Mondiali di volley, l'Italia schianta il Belgio di Anastasi a Firenze

La squadra di Gianlorenzo Blengini vince contro il Belgio di Anastasi grazie ad un'ottima prova di Zaytsev in battuta, il muro dei centrali, Anzani e Mazzone, e la regia di Giannelli. Sabato contro l'Argentina di Velasco.

L'Italia vince 3-0 contro il Belgio grazie ad una grande prova dei centrali, Anzani e Mazzone Getty Images

85 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dopo la buona prova con vittoria nell'esordio del Foro italico contro il Giappone, i Mondiali di volley continuano con una nostra netta ed entusiasmante vittoria al Mandela Forum di Firenze contro il Belgio, allenato da una nostra vecchia conoscenza, Andrea Anastasi, che ha allenato la nazionale italiana dal 1999 al 2003, conquistando il bronzo alle Olimpiadi di Sydney 2000.

Contro i belgi la nazionale italiana ha dominato sotto tanti punti di vista, prima di tutto in battuta, con Zaytsev che ha messo a terra 5 aces e contributi importanti nel fondamentale anche da Juantorena, Giannelli e Anzani. Il Belgio ha giocato sotto tono, dopo la buona prova all'esordio contro l'Argentina di Velasco. Poco hanno prodotto gli attacchi di Deroo, mentre Rosseaux è stato addirittura assente, sostituito da Anastasi già nel corso del secondo set.

Ritorneremo in campo sempre a Firenze contro un altro enorme pezzo della nostra storia. Julio Velasco è tornato in Argentina per allenare la nazionale, ma alla prima prova col Belgio ha mostrato una certa confusione, facendo ruotare vorticosamente i suoi palleggiatori, De Cecco e Cavanna, non riuscendo a dare ordine alla sua squadra. Contro l'Italia tutti gli argentini vorranno giocare una grande partita, per poter tornare a sperare nel passaggio del turno.

Mondiali di volley, un ottimo Zaytsev per la seconda vittoria contro il Belgio

La partita contro il Belgio è stata davvero emozionante, per l'impatto del pubblico di Firenze e per la grande prova della nazionale italiana. Il primo set parte con il Belgio in vantaggio, fino a quando non salgono in cattedra Zaytsev e Juantorena. Il primo strappo lo da l'italo-cubano con un bellissimo colpo in contrattacco. Giannelli continua ad utilizzare alla perfezione i centrali e su una sua fantastica difesa collettiva, andiamo avanti di 3 punti. Anastasi fa un po' di scena su un punto perso con il challenge, ma noi non ci scomponiamo e un giro in battuta di Zaytsev ci da altri due punti di vantaggio che portiamo fino alla fine.

Il secondo set parte sulla stessa falsariga del primo, ma il Belgio inizia a fare un po' troppi errori per restarci in scia. il punto della partita è quello del 12-9 per noi, con due salvataggi circensi della nostra squadra, chiuso poi con un mani fuori di Lanza. Al centro del set ci tengono in vantaggio un paio di muri di Anzani e Mazzone, mentre due aces di Zaytsev ci danno l'allungo decisivo per chiudere 25-17.

Nel terzo set il Belgio parte con l'idea che oggi contro l'Italia è davvero difficile spuntarla. I nostri centrali continuano a martellare senza pietà, Zaytsev piazza il quinto aces della sua partita e Anzani alza un po' di muri insuperabili per i poco reattivi centrali belgi. Giannelli gioca una partita completa, con una buona prova in battuta e soprattutto una distribuzione sempre equilibrata e molto rapida, che ha disinnescato il pericoloso muro belga.

L'Italia vince 3-0 (25-20, 25-17, 25-16) e il prossimo appuntamento con la nazionale ai Mondiali di volley sarà contro l'Argentina, sabato sera. Troveremo una squadra molto diversa dal Belgio, che punta di più su un gioco fantasioso, rispetto all'atletismo degli attaccanti belgi. L'Italia ha piazzato un due su due e, cosa ancora più importante, ha giocato due partite molto belle. Continuiamo così.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.