Serie A, 4^ giornata, risultati e classifica: Juventus ancora prima

La Juventus continua la sua marcia a punteggio pieno superando il Sassuolo, scavalcato al secondo posto dal Napoli. Goleada della Sampdoria, Inter e Roma deludono ancora.

262 condivisioni 0 commenti

di

Share

La 4^ giornata della Serie A 2018/2019 conferma quello che il massimo campionato italiano racconta da ormai ben 7 stagioni: la Juventus è una spanna sopra a tutta la concorrenza, e quest'anno sembra difficile trovare una rivale accreditata per i bianconeri nella corsa a quello che sarebbe l'ottavo Scudetto consecutivo.

I bianconeri stendono il Sassuolo con un 2-1 che vede Cristiano Ronaldo segnare i primi gol in Serie A: i primi, perché il portoghese è autore di entrambe le segnature che garantiscono agli uomini di Allegri il quarto successo in altrettante gare e confermano il primo posto solitario. Il Sassuolo si conferma squadra ostica, accorcia a tempo scaduto con Babacar ma non riesce più a impensierire una squadra a cui la dimensione italiana da tempo sembra andare stretta.

A impensierire la capolista potrebbe essere il Napoli di Carlo Ancelotti, che nonostante un calendario decisamente non facile si trova secondo a quota 9 dopo aver battuto Lazio, Milan e Fiorentina: i viola vengono stesi da un provvidenziale gol di Insigne, ma il gioco ancora non convincente e la brusca sconfitta rimediata nella scorsa giornata contro la Sampdoria sono campanelli d'allarme da non sottovalutare per i campani.

Lorenzo InsigneGetty Images
Lorenzo Insigne ha deciso con un gol la sfida contro la Fiorentina: il Napoli ora è secondo in classifica.

Serie A 2018/2019, i risultati della 4^ giornata

I blucerchiati, dopo il 3-0 inflitto al Napoli nel terzo turno, si confermano la possibile rivelazione di questa Serie A rifilando un pirotecnico 5-0 a domicilio al Frosinone che certifica anche la rinascita di Defrel dopo l'annata negativa passata alla Roma. Giallorossi che continuano ad arrancare e riescono quasi a suicidarsi in casa contro un Chievo sotto di due reti all'intervallo e incredibilmente capace di rimontare fino al pareggio e di sfiorare addirittura la vittoria nel finale, quando Olsen toglie le castagne dal fuoco a Di Francesco con un miracoloso intervento su Giaccherini.

Se i giallorossi piangono ride invece la Lazio, che trova vittoria e morale superando l'Empoli in trasferta grazie a un gol di Parolo, mentre sprofonda il Bologna ancora incapace di vincere e di segnare e superato da un Genoa che continua a godersi il bomber polacco Piatek: i felsinei hanno realizzato un solo punto e sono, insieme al Frosinone, l'unica squadra che ancora non ha realizzato un gol. Ancora una delusione per i tifosi dell'Inter, che vedono i propri beniamini cadere in casa contro il Parma in una gara viziata da un arbitraggio poco ispirato e decisa da un gol del giovane nerazzurro (in prestito al Parma) Dimarco: gli alibi non mancano, ma da una squadra come quella messa a disposizione di Spalletti è lecito attendersi molto di più.

Finisce in parità Udinese-Torino e finisce con lo stesso risultato (1-1) anche il posticipo serale tra Cagliari e Milan: sardi in vantaggio in apertura di gara con il ritrovato Joao Pedro, al rientro in campo dopo i sei mesi di stop dovuti alla squalifica per doping, rossoneri capaci di trovare il pareggio con Higuain ma ancora una volta deludenti e ancorati a metà classifica. Per Gattuso c'è ancora molto da lavorare, ma nel frattempo sarà fondamentale non perdere terreno dall'alta classifica. SPAL-Atalanta, in scena lunedì sera, potrebbe regalare alla Serie A una nuova, intrigante, outsider.

  • Inter v Parma = 0-1
  • Napoli v Fiorentina = 1-0
  • Frosinone v Sampdoria = 0-5
  • Roma v Chievo Verona = 2-2
  • Udinese v Torino = 1-1
  • Juventus v Sassuolo = 2-1
  • Genoa v Bologna = 1-0
  • Empoli v Lazio = 0-1
  • Cagliari v Milan = 1-1
  • SPAL v Atalanta - lunedì 17 settembre ore 20,30

La classifica dopo 4 turni

Genoa-BolognaGetty Images

La Juventus continua a guidare a punteggio pieno e dietro è bagarre, con il Napoli a quota 9 che mercoledì potrebbe essere raggiunto da una tra Fiorentina e Sampdoria, chiamate a recuperare la partita rimandata a causa del tragico crollo del ponte Morandi che ha colpito Genova. Già lunedì sera, però, i campani potrebbero essere raggiunti dalla sorprendente SPAL, che se la vedrà nel posticipo del monday night con l'Atalanta. Deludenti Roma, Milan e Inter, nella parte bassa della classifica, per Bologna e Frosinone si può ormai parlare di emergenza.

  1. Juventus 12
  2. Napoli 9
  3. Sassuolo 7
  4. Sampdoria 6*
  5. Fiorentina 6*
  6. SPAL 6*
  7. Genoa 6*
  8. Lazio 6
  9. Roma 5
  10. Torino 5
  11. Udinese 5
  12. Cagliari 5
  13. Atalanta 4*
  14. Milan 4*
  15. Empoli 4
  16. Inter 4
  17. Parma 4
  18. Bologna 1
  19. Frosinone 1
  20. Chievo -1

*una partita in meno

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.