L'Italia batte la Repubblica Dominicana ai Mondiali di volley

L'Italia di Blengini vince senza patemi la quarta partita dei Mondiali contro la Repubblica Dominicana e domina il suo girone. Per chiuderlo in testa serve battere la Slovenia martedì.

Osmany Juantorena sta salendo di colpi con il passare dei Mondiali di volley Getty Images

75 condivisioni 0 commenti

di

Share

Quattro vittorie su quattro partite dei Mondiali e l'Italia di Blengini consolida la vetta del girone A, da giocarsi contro la Slovenia nell'ultima partita della prima fase. Contro la Repubblica Dominicana doveva essere una partita da vincere senza grande stress e così è stato, con qualche patema solo nel secondo set.

Il ct della Repubblica Dominicana ha scelto inizialmente una diagonale composta dal palleggiatore titolare, Abreu Loprez, e l'opposto di riserva, il vecchio Caceres. Con il passare del tempo poi i due sono stati sostituiti dal giovanissimo palleggiatore Perez e dall'opposto sicuramente più in palla, Tapia. Blengini sceglie fin da subito la squadra titolare e lascia poco spazio alla panchina, utilizzata solo a fine terzo set.

Se negli altri gironi sta succedendo di tutto, con la sconfitta di oggi della Francia battuta dall'Olanda, che a sua volta aveva perso contro il Canada, la sconfitta di ieri della Russia battuta dagli USA, noi insieme alla Polonia siamo i soli a tenere ancora botta, avendo perso solo un set contro l'Argentina. Dobbiamo però chiudere il cerchio martedì contro la Slovenia per non farci sfuggire il primo posto nel girone.

Battuta in scioltezza la Repubblica Dominicana nella quarta partita dei Mondiali di volley

Nel primo set un muro imperioso di Mazzone e un ace all'incrocio delle righe di Zaytsev ci danno subito 4 punti di vantaggio. Grazie al giro in battuta di Juantorena, arriviamo ad avere 10 punti di vantaggio. Un altro ace di Nelli mette ancora altra distanza fra noi e i dominicani e infine chiudiamo il set 25-12 con un primo tempo di Anzani.

Nel secondo set cerchiamo di staccarci, ma la Repubblica Dominicana questa volta ci resta vicino grazie a buoni attacchi di Tapia. Andiamo avanti 11-9 con una schiacciata di Juantorena, dopo una recupero di Colaci, ma ancora non riusciamo ad allontanarci, anzi i dominicani vanno avanti 15-17. Poi Juantorena sale di colpi, aggiusta un po' di colpi che Giannelli palleggia non perfettamente e iniziamo a macinare punti. Sarà un giro in battuta di Mazzone a darci l'allungo definitivo, chiudendo con il punteggio di 25-18.

Nel terzo set andiamo subito in netto vantaggio grazie agli ottimi attacchi di Juantorena, Zaytsev inizia a martellare e per i caraibici c'è poco da fare. Blengini mette dentro un po' di cambi e sono loro a portarci alla vittoria. Maruotti fa un paio di punti importanti, mentre è Randazzo a mettere giù il punto finale del 25-15. Martedì partita decisiva per il primato del girone contro la Slovenia. Sarà molto probabilmente la partita più difficile del primo turno dei Mondiali, che servirà a prepararci per tutto quello che avverrà dopo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.