Milan, Ivan Gazidis l'uomo dei miracoli: ecco il ritratto del nuovo ad

Laureato ad Oxford, fondatore della MLS, ha trascorso 9 anni all'Arsenal raddoppiando il fatturato dei Gunners: dal 1° dicembre sarà rossonero per rilanciare l'economia del club.

403 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un ingaggio da top player, un curriculum da primo della classe. Ecco Ivan Gazidis, il nuovo amministratore delegato del Milan targato Elliot. La rifondazione del club rossonero è già partita in estate: addio a Yonghong Li, presidente fantasma e debitore, dentro il fondo capitanato dalla famiglia Singer. Il nuovo corso si arricchisce ora di un personaggio chiave.

Gazidis entrerà ufficialmente nell’ufficio rossonero dal prossimo 1 dicembre. Una vita all’Arsenal dove non ha raggiunto grandi risultati sportivi ma ha trasformato i Gunners in un’impresa a cinque stelle. Ricavati raddoppiati, super sponsorizzazioni, calciomercato ricco.

Ma la carriera del dirigente sudafricano, nato a Johannesburg e cresciuto in Inghilterra, inizia negli Stati Uniti. È uno dei fondatori della Major League Soccer, ha aiutato a crescere anche la Federazione calcistica del Messico. Sempre con la testa nello sport. Ora il Milan, già rifondato, va fatto crescere.

Milan, Gazidis nuovo ad rossoneroGetty Images
Milan, Gazidis nuovo ad: dal primo dicembre sarà rossonero

Milan, Gazidis l’uomo giusto per la rinascita

È Ivan Gazidis l’uomo individuato dalla famiglia Singer per far risplendere il Milan. Dopo i tempi neri con la proprietà cinese di Yonghong Li, il fondo Elliot ha tutta l’intenzione di rilanciare il club rossonero. Primo tassello: Paolo Scaroni come presidente. Secondo tassello: Gazidis come ad.

Il profilo

Lo chiamano l’uomo dei miracoli, in realtà dietro a questo omone di 54 anni si cela un dirigente con un curriculum impressionante. Laureato in legge ad Oxford, nel 1992 lavora per uno degli studi legali più importanti di New York. Fonda la Major League Soccer, il massimo campionato calcistico statunitense e canadese. Nel 2001 ne diventa vice commissario. Promuove anche la Federazione Messicana e la CONCACAF Gold Cup, competizione per nazionali del Nord e Centro America.

Milan, Gazidis e WengerGetty Images
Milan, ecco Gazidis con Wenger ai tempi dell'Arsenal

L'esperienza all'Arsenal

Torna in Europa, va all’Arsenal nel 2009. Qui diventa ad dei Gunners con l’obiettivo di far crescere il marchio. Ci riesce: fatturato raddoppiato, bilanci positivi, enormi sponsorizzazioni. Chiude il contratto del secolo con Emirates che prima del suo arrivo versava nelle casse dei Gunners appena 5,5 milioni di euro. Oggi ne paga 40. Stessa cifra versata dalla Puma per lo sponsor tecnico. Nonostante i risultati sportivi non entusiasmanti, l’Arsenal diventa così uno dei club più ricchi d’Inghilterra e del mondo.

Il nuovo Milan

Gazidis è un uomo di fiducia della famiglia Singer, proprietaria del fondo Elliott. Gli inglesi non hanno badato a spese per convincerlo a sbarcare a Milano: contratto da 4 milioni di euro all’anno. Si attendono i risultati a breve. Il presidente del Milan, Paolo Scaroni, lo ha già abbracciato:

Ivan Gazidis porterà uno straordinario contributo di competenza ed esperienza nell’industria del calcio. Disponiamo ora degli elementi fondamentali per tornare al successo, per il quale sappiamo ci vuole tempo, impegno e perseveranza.

In pochi mesi, dopo l’era cinese, il Milan ha un nuovo assetto societario di livello assoluto. Dopo il patron e l’ad, non vanno dimenticati Leonardo e Paolo Maldini. A Rino Gattuso poi, il compito di chiudere l’anello: vincere in campo per ridare lustro ad un club glorioso anche con i risultati.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.