Serie A, le pagelle di Napoli-Fiorentina: Insigne lo spazza-problemi

Il fortino viola cade solamente dopo 80 minuti. Merito dell'assist al bacio di Milik e di un Insigne che ha faticato per tre. Scopriamo allora i voti del match.

54 condivisioni 1 commento

di

Share

Una fatica immane per scacciare i fantasmi dell'ultima sconfitta. In questo secondo anticipo di Serie A contro la Fiorentina, il Napoli non può che ringraziare loro due: Lorenzo Insigne e Arkadiusz Milik. Il primo ha fatto di tutto per trovare il gol del definitivo 1-0: ci è riuscito dopo 79 minuti, imbeccato dall'assist al bacio del polacco. Che al San Paolo, per la prima volta in questo campionato, è partito dalla panchina: vuoi per dare una chance a Mertens, vuoi per l'esordio in Champions League di martedì (che vedrà il Napoli fare visita alla Stella Rossa). Ma la prova sbiadita del belga hanno convinto Carlo Ancelotti ad affidarsi di nuovo a lui.

Per il resto, i viola di Stefano Pioli hanno assaporato a lungo un pareggio che sarebbe stato preziosissimo. Nel primo tempo, il fortino toscano ha retto alla grande, concedendosi anche qualche folata offensiva. I tentativi di segnare, anche in contropiede, si sono però dissolti in una ripresa interamente dominata dai padroni di casa.

La squadra di Ancelotti sale così a 9 punti in Serie A, gustandosi almeno per un giorno la stessa piazza della Juventus. Un risultato importantissimo per i partenopei, feriti dopo la brutta batosta pre-sosta contro la Sampdoria. Una prova non del tutto convincente, ma che ripresenta un Napoli solido in difesa e dalle tante soluzioni in attacco. Ancelotti ha variato anche l'assetto tattico, con lo stesso Insigne più centrale rispetto al solito. Scopriamo allora le pagelle del match del San Paolo, scoprendo anche chi sono stati i migliori e i peggiori di una sfida tra due formazioni protagoniste di questo campionato.

Serie A, le pagelle di Napoli-Fiorentina

Napoli (4-3-3): Karnezis 6; Hysaj 5.5, Maksimovic 6, Koulibaly 6., Mario Rui 6; Allan 6, Hamsik 6, Zielinski 6.5; Callejon 6 (70' Ounas 6), Mertens 5.5 (56' Milik 6.5), Insigne 7 (81' Rog sv). Allenatore: Ancelotti 6.

Fiorentina (4-3-3): Dragowski 6.5; Milenkovic 6, Pezzella 5.5, Hugo 6, Biraghi 5.5; Gerson 6 (60' Dabo 5.5), Veretout 6.5 (64' Edimilson 5.5), Benassi 5.5 (80' Pjaca sv); Chiesa 5.5, Simeone 5.5, Eysseric 6. Allenatore: Pioli 6.

I migliori

Insigne 7

Quanto ha sudato per trovare quel gol, solo lui lo sa. Ha passato tutta la partita a trovare la misura della porta viola: pallonetti troppo alti, conclusioni a giro di poco fuori, anche un colpo di testa tra i giganti avversari. Sembrava essere una serata stregata, finché Milik non gli ha regalato quella bomboniera a forma di assist: in quel momento no, Dragowski non ha trovato scampo.

Serie A, il Napoli batte la Fiorentina grazie al gol di InsigneGetty Images
Serie A, Napoli-Fiorentina 1-0

Milik 6.5

Parte dalla panchina per la prima volta in questa Serie A. Ancelotti lo risparmia in vista di Belgrado, ma nel secondo tempo non può che affidarsi a lui: troppo spento Mertens per non cambiare. Arek si è accomodato lì davanti, qualche sportellata con i marcatori avversari, prima di trovare l'assist sublime per Insigne: appena una ventina di minuti per essere decisivo e per stravincere la sfida interna con Mertens.

I peggiori

Mertens 5.5

No, la prima da titolare non la sfrutta per niente bene. Al centro di quel tridente, nelle scorse stagioni, ha fatto faville: contro i viola sembra aver resettato la Ram. Il belga è smarrito, stretto nella morsa dei corazzieri di Pioli. Neanche il riscaldamento di Milik lo pungola, almeno finché Ancelotti non decide di sostiturilo con il polacco: in quel momento sfiora il gol, nell'unica azione degna di nota della sua partita (e che gli vale mezzo voto in più). Troppo poco per tornare a essere indispensabile.

Mertens titolare per la prima volta in questo campionatoGetty Images
Dries Mertens, attaccante del Napoli

Pezzella 5.5

Troppo severo considerarlo tra i peggiori in campo? In parte sì: di compagni di squadra che non hanno brillato al San Paolo, soprattutto in attacco, ce n'è stato più di uno. Il capitano viola paga però per tutti la diagonale imperfetta su Insigne: il folletto napoletano è più svelto e l'argentino non fa in tempo a murarlo. Per il resto, una partita tutto sommato positiva per lui. Con una macchia troppo ingenerosa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.