Italbasket corsara, Ungheria battuta 69-63: Mondiali a un passo

Capitan Datome trascina l'Italia ad una vittoria decisiva nella corsa ai Mondiali del prossimo anno. All'Ungheria non è bastato un immenso Vojvoda per vincere

Datome migliore in campo FIBA

133 condivisioni 0 commenti

di

Share

Seconda vittoria consecutiva nelle qualificazioni mondiali per l'Italbasket, che batte a domicilio l'Ungheria per 69-63 e vede sempre più vicini i Mondiali di Cina del 2019.

vojvoda dell'ungheriaFIBA
Melli in difesa su Vojvoda, il migliore dei suoi

La squadra azzurra si è ritrovata a dover affrontare una partita sporca e decisamente meno spettacolare di quella del PalaDozza di venerdì scorso. Molti meriti vanno ad una Ungheria mai doma e sempre pronta ad approfittare gli errori degli italiani.

Una vittoria fondamentale per l'Italbasket

Un successo importantissimo per la squadra azzurra. Gli uomini di Sacchetti, infatti, con questa vittoria consolidano la seconda posizione (alle spalle della Lituania) nel girone J. Gli azzurri ora hanno due successi di vantaggio proprio sull'Ungheria e possono guardare con ottimismo alle prossime partite.

Vitali dell'ItaliaFIBA
Michele Vitali e Nik Melli contro l'Ungheria

I successi ottenuti su Polonia e Ungheria, oltre ad essere decisivi nella corsa ai Mondiali, hanno allontanato anche tutte quelle inutili polemiche che ci sono state nelle settimane precedenti riguardo alla presenza o meno dei giocatori NBA.

Gli azzurri torneranno in campo il 29 novembre contro la Lituania, mentre il 2 dicembre saranno ospiti della Polonia. 

La cronaca della partita

Come per la partita di Bologna, il ct Meo Sacchetti decide di partire col quintetto forte, schierando Luca Vitali, Della Valle, Brooks, Datome e Melli. L'inizio della partita è tutt'altro che spumeggiante, le due squadre sembrano avere le polveri decisamente bagnate: dopo quasi cinque minuti di gioco infatti le squadre hanno realizzato soltanto 6 punti complessivi (4-2 per l'Italbasket).

Poi improvvisamente gli azzurri accendono la luce: 5 punti in fila di Della Valle e le bombe di capitan Datome e Abass regalano il +11 all'Italia. Ma arriva immediata la risposta ungherese che, guidata da Eilingsfeld e da uno scatenato Vojvoda, torna a -5. A chiudere il primo periodo ci pensa un tiro libero di Michele Vitali, che fissa il risultato sul 20-14 in favore degli azzurri.

Nei primi minuti del secondo periodo è ancora una volta Vojvoda a trascinare l'Ungheria che, con due bombe, riporta i magiari sul 23-24. La squadra allenata da Ivkovic si dimostra tosta e solida, ma gli azzurri non sono da meno e respingono ogni tentativo di rimonta dei padroni di casa, riuscendo a costruirsi un vantaggio in doppia cifra all'intervallo lungo (28-39).

Cinciarini dell'ItaliaItalbasket
Il play azzurro Andrea Cinciarini

Il terzo periodo è tutto all'insegna dell'Ungheria. I padroni di casa piazzano un parziale di 19-6, arrivando addirittura al + 2 a due minuti dalla fine del periodo. A riaccendere la luce per gli azzurri ci pensa il protagonista che non ti aspetti: Ariel Filloy. Il playmaker italoargentino, dopo essere rimasto a sedere per tutta la partita con la Polonia e per metà partita con l'Ungheria, piazza la bomba per permette agli azzurri di tornare in vantaggio. A chiudere il periodo sono i due tiri liberi di Paul Biligha che riportano in vantaggio gli azzurri per 52-51.

Nel quarto ed ultimo periodo gli azzurri riescono a tenere sempre la testa davanti, più con la difesa che con l'attacco. A metà periodo è capitan Datome a salire i cattedra: a suon di rimbalzi, palle recuperate, stoppate e canestri dà la spinta decisiva agli azzurri per allungare ed arrivare fino al +9. Negli ultimi 3 minuti gli azzurri si limitano a gestire la partita fino ad arrivare al 63-69 finale, con i padroni di casa che hanno provato fino alla fine a riaprire il match.

Ungheria: Vojvoda 25.

Italia: Datome 18, Melli e Biligha 11.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.