Serie A, chi è Dimarco: il terzino dell'Inter che ha steso... l'Inter

Riscattato dall'Inter in estate, il difensore classe 1997 ha trovato a San Siro la sua prima gioia in Serie A: "Ma non paragonatelo al gol di Roberto Carlos contro la Francia".

159 condivisioni 0 commenti

di

Share

Federico Di Marco è stato l'assoluto protagonista del primo anticipo della quarta giornata di Serie A. Di scena a San Siro con la maglia del Parma contro l'Inter, il laterale mancino ha trovato la sua prima rete nel massimo campionato: un esterno sinistro magnifico che ha lasciato di sasso Handanovic e punito la squadra che oggi detiene il suo cartellino. Lanciato da mister D'Aversa all'inizio del secondo tempo al posto di Gobbi, apparso in affanno contro Candreva e D'Ambrosio, Di Marco ha mostrato in 49 minuti di gioco tutto il suo repertorio: due salvataggi davanti a Sepe (uno col gomito), partecipazione al gioco e un mancino che ha pochi rivali nel ruolo in Serie A.

Ritratto di un laterale moderno che proprio contro la squadra che l'aveva lanciato ancor 17enne in campo (11 dicembre 2014, 0-0 in Europa League contro il Qarabağ) ha dimostrato di che pasta è fatto. Alzi la mano chi, osservando la prodezza del numero 3 del Parma, non è tornato con la mente all'estate 1997: Torneo di Francia, in campo i padroni di casa e il Brasile. Roberto Carlos, terzino che proprio con una bocciatura all'Inter avviò la sua carriera, trovò su calcio di punizione una delle reti più belle nella storia del calcio.

Palla sistemata a 35 metri dalla rete in posizione centrale, esterno mancino che prima passa di qualche metro alla destra della barriera, poi curva improvvisamente fino a terminare in rete. Un po' quello che è successo a Di Marco: esterno pieno, traiettoria che gela Handanovic e San Siro. Il diretto interessato al fischio finale ha però respinto paragoni arditi ai microfoni di Sky:

Non esageriamo con questi paragoni, sono contento del gol. Ho anticipato Politano, poi mi sono trovato al limite dell'area e ho calciato: è andata bene. Mi spiace perché ho segnato proprio all'Inter. La dedica? Per mia figlia, che nasce tra un mese.

Serie A, chi è Dimarco: il terzino che ha affondato la sua Inter

Una rete troppo bella, una gioia incontenibile per la prima rete della carriera in Serie A. Dopo aver visto la palla infilarsi alle spalle di Handanovic, Dimarco ha festeggiato togliendosi la maglia e lasciandosi sommergere dagli abbracci dei compagni di squadra. E pensare che in estate l'Inter ne ha riscattato il cartellino dal Sion, esercitando il diritto di recompra a 7 milioni per poi prestarlo al Parma. Il futuro, oggi, non è però in cima ai pensieri del terzino:

Lavoro per rimanere concentrato e giocare una grande stagione con il Parma. Pensiamo alla salvezza e in futuro si vedrà: se l'Inter mi riterrà all'altezza, resterò lì. Altrimenti ci saranno altre opportunità

Determinato e sbarazzino. Un mood esibito anche in campo sin dai primi passi. Dimarco lo aveva dimostrato in azzurro, quando nel 2016 aveva realizzato quattro reti, di cui tre su rigore, con la maglia dell'Italia negli Europei Under 19. O in settimana quando ha contribuito con un centro al 3-1 dell'Under 21 di Gigi Di Biagio sull'Albania. Le radici da laterale offensivo, posizione occupata a inizio carriera, sono ancora vive. Dopo le tappe di Ascoli, Empoli e Sion, ora vuole prendersi il Parma: sulla prima rete dei ducali nella Serie A 2018/2019 c'è la sua firma. Con vista sull'Inter.

Sono arrivato in rosa a metà settimana perché ero impegnato, ma i compagni e il mister hanno preparato la partita alla grande. Abbiamo lottato da grande gruppo

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.