Serie A, Ancelotti: "La fase difensiva del Napoli non è un problema"

L'allenatore dei partenopei parla alla vigilia della sfida contro la Fiorentina: "Troveremo solidità col tempo. Turnover in vista della Champions? Penso al campionato".

110 condivisioni 0 commenti

di

Share

La pesante sconfitta arrivata in casa della Sampdoria alla terza giornata di Serie A ha parzialmente spento l'entusiasmo che in casa Napoli era tangibile dopo le due vittorie in rimonta delle partite contro Lazio e Milan nei primi 2 turni.

La pausa però sembra essere arrivata nel momento giusto per la squadra allenata da Carlo Ancelotti, che ha avuto così tempo per lavorare sui problemi mostrati in questo primo stralcio di stagione in vista del tour de force che i partenopei dovranno intraprendere al ritorno dalla sosta.

Fra Serie A e Champions League infatti il Napoli dovrà giocare ben 7 volte nei prossimi 22 giorni. E il suo allenatore è convinto che scendere in campo così spesso permetterà alla sua formazione di crescere e limare tutti i difetti che sono sembrati evidenti in questa partenza, specialmente quelli della fase difensiva.

Serie A, Ancelotti: "La difesa del Napoli non è un problema"

Carlo Ancelotti ha parlato nella conferenza stampa che precede la sfida casalinga contro la Fiorentina di domani e l'allenatore del Napoli non è preoccupato delle critiche che la sua difesa ha ricevuto in questi giorni.

La difesa è un falso problema, contro squadre forti abbiamo concesso poco. In più troveremo solidità molto velocemente.

In molti pensano che la partita contro la Fiorentina possa vedere una formazione molto rimaneggiata in vista dell'esordio in Champions League, che rischia di essere già decisivo, in casa della Stella Rossa.

Devo pensare prima al campionato e poi mi concentrerò sulla Champions. Dobbiamo vincere per ritrovare autostima.

In ultimo Ancelotti ha voluto parlare del rapporto complicato che De Laurentiis sta vivendo con i tifosi del Napoli, con la conseguenza che domani dovrebbero esserci circa 20.000 persone al San Paolo. L'ex allenatore di Milan, Bayern Monaco e Real Madrid ha visto il tutto con il solito ottimismo.

Se domani ci sarà così poca gente vorrà dire che daremo il nostro meglio per fargli vedere un bel Napoli. Così poi parleranno con chi non c'era convincendolo a venire in futuro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.