WWE Raw, la vendetta dello Shield: Reigns porta Strowman all'inferno

A pochi giorni dal prossimo PPV Hell in a Cell, nuovi sviluppi nella faida principale del roster. E Alexa Bliss si prende un vantaggio su Ronda Rousey.

120 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dallo Smoothie King Center di New Orleans, proprio nella città della Louisiana dove si è tenuta l’ultima edizione di WrestleMania, va in scena una nuova puntata di Raw, l’ultima prima di Hell in a Cell, il PPV che andrà in onda domenica notte e che vi racconteremo (a partire da mezzanotte) in diretta scritta qui su FOXSports.

Prima però ci sono altri appuntamenti con il wrestling WWE da seguire, a cominciare appunto dallo show rosso, messo a ferro e fuoco dalle due alleanze che si stanno scontrando nelle ultime settimane.

Da una parte The Shield, dall’altra quella composta da Braun Strowman, Dolph Ziggler e Drew McIntyre, che soprattutto nell’ultima puntata hanno allargato la loro cerchia con quasi tutti gli “Heel” (o simili) del roster. In programma per questa puntata anche un tag team match femminile tra la coppia composta da Ronda Rousey e Natalya, contro Alexa Bliss e Mickie James, nonché la presenza di due leggende del mondo del wrestling WWE come Triple H e Mick Foley. Non ci resta che cominciare il racconto della puntata, come sempre qui su WWE-ek Raw a cura di FOXSports.

WWE Raw

Si comincia con l’ingresso di Dolph Ziggler e Drew McIntyre, seguiti poco dopo da Braun Strowman. Arrivano anche gli “scagnozzi” della settimana scorsa, che si mettono a scortarli intorno al ring. Dopo aver celebrato il pestaggio della scorsa settimana, il Monster among men prende il microfono e spiega che Roman Reigns è ancora campione universale solo perché è un codardo, ma a Hell in a Cell non avrà scampo.

Adesso con lui ha due “cani da guerra” e, aggiunge Ziggler, gran parte del roster, che ha capito l’importanza di schierarsi contro Reigns, Rollins e Ambrose. Suona la musica dello Shield a interrompere tutto e i tre scendono come di consueto passando tra il pubblico.

Dean Ambrose è il primo a partire all’assalto, seguito dagli altri due compagni e, armati anche di mazze, mettono fuori uso tutti gli scagnozzi, mentre Strowman, Ziggler e McIntyre abbandonano lo stage. Subito dopo passiamo nel backstage, dove il General Manager Baron Corbin sembra pronto a far arrestare di nuovo i tre dello Shield se non riconsegneranno le mazze, avvertendo anche Seth Rollins che lo priverà del suo titolo intercontinentale. I tre accettano e lasciano le armi.

Nikki Bella (con Brie) vs Ruby Riott (con Sarah Logan e Liv Morgan)

Il primo match della serata mette di fronte Nikki Bella e Ruby Riott, con la prima che riesce ad avere la meglio grazie alla sua Rack Attack 2.0 che vale il conteggio di tre.

The Authors of Pain vs Bradley e Ace

Altro match senza storia per gli Authors of Pain, che guidati dal nuovo manager Drake Maverick si sbarazzano senza problemi di due wrestler locali, Bradley e Ace.

Triple H sul ring

Vediamo l’arrivo nell’arena di Triple H, che scende come suo solito da una limousine. Poi entra nel ring e prende il microfono, dicendo di aver visto un Undertaker un po’ troppo nervoso nell’ultima puntata di WWE Raw. Secondo lui è andata così perché il Becchino ha perso il rispetto per se stesso e che i suoi match contro The Game e Shawn Michaels sono gli ultimi bei momenti della sua carriera. Infine, HHH aggiunge che in Australia avrà la meglio.

Drew McIntyre e Dolph Ziggler (C) vs B-Team

Raw Tag Team Championship Match

Siamo arrivati adesso al momento del match titolato, in cui il B-Team esercita il diritto alla rivincita su Ziggler e McIntyre. L’occasione però non viene sfruttata, perché i due campioni si confermano tali con una prova di alto livello, conclusa con la combo Claymore-Zig Zag su Bo Dallas.

Backstage, Corbin con Ambrose e Rollins

Seth Rollins e Dean Ambrose sono da Baron Corbin, specificando di non essere lì in qualità di Shield. I due accusano il General Manager di averli fatti arrestare la settimana scorsa e di aver messo contro di loro mezzo roster di WWE Raw. Così chiama lo Sceriffo di New Orleans, che è arrivato per arrestare lo stesso Constable e inizia a leggergli i suoi diritti. Corbin prende da parte Seth per parlargli e intanto Dean Ambrose parla con lo sceriffo e gli dice che lo chiamerà se verrà arrestato un’altra volta.

