Superclasico, Boca Juniors-River Plate: quando Almeyda sfidò la Bombonera

In vista della finale di Copa Libertadores tra Boca Juniors e River Plate, ricordiamo quanndo El Pelado baciò la maglia dei Millonarios sotto la curva degli Xeneizes.

581 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il penultimo Superclasico è andato in scena il 14 marzo 2018 e ha assegnato la Supercoppa argentina alla parte biancorossa di Buenos Aires. L'ultimo, valido per la sesta giornata della Superliga argentina, si è giocato il 24 settembre e ha visto i Millonarios imporsi 2-0 sugli Xeneizes. Due partite importanti che però non hanno nulla a che vedere con quanto succederà il 10 e il 24 novembre, quando Boca Juniors e River Plate si ritroveranno per la prima volta l'una contro l'altra nella finale di Copa Libertadores. Si gioca l'andata a La Bombonera alle ore 20.00 italiane, il ritorno alla stessa ora al Monumental. Diretta esclusica su DAZN

Tanti protagonisti hanno caratterizzato una delle rivalità più accese del calcio mondiale: Martin Palermo, Juan Roman Riquelme e Carlos Tevez per gli "xeneizes", Enzo Francescoli, Ariel Ortega e Marcelo Salas per i "millonarios". C'è anche chi, però, non ha emozionato per il tasso tecnico e i gol memorabili, ma per la tipica garra sudamericana che ha contraddistinto le sfide de La Bombonera o del Monumental.

Uno di questi è Matias Almeyda, che nel River ha giocato 131 partite in due spezzoni ad inizio e fine carriera. Storico tifoso biancorosso, nel 2011 El Pelado disputa la sua ultima stagione con la sua squadra del cuore, culminata però con la disastrosa retrocessione in Primera B Nacional. Nel Superclasico del 15 maggio, è titolare e capitano nel derby giocato alla Bombonera. Nonostante la sconfitta per 2-0 e il fischio finale imminente, c'è spazio per conquistare definitivamente l'amore dei suoi tifosi.

Boca Juniors-River Plate, il bacio di Almeyda

A 30 secondi dalla fine, il River Plate conquista una punizione in attacco e Almeyda va a recuperare un pallone per evitare ulteriori perdite di tempo dei giocatori del Boca Juniors. Mentre si avvicina alla zona di battuta, il capitano dei "millonarios" viene sgambettato da Rodriguez: il nervosismo delle due squadre porta ad un contatto tra i giocatori, risolto con l'espulsione di entrambi i protagonisti del battibecco.

Invitato dall'arbitro ad abbandonare il terreno di gioco, Almeyda viene accompagnato verso il tunnel dalle forze dell'ordine. Prima di avviarsi verso gli spogliatoi, però, El Pelado si fa strada tra due esponenti della Policia Federal Argentina e bacia la maglia del River sotto la curva del Boca, scatenando l'ira dei tifosi avversari e la gioia degli ospiti giunti alla Bombonera.

AlmeydaGetty Images
Almeyda ha giocato anche in Italia, vestendo le maglie di Lazio, Parma, Inter e Brescia

È una sconfitta pesante per la classifica, visto che i biancorossi saranno poi costretti a giocare e perdere il playout contro il Belgrano, ma la tifoseria apprezza un atto di "amor por la camiseta" da parte di quello che, nella stagione di Primera B Nacional, diventerà l'allenatore dei "millonarios". Pochi giorni dopo, in occasione dei 110 anni del club, Almeyda non mostra rimpianti:

Baciare di nuovo la maglia? Lo rifarei. Ho mostrato il mio amore per il River, sono un tifoso del River e ho agito seguendo i miei sentimenti

Sabato 10 novembre andrà in scena il Superclasico numero 249 della storia. Sarà un derby che sfornerà nuovi miti per altre generazione di tifosi.

Vota anche tu!

Chi vincerà il Superclasico?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.