Champions League, espulsione Cristiano Ronaldo: il dialogo tra Brych e Fritz

È stato l'addizionale Marco Fritz a richiamare l'arbitro Felix Brych che ha poi deciso di espellere il portoghese.

297 condivisioni 1 commento

Share

Esordio con rosso. Cristiano Ronaldo è stato espulso alla prima partita giocata in Champions League con la maglia della Juventus. Al 29' del match contro il Valencia, terminato 0-2 in virtù della doppietta segnata su rigore da Pjanic, il portoghese ha dato un calcetto a palla lontana a Murillo che è caduto e ha protestato.

A quel punto il numero 7 bianconero lo ha invitato a rialzarsi e ha cercato di prenderlo per i capelli. Un gesto sicuramente brutto ma non violento. Non l'ha pensata così l'addizionale Marco Fritz che ha prontamente richiamato l'arbitro Felix Brych. 

Nel dialogo tra i due, svelato dalle immagini di Sky Sport, l'addizionale pronuncia la parola "haar", ovvero "capelli" in tedesco. Poi Brych chiede a più riprese se sia fallo da espulsione e Fritz risponde fermamente di sì. Da qui la decisione di cacciare CR7 che scoppia a piangere e lascia disperato il prato del Mestalla. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.