Serie A, Caldara chiede tempo al Milan: "Gattuso è molto esigente"

L'ex atalantino spiega perché non è ancora titolare: "Abituarmi a giocare in una difesa a quattro comporta concetti diversi, il mister è molto diretto con me".

Serie A, Mattia Caldara ha raccontato i metodi di lavoro di Gattuso al Milan Getty Images

188 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il suo ruolino di marcia nella Serie A 2018/2019 recita quota 0 alla voce "minuti giocati", eppure da luglio ad oggi è stato tesserato prima dalla Juventus e poi dal Milan: l'estate di Mattia Caldara non è stata sin qui quella di un 24enne qualsiasi. Il difensore acquistato un anno e mezzo fa dai bianconeri, lasciato maturare a Bergamo e approdato alla corte di Allegri due mesi fa oggi si trova a rincorrere un posto da titolare negli schemi di mister Rino Gattuso.

Al momento le immagini più rilevanti della breve esperienza di Caldara in rossonero risalgono alla data di presentazione: l'ex Atalanta e Higuain che salutano dalla terrazza del Palazzo dell'Arengario i tifosi del Milan, certi di aver trovato il sostituto ideale di Bonucci, tornato alla Juventus, e una nuova stella per il loro attacco dopo le complicate esperienze con Kalinic e André Silva. Se il Pipita ha sin qui risposto alle attese regalando in due presenze prove più che sufficienti e l'assist decisivo per il gol vittoria di Cutrone contro la Roma, per Mattia occorrerà aspettare ancora un po'.

A tracciare un bilancio del primo mese in rossonero è stato lo stesso Caldara ai microfoni di Sportmediaset. Il difensore classe 1994, a segno ben 10 volte in 65 presenze nell'ultimo biennio di Serie A con la maglia dell'Atalanta, ha risposto a distanza alle considerazioni di Gattuso sul suo conto ("Viene da un calcio diverso dal nostro, deve studiare ancora") dimostrando di aver recepito il messaggio:

Non ci trovo niente di strano. Devo abituarmi a giocare in una difesa a quattro, con dei concetti completamente diversi da quelli che facevo a Bergamo. È un mese che sono a Milanello e ho capito quello che vuole il mister.  In ogni allenamento cerco di mettere qualcosa in più di quello che mi chiede

Mattia Caldara e Gonzalo Higuain nel giorno della presentazione con la maglia del MilanGetty Images
Serie A, Mattia Caldara e Gonzalo Higuain nel giorno della presentazione al Milan

Serie A, Caldara chiede tempo al Milan: "Mi sto impegnando molto, ma non deluderò"

Studiare, come fanno tanti suoi coetanei sui banchi dell'università. La missione di Caldara ai primi passi in rossonero sarà questa: passare dal sistema difensivo a 3 di Gasperini alla linea a 4 adottata da Gattuso. Con vista sul Milan e sulla Nazionale. Quella che ha rappresentato in Portogallo, in coppia con il compagno di squadra Alessio Romagnoli. A Lisbona la difesa italiana ha mostrato più di qualche crepa, ma a funzionare poco e male è stato l'intero assetto. Anche sul fronte azzurro Mattia predica pazienza:

In Nazionale la differenza è il poco tempo. Mancini ci ha fatto capire quello che voleva anche se abbiamo giocato due partite in 48 ore: credo che sia stata per me un’esperienza positiva perché ho imparato anche da lui.

Chi si aspettava l'ex difensore dell'Atalanta titolare a Cagliari, nel posticipo domenicale della quarta giornata di Serie A che vedrà il Milan di scena in Sardegna, resterà probabilmente deluso. Gattuso potrebbe puntare ancora su Musacchio accanto a Romagnoli, consapevole che la coppia di giovani azzurri è destinata a prendersi il ruolo di titolari nel tempo. Caldara dimostra di avere le idee chiare per il suo percorso di crescita e per quello della squadra:

Io sono qui per dimostrare al mister che posso meritare fiducia. Il rapporto che abbiamo è molto positivo, il dialogo aiuta molto il calciatore. ll Cagliari? Dobbiamo dare continuità ai risultati se vogliamo stare in alto in classifica, a partire dalla prossima trasferta. Le vittorie fuori casa sono quelle che a fine stagione ti portano in alto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.