Romano Fenati graziato dalla FIM: la Dorna vuole rivederlo in pista

Romano Fenati non viene sanzionato ulteriormente dalla Federazione Internazionale. Dal GP del Giappone potrebbe tornare già in pista, con il beneplacito di Carmelo Ezpeleta.

Romano Fenati in Moto2 Getty Images

191 condivisioni 0 commenti

di

Share

La Federazione Motociclistica Internazionale ha convocato nel suo quartiere generale in Svizzera Romano Fenati e ha deciso di applicare una linea morbida per l'ex pilota del team Marinelli Snipers. Vito Ippolito & Co. non hanno inasprito la sanzione ai danni del centauro marchigiano dopo l'episodio di Misano, quando ha pinzato la leva del freno di Stefano Manzi sul rettilineo, un gesto costatogli la bandiera nera immediata e due turni di squalifica.

Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna, vuole rivedere Romano Fenati in pista quanto prima, impresa non facile se si considera che il suo ex team l'ha licenziato e sostituito con Xavi Cardelus per il resto del campionato. Del resto la sua presenza potrebbe fare comodo in termini di ascolto visto che la classe Moto2 è la meno seguita dal pubblico televisivo. All'indomani della tappa di San Marino l'ex allievo della VR46 Academy, che è stato oggetto di una pioggia di critiche da parte dei suoi colleghi, aveva annunciato l'addio alle corse, il ritorno agli studi e al lavoro nella ferramenta del nonno. Dopo la presa di posizione della FIM adesso potrebbe cambiare idea: non sarà facile, ma ha dalla sua parte l'appoggio della federazione e della Dorna.

Venerdì scorso la FMI ha confermato la sospensione della licenza italiana, una sorta di "accanimento terapeutico" sul pilota di Ascoli, ma dal semplice valore simbolico. Perché questo tipo di licenza non serve per correre nei GP, come stabilito dalle norme sportive del Motomondiale emesse dalla Federmoto Internazionale. I piloti non sono costretti ad avere una licenza nazionale, l’obbligatorietà di avere la licenza nazionale è riservata e molti riders italiani non ce l'hanno. In altre parole Fenati potrebbe anche richiedere la licenza nazionale di un'altra Federazione e non sarebbe l'unico.

Romano Fenato in Moto2Getty Images

Moto2, Romano Fenati può tornare in pista

La convocazione della FIM a Mies non ha dato esiti ufficiali, le parti hanno preferito mantenere un vincolo di segretezza sulle decisioni prese. Il numero #13 potrebbe scontare una pena rendendosi protagonista di uno spot sulla sicurezza stradale, ma si tratta solo di un'indiscrezione. La Federazione Internazionale non ha avuto altra scelta che attenersi e ribadire la pena già inflitta dal FIM Steward MotoGP Panel, in quanto contraddire quella decisione avrebbe significato ammettere che l'organo giudicante dei GP non è in sintonia con la FIM. Inoltre, a pesare sulla scelta presa ieri in Svizzera c'è lo zampino di Carmelo Ezpeleta, che potrebbe persino fare leva sul team Marinelli per convincerlo a riaccettarlo in squadra e schierarlo già in Giappone.

Del resto non pochi piloti avevano chiesto di dare una seconda possibilità a Romano Fenati dopo aver scontato la penalizzazione. Dopo il coro unanime di Alvaro Bautista, Toni Elias e Joan Mir, un altro spagnolo si è schierato a suo favore, Hector Barberà, licenziato dal team Pons dopo essere risultato positivo ad un alcol test su strada a Valencia. Nessuno meglio di lui può comprendere il calvario subito nei giorni scorsi dal punto di vista soprattutto mediatico.

Una volta che la croce è finita, sei già segnato. Fenati ha commesso errori nella sua carriera, ma è un adolescente. Devi guardare l'educazione che hai - ha detto al 'Marca' -. Forse è per questo che agisce in un certo modo. In una vita sulla moto lasci da parte alcune cose. Forse una è l'educazione, non passi il tempo con la tua famiglia, ti coccoli, hai soldi quando sei giovane. Sono convinto che se volesse fare del male a Manzi non avrebbe toccato il freno... Manzi stava disturbando Fenati portandolo al punto da disconnettere il cervello e agire in quel modo... Nella sua gara di casa ha perso i nervi, ma non voleva buttarlo giù, soltanto dirgli 'Stai attento,sono più pazzo di te'... Sono certo che Fenati non sia una cattiva persona. Forse non è alla scuola di Valentino, non è ben visto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.