Kevin Owens vs Tyler Breeze

Il match non inizia nemmeno, perché Kevin Owens attacca Tyler Breeze ancora prima del suono della campana, mettendolo fuori gioco con una brutalità inaudita. Il picchiatore canadese prende il microfono e spiega di essere tornato perché ha ottenuto una concessione: di non essere responsabile di ciò che farà ai suoi avversari. Poi mette nel mirino Bobby Lashley, cioè il responsabile dell’infortunio del suo amico Sami Zayn.

Bobby Roode e Chad Gable vs The Ascensions

Altro confronto dopo quello della scorsa settimana e anche in questo caso ad avere la meglio è la nuova coppia, composta da Bobby Roode e Chad Gable. A chiudere il discorso è quest’ultimo, che anticipa il compagno di Tag Team prendendosi il cambio poco prima che venisse eseguita la Glorious DDT.

Backstage, Corbin con Ziggler e McIntyre

Dolph Ziggler e Drew McIntyre sono adesso da Constable Baron Corbin, che li mette al corrente di aver fissato un match titolato tra loro e Seth Rollins e Dean Ambrose a Hell in a Cell.

Alexa Bliss e Mickie James vs Ronda Rousey e Natalya

Il match di coppia femminile vede Alexa Bliss continuare nelle provocazioni nei confronti di Ronda Rousey, prima con un tentativo di Armbar su Natalya, poi con uno schiaffo direttamente alla campionessa di WWE Raw. Successivamente Ronda subisce anche un attacco combinato dalla stessa Alexa e Mickie James, che si concentrano sulle costole nel tentativo di infortunarla, ma l’ex UFC riesce a liberarsi, mettere al tappeto Mickie e imprigionarla nell’Armbar che vale la vittoria dell’incontro.

Backstage, Strowman cerca Reigns

Mentre Elias si lamenta per un caffè che non ha gradito, vediamo ancora Braun Strowman alla ricerca di Roman Reigns. Il Mostro che cammina tra gli uomini se la prende anche con un malcapitato inserviente, lanciato al muro contro dei tubi di ferro.

Passiamo con l’inquadratura su Ronda Rousey, che tranquillizza sul suo infortunio. A Hell in a Cell ci sarà, perché lei è la più forte anche se infortunata.

Ladies and Gentleman, Elias… con Mick Foley!

È il momento di Elias, che inizia subito a prendersela con New Orleans, ma viene interrotto immediatamente dall’ingresso di Mick Foley! I due iniziano a parlare ed Elias ammette di essere stato presente nell’arena quella volta che Undertaker lo buttò giù dalla gabbia. Quello però è solo il passato, adesso è il suo tempo.

Mick Foley però riprende parola e spiega di aver parlato con Stephanie McMahon, chiedendole un ruolo per Hell in a Cell. E così sarà l’arbitro speciale del match tra Braun Strowman e Roman Reigns! Elias lo invita a tornarsene nel backstage, ma Mick aggiunge che Stephanie gli ha anche dato la possibilità di fissare un match per stasera. E questo incontro sarà tra Elias e Finn Balor.

Elias vs Finn Balor

Il match viene vinto da Finn Balor, nonostante Elias fosse riuscito a evitare all’ultimo il suo Coup de Grace. Il Demone infatti atterra in piedi e subito dopo va a segno con un semplice Roll-up che sorprende il chitarrista.

Backstage, Lio Rush con Bobby Lashley

Vediamo Lio Rush incitare Bobby Lashley negli spogliatoi mentre quest’ultimo fa pesi, poi passiamo con l’inquadratura su Braun Strowman, ancora alla ricerca di Roman Reigns. L’intervistatrice gli consiglia di andare sul ring a chiamarlo, lui accetta il consiglio.

Braun Strowman sul ring

Braun Strowman fa il suo ingresso sullo stage, da solo, e urla a gran voce il nome di Roman Reigns. Poi prende il microfono e lo invita a raggiungerlo da uomo sul ring, ma del Big Dog nessuna traccia. Poi avverte Mick Foley di non inventarsi trucchetti nel suo ruolo di arbitro speciale, perché altrimenti quello che ha subito da Undertaker 20 anni fa gli sembrerà solo uno scherzo.

Un momento però, suona la musica di Roman Reigns. Il Mastino fa il suo ingresso e colpisce subito con un Superman Punch Braun Strowman, dando avvio a una rissa furibonda. Il Monster Among Men riesce ad avere la meglio e prepara un tavolo da usare contro il campione universale. Quest’ultimo però riesce a ribaltare incredibilmente l’inerzia e con un Samoan Drop fa cadere il Mostro sul tavolo, distruggendolo. E la puntata di WWE Raw si conclude così, con Roman Reigns che festeggia.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.