Mondiali di volley: si va alla seconda fase con l’Italia protagonista

La seconda fase dei Mondiali di volley vedrà affrontarsi alcune delle squadre migliori al mondo, inserite nello stesso gruppo. Noi abbiamo un girone abbordabile e possiamo puntare alla Final Six di Torino.

L’Italia di Blengini affronterà Finlandia, Olanda e Russia nella seconda fase dei Mondiali Getty Images

37 condivisioni 0 commenti

di

Share

Terminata la prima fase dei Mondiali di volley organizzati da Italia e Bulgaria, si passa ad una seconda fase più corta, con quattro gironi da quattro squadre, con le nazionali che si portano dietro il punteggio del primo girone. Nel tourbillon delle ultime partite, la squadra che si è ritrovata nel girone migliore è sicuramente il Brasile, che si ritrova con la Slovenia, sconfitta 3-1 dall’Italia nell’ultima partita del girone, l’Australia, altalenante nella prima fase, e il Belgio, ritrovatosi secondo nel girone A per una serie di risultati positivi.

Il girone di ferro sarà di sicuro quello che include Polonia, Serbia e Francia, con quest’ultima che deve recuperare, avendo 11 punti, sulle altre due che la distanziano di uno e quattro punti. Il girone con gli USA non è proibitivo, anche se c’è la Bulgaria che gioca in casa ed è sempre pericolosa, e il Canada, forse la squadra che più è andata oltre le aspettative in questa prima fase, ma è l’incontro con l’Iran, soprattutto in un momento geopolitico così caldo, a destare interesse.

L’Italia non ha un girone semplicissimo, ma ha il bottino pieno per quel che riguarda i punti, 15, e una prima partita in cui può allungare in maniera netta, affrontando la Finlandia. Il secondo match sarà contro la Russia, che ha comunque una grande squadra ma sta giocando male, e l’Olanda, che ha alternato sconfitte contro il Canada all’esordio, a vittorie contro i campioni olimpici del Brasile. Non possiamo giocare come se Torino e la Final Six fosse già al sicuro, ma la situazione non è sicuramente delle peggiori.

L'Italia di volley a Milano per sfidare Finlandia, Russia e Olanda e puntare alle Final Six dei Mondiali

Le tre squadre che fino ad oggi hanno giocato il volley migliore sono l’Italia, la Polonia e gli USA. Noi avevamo un girone abbordabile, con la vittoria contro il Giappone al Foro italico di Roma all’esordio che ci ha dato anche una spinta in più. Quando ci siamo trovati in difficoltà contro l’Argentina e la Slovenia, perdendo un set con entrambe, abbiamo sempre recuperato bene, giocando un ottimo volley.

Stanno facendo Mondiali perfetti i due centrali, Mazzone e Anzani, sia in attacco che a muro, Giannelli è ordinato e sbaglia poche volte, Zaytsev è sui suoi livelli, altissimi e assolutamente fondamentali per la nostra squadra, Juantorena riceve molto bene. Lanza ha alti e bassi, ma contro la Slovenia il suo sostituto, Maruotti, ha giocato benissimo e potrebbe diventare lui il secondo schiacciatore di banda insieme a Osmay Juantorena.

La Polonia, già squadra fortissima e campione del mondo, che aspetta dalla prossima competizione internazionale anche il pallavolista più forte al mondo, il cubano Leon, che da quest’anno giocherà con Perugia, sta impressionando, grazie ad un gioco equilibrato in cui tutti hanno compiti d’attacco precisi. Sta giocando molto bene il giovane Szalpuk, ma i tre che dominano nella fase punto sono Kubiak, il centrale Nowakowski e una vecchia conoscenza del volley italiano, Bartosz Kurek. Sono determinati, anche se nel girone con Francia e Serbia devono giocare senza cali di concentrazione per passare il turno.

Gli USA sono la squadra su cui ad oggi tutti punterebbero le loro fiches. Hanno vinto contro la Serbia e la Russia, hanno un Christenson, palleggiatore che da Civitanova si sposterà a Modena, in stato di grazia e tre attaccanti micidiali, Russel, Anderson e Sanders. Gli USA poi sono dei grandi ricettori e difensori sugli attacchi avversari e questa qualità sta emergendo sempre di più nel volley contemporaneo. Hanno un secondo girone più che abbordabile e non dovrebbero avere problemi ad arrivare a Torino.

Gli altri squadroni hanno balbettato. Il Brasile dipende troppo dall’asse Bruno-Wallace, anche se sono stati loro poi a vincere le partite decisive per il primo posto nel girone. Il migliore dei verdeoro è stato lo schiacciatore Douglas Souza, ma bisogna che la squadra abbia di più soprattutto dai centrali per essere la solita schiacciasssi. Dai centrali invece ha avuto tanto la Russia, con Muserskiy come sempre infermabile, mentre gli schiacciatori latitano e la regia di Butko è troppo scolastica per muovere e disordinare i muri avversari. Per sua fortuna l’opposto Mikhaylov risolve parecchie situazioni complicate.

La Francia ha Ngapeth ancora in recupero da piccoli acciacchi fisici e il giovane opposto Boyer troppo altalenante per affidargli l’attacco della squadra, mentre la Serbia è la solita squadra con picchi o con sprofondi, a seconda della verve di Atansijevic, anche se Uros Kovacevic, forse quello più umorale del gruppo, sta giocando alla grande.

Alla Final Six di Torino, dove nessuno si porterà dietro i punti delle fasi precedenti, arriveranno le prime dei quattro gironi e le migliori seconde. Quasi tutte le squadre migliori andranno avanti, anche se alcune, inserite nello stesso girone, dovranno per forza di cose terminare qui la corsa. Noi dell’Italia siamo confidenti per tutto quello che abbiamo visto fino adesso, per la forza che il Forum darà alla squadra di Blengini e anche per la composizione del girone, sicuramente non impossibile. Una volta a Torino poi, si lotterà tutti contro tutti per vincere Mondiali che si stanno dimostrando davvero straordinari, per livello generale e il numero di campioni in campo in ogni singola squadra.

Calendario delle partite dell'Italia e dove vederle in diretta TV e streaming

  • 21 settembre 2018 21:15 - Italia-Finlandia in diretta TV su Rai 2 e in diretta streaming su Rai Play
  • 22 settembre 2018 21:15 - Italia-Russia in diretta TV su Rai 2 e in diretta streaming su Rai Play
  • 23 settembre 2018 21:15 - Italia-Olanda in diretta TV su Rai 2 e in diretta streaming su Rai Play

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.