinone e Juventus, il classico Davide contro Golia. Dopo 80 minuti di sofferenza e diffcoltà, gli uomini di Allegri riescono ad espugnare il Benito Stirpe grazie ad un lampo di Ronaldo (al terzo gol in campionato) e al gol finale di Bernardeschi. Vittoria pesantissima che fa continuare il percorso netto bianconero, sin qui implacabili. 

  • Sassuolo v Empoli 3-1
  • Parma v Cagliari 2-0
  • Fiorentina v Spal 3-0
  • Sampdoria v Inter 0-1
  • Torino v Napoli 1-3
  • Chievo v Udinese 0-2
  • Bologna v Roma 2-0
  • Lazio v Genoa 4-1
  • Milan v Atalanta 2-2
  • Frosinone v Juventus 0-0

La classifica dopo il quinto turno

A tenere il passo della Juve c'è il Napoli, che rimane a -3. Volano Fiorentina e Sassuolo, attualmente in zona Champions, mentre la Lazio torna a visitare le zone alte. Bene anche Udinese e Parma, mentre le situazioni di Milan e Roma sembrano già essere preoccupanti, con i rossoneri che hanno però ancora un match da recuperare il 31 ottobre contro il Genoa a San Siro. Si risolleva il Bologna, rimane invece a 1 il Frosinone che però esce a testa alta dalla sfida con la Juve e può guardare al futuro con fiducia.

  1. Juventus 15
  2. Napoli 12
  3. Fiorentina 10
  4. Sassuolo 10
  5. Lazio 9
  6. Spal 9
  7. Udinese 8
  8. Sampdoria 7
  9. Inter 7
  10. Parma 7
  11. Genoa 6*
  12. Atalanta 5
  13. Milan 5*
  14. Roma 5
  15. Torino 5
  16. Cagliari 5
  17. Empoli 5
  18. Bologna 4
  19. Frosinone 1
  20. Chievo -1

*una partita in meno

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.