Caos Serie B: il Tar si autosmentisce e il Coni dà ragione all'Entella

Si infittisce sempre di più il mistero legato al nostro campionato cadetto: sospesa la sospensione del torneo e i liguri, già scesi in campo in Serie C, vengono riammessi.

Caos Serie B, accolto ricorso Entella Getty Images

93 condivisioni 0 commenti

di

Share

Le vicende legate all'organizzazione/svolgimento del campionato di Serie B stanno assumendo sempre di più i contorni di una barzelletta. Di noi parlano in Europa (solo ieri un articolo della BBC si domandava quale potesse essere il futuro del campionato cadetto italiano) e non certo in termini lusinghieri.

Nelle ultime ore sono arrivati nuovi inquietanti sviluppi (i termini "passi avanti" non si possono proprio usare) riguardo il caos che sta invischiando sempre di più il secondo torneo italiano in un pericoloso vortice apparentemente senza fine.

Nella giornata di ieri si sono aggiunti due nuovi colpi di scena, che già di per sé era stato sconvolto nella giornata del 15 settembre, quando (a un giorno dall'inizio dei campionati di Serie C), il Tar del Lazio aveva accolto i ricorsi di Pro Vercelli e Ternana (dando di fatto speranza anche alle altre tre squadre in sospeso, Catania, Siena e Novara), annunciando la sospensione cautelare del campionato di Serie B.

Serie B, sempre più caos: il Tar si autosmentisce

A quel provvedimento erano seguite subito dopo le istanze presentate da Figc e Lega B, che a loro volta hanno portato alla decisione di ieri della sezione Prima Ter dello stesso Tar, che ha sospeso la sua precedente sospensione. Così facendo era stato riabilitato il provvedimento di inammissibilità preso l'11 settembre dal Collegio di Garanzia del Coni presieduto da Frattini, che aveva rifiutato i ricorsi dei club non ripescati e confermato la formula con 19 squadre.

In sostanza, il Tribunale amministrativo regionale non ha fatto altro che autosmentirsi, dando l'ok per la prosecuzione "regolare" (si fa per dire) del torneo, che tra una cosa e l'altra nel frattempo si appresta a disputare la quarta giornata.

In Serie B ci si appresta a giocare la quarta giornata, ma è caosGetty Image
Caos Serie B, ma intanto ci si appresta a giocare la quarta giornata

E così, le udienze inizialmente fissate dal Collegio di Garanzia per venerdì 21 e lunedì 24, sono state slittate a venerdì 28 settembre (14.30), esattamente due giorni dopo la pronuncia prevista del Tar sui ricorsi di Pro Vercelli e Ternana. In base a quella decisione, allora, il Coni dovrà scegliere come muoversi. E un'ulteriore udienza è in programma il primo ottobre (14), per il riesame dei giudizi sui ricorsi di Ternana, Pro Vercelli e Siena nel caso in cui il Collegio dovesse assumere "una decisione tale da determinarne la relativa reviviscenza".

L'Entella ripescata, ma ha già giocato in Serie C

Ma non è ancora finita, perché il colpo di scena in questa storia surreale è sempre dietro l'angolo. E ieri ne è arrivato un altro, visto che lo stesso Collegio di Garanzia del Coni ha accettato il ricorso della Virtus Entella, determinando che la "sanzione afflittiva irrogata al Cesena sia eseguita nel campionato 2017-2018".

Cosa significa? Che con quei 15 punti di penalizzazione ai romagnoli nell'ultimo torneo di Serie B, i liguri li supererebbero in classifica, mantenendo così il loro posto in cadetteria.

Un'ipotesi potrebbe lasciar pensare che l'Entella venga ripescata in automatico a vada a portare a 20 il numero dei club, ma c'è un problema non di poco conto da tenere in considerazione. Rispetto alle altre 5 squadre che hanno presentato ricorso, infatti, i liguri hanno esordito domenica scorsa nel campionato di Serie C (vincendo tra l'altro con il Gozzano). Un bel rebus, insomma. In attesa del prossimo colpo di scena.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.