Champions League, le pagelle di Stella Rossa-Napoli: Insigne al palo

Esordio scialbo del Napoli in Champions League. Gli uomini di Ancelotti non riescono a fare gol ad una Stella Rossa nettamente inferiore dal punto di vista tecnico.

45 condivisioni 0 commenti

di

Share

Clima bollente allo stadio Marakana per festeggiare il ritorno della Stella Rossa di Belgrado in Champions League dopo oltre 25 anni, una cornice di pubblico formata da 53mila spettatori di cui circa 1000 tifosi del Napoli. Gli uomini di Carlo Ancelotti partono con le idee chiare, cercano di dettare il proprio gioco spostando subito in avanti il baricentro e pressando gli avversari nella propria metà campo. Al 16' arriva la prima buona azione dopo uno scambio tra Callejon e Insigne, con il capitano partenopeo che da fuori area stampa un bolide sulla traversa. Poco dopo ci prova Milik lanciato dal connazionale Zielinski, ma Borjan riesce a respingere la sfera. Prosegue l'avanzata degli azzurri, però poco incisivi e lenti nella fase conclusiva dell'azione nonostante qualche invenzione del suo fantasista Lorenzinho.

Nella ripresa il copione non cambia, il Napoli attacca ma non riesce ad essere incisivo. Ci prova Mario Rui da un calcio piazzato con la palla che rasenta la traversa. Ma è mister Ancelotti a dover dare un'iniezione di velocità al gioco partenopeo e mischia le carte in tavola con l'inserimento di Mertens al posto di Allan già ammonito e poco lucido. Il folletto belga intercetta un cross sporcato di Callejon che sfiora il primo palo. I padroni di casa sono bravi a chiudersi in difesa e a non lasciare troppi spazi liberi e il tridente azzurro non riesce a pungere la retroguardia serba.

La Stella Rossa cala ulteriormente il ritmo ma il Napoli non riesce ad approfittarne, troppo lento e prevedibile nell'intessitura del gioco a centrocampo, con le uniche scorribande laterali di Ruiz che però non trovano il tocco vincente degli attaccanti. A 15' dal fischio finale Ancelotti tenta il tutto per tutto con un doppio cambio inserendo Hamsik e Ounas al posto di Zielinski e Callejon, ma nella notte di Belgrado la porta alle spalle di Borjan sembra protetta da un incantesimo. Il pareggio finale sta stretto al Napoli che per accedere agli ottavi di Champions League sarà chiamato a fare la voce grossa con Liverpool e PSG.

Champions League: le pagelle di Stella Rossa-Napoli

STELLA ROSSA (4-2-3-1): Borjan 6,5; Stojkovic 6, Savic 6, Degenek 6, Rodic 6,6, Krstcic 5,5, Jovicic 5,5 (dal 55′ Jovancic 6), Ben 5,5, Causic 5,5, Marin 5,5 (dall’87’ Simic sv), Boakye 6 (dall’81 Pavkov sv) All. Milojevic.

NAPOLI (4-3-3):  Ospina 6; Hysaj 6, Albiol 6, Koulibaly 6, Mario Rui 6,5; Allan 5,5 (15′ st Mertens 6), Fabian Ruiz 6, Zielinski 6 (30′ st Hamsik 6); Callejon 6 (30′ st Ounas 6), Milik 5.5, Insigne 6.5. All. Ancelotti.

I migliori 

Lorenzo Insigne 6,5

Non riesce ad essere pungente né ad incunearsi nell'area piccola avversaria, ma suo è il merito di aver regalato la più grande emozione del match, con quella traversa nel primo tempo che chiede ancora vendetta. Dà fantasia e mette un po' di pepe all'attacco napoletano, ma nella ripresa viene spostato da Ancelotti e quasi relegato al ruolo di centrocampista.

Mario Rui 6,5

L'unico a spingere in avanti e a velocizzare il gioco dei partenopei con scorribande sulla fascia e offrire qualche cross interessante che non viene finalizzato. Mostra carattere e fisicità, mai stanco di percorrere tutto il campo, ma in una serata generalmente opaca è servito a ben poco.

I peggiori 

Arkadiusz Milik 5,5

Quasi assente nel primo tempo, invisibile nella ripresa. Il polacco non riesce mai ad essere incisivo nè a mettere paura alla retroguardia della Stella Rossa. Resta per 90' in campo, ma non viene quasi mai servito con palle alte che sono il suo forte, nè sa procurarsi azioni pericolose. Forse è il peggior Milik da inizio stagione e nei minuti di recupero si becca un giallo inutile.

Allan Marques Loureiro 5,5

Non entra in partita, arriva in ritardo su diversi palloni, nervoso e mai incisivo come nel suo DNA. Si becca un giallo, rischia il rosso, Carlo Ancelotti preferisce sostituirlo all'inizio della ripresa di questo esordio in Champions League.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